venerdì 30 dicembre 2011

Terra Nova 1x12-1x13: Il Gran Finale


Premetto che, minchia, un'ora e mezza di Terra Nova è una della cose peggiori che mi potessero capitare nella vita. Al supplizio vanno aggiunti i sintomi di una influenza imminente, un mal di gola porco e uno scazzo generale dovuto da fattori esterni che, lì per lì, m'hanno fatto venire voglia di paccarlo, Terra Nova, e non scrivere ancora niente sul finale. Poi però sono rinsavito e vaffanculo l'ho messo su, che davero davero. Non ci si tira indietro così; chi non partecipa alla lotta è un gran fi- andare. Nonostante la morte dentro nel constatare che due puntate di Terra Nova durano effettivamente come due puntate di Terra Nova, si è deciso di rischiarcela. E via col gran finale. [...]

giovedì 29 dicembre 2011

Le delusioni del 2011: tutta roba che 'gna fa


Lo dicemmo che era inevitabile, che sarebbe arrivato il momento di prendersela con i più deboli, di fare i gradassi con i più piccoli, di canzonare i più sfortunati e tutte queste cose riprovevoli che, però, prima della fine dell'anno vanno fatte. Visto che tendenzialmente sono una persona di bocca buona, le delusioni del 2011 sono parecchio meno numerose delle robe che mi sono piaciute, quindi basterà questa singola puntata per raggruppare un po' tutti i media. Vale lo stesso discorso fatto in precedenza: tutto quello all'interno della rubrica non è necessariamente uscito nel 2011, semplicemente è un qualcosa che ho giocato\visto\letto durante gli ultimi dodici mesi e che quindi di diritto rientra in questo periodo temporale. Al solito, sono solo opinioni personali, quindi non prendetevela se trovate il gioco della vostra vita o il film più bello che abbiate mai visto sbeffeggiato qui sotto. [...]

mercoledì 28 dicembre 2011

Io e Kindle


Come sapranno tutti coloro che hanno la sfiga di avermi addato ai social network, all'incirca una settimana fa chiedevo disperato aiuto a chiunque fosse in grado di dissuadermi nello spendere compulsivamente cento carte per comprare un Kindle. Che cos'è un Kindle? Per quei cinque che non lo conoscessero, stiamo parlando di questo, un ebook reader di ultima generazione, portato in Italia giusto agli inizi di dicembre da Amazon.it e venduto a un prezzo che, tutto sommato, è bassissimo. Questo ebook reader ha la particolarità di avere uno schermo con tecnologia E-Ink che, senza retroilluminazione, ti simula l'effetto dell'inchiostro sulla carta praticamente meglio dell'inchiostro sulla carta stesso. Del tipo che quando lo togli dalla sua bella confezioncina ultracompatta, ti viene un po' l'incazzatura di gridare chi è che c'ha scritto sopra al tuo Kindle, prima di renderti conto che, nessuno: quello è E-Ink. E mecojoni. [...]

martedì 27 dicembre 2011

C'era una volta una casa infestata (considerazioni finali su American Horror Story)


E così come l'anno in corso si avvia alla morte naturale, anche American Horror Story s'è conclusa. Dopo il posto strameritato tra le serie più meritevoli di questi ultimi dodici mesi (come conferma l'articolo a proposito), il fatto che avessi apprezzato la vicenda della famiglia Harmon era sotto gli occhi di tutti. Con un inizio che m'aveva folgorato da subito, dodici puntate e svariati mesi dopo, la situazione è addirittura migliorata: American Horror Story era diventato l'appuntamento settimanale che aspettavo di più, catturato com'ero tra le trame dei suoi mille personaggi e la vicenda da toccata di palle della famiglia di Vivien. [...]

venerdì 23 dicembre 2011

Pullblox, la Nintendo che smonta le tue convinzioni


C'è questo giochino su Nintendo 3DS, consigliato dal mai troppo fresco Aurelio, che ogni sera mi cattura per un'oretta e poi mi restituisce al mondo ciancicato, col cervello bollente per le sfide affrontate. Costa sei euro, quindi sensibilmente meno di un gioco scatolato, ma ultimamente sta rubando del tempo di gioco al ben più oneroso Mario Kart 7, fungendo praticamente da cuscino perfetto per riposare i polpastrelli doloranti dopo l'ennesima curva presa in controsterzo col prode Luigi. Questo splendido esempio di puzzle moderno risponde al nome di Pullblox e incarna buona parte delle caratteristiche che solitamente Nintendo infila nei suoi giochi first party: è puccioso, è geniale, è -nel lungo periodo- assolutamente impegnativo. [...]

giovedì 22 dicembre 2011

Terra Nova 1x11: Ritorno al futuro


Penultimo appuntamento con le eroiche gesta del Grande Jim, perché a quanto pare le ultime due puntate verranno mandate in onda insieme (Dio mio, sarà un post enorme...). Questa puntata, che nella versione italiana è stata intitolata: "Ritorno al futuro", non ha nemmeno bisogno di un titolo idiota qua su Panino per risultare scema. Della serie: come battere il record di cazzate prima ancora di cominciare. Comunque, una puntata densa di avvenimenti, che deve andare a tirare le fila in previsione dell'ultimo epico appuntamento della stagione. E lo fa mettendo i personaggi in un paio di situazioni francamente assurde e fornendo una spiegazione di fondo che pesta forte i piedi a quanto affermato sin dall'inizio. Ma procediamo con calma... [...]

mercoledì 21 dicembre 2011

Il meglio del meglio del 2011: tutta roba da Sette più (Seconda parte)


Seconda parte alla scoperta di tutta quella roba bella, ma talmente bella che si merita l'agognato voto di Sette più. Ieri abbiamo spulciato tra le uscite più meritevoli nell'ambito ludico e oggi ci buttiamo invece più o meno su tutto il resto: fumetti, libri, film e telefilm, sperando che questo articolo non venga infinitamente lungo come si prospetta di essere. Una precisazione importante: specialmente per quanto riguarda libri e fumetti, raramente troverete qualcosa che è uscito, effettivamente, nel corso di quest'anno. Perché, nonostante le uscite pese dell'ultimo periodo (devo recuperare 22/11/63 di King, Dannazione di Zio Chuck, e ho appena comprato il Re Pallido di Wallace) tendo sempre a rincorrere roba che ho perso per strada, quindi magari non proprio di primo pelo. Però, dai, bando alle ciance, iniziamo! [...]

martedì 20 dicembre 2011

Il meglio del meglio del 2011: tutta roba da Sette più (Prima parte)


È inevitabile. Nel giro di una settimana tra Parliamo di Videogiochi, The Indie Shelter, TIScast e l'ospitata al Tentacolo Viola, avrò stilato una classifica de "I giochi migliori" praticamente una volta al giorno. Però, diciamolo, è una cosa che ci piace da morire. Arrivare alla fine dell'anno, tirare le somme, incensare i vincitori e guardare con aria piena di delusione tutto il resto. Ci piace così tanto che oggi (e domani) su Panino ospiteremo questa breve parentesi nella quale indicherò a insindacabile giudizio della commissione (composta da me) quanto di meglio ho visto, letto e giocato in questo duemilaundici birbantello. Una sorta di classifica crossmediale che fermati proprio. Ovviamente farà seguito una classifica del "Peggio di..." ma ci penseremo poi. Quando saranno sui treni. [...]

lunedì 19 dicembre 2011

Zelda Skyward Sword - dove osano le Rupie


È stato un momento magico. Quando ho infilato il disco nella fessura della console, quella ha tremato leggermente. Mi ha guardato con lo sguardo spaventato, come se stessi abusando sessualmente di lei. Un disco nel Wii. Chi l'avrebbe mai detto? Dopo, bo, facciamo un anno e mezzo (ma forse pure di più) dall'ultimo; praticamente dopo una vita di castità forzata. Ho preso in mano il telecomando e il Wii Motion Plus, praticamente mai utilizzato, ha capito che era la sua occasione per dimostrarmi che non era solamente un accrocchio inutile sfornato da Nintendo per spillarmi soldi. Quindi ho avviato il gioco: Zelda Skyward Sword. Perché solo Zelda poteva riuscire in un'impresa del genere. Dicevo, ho avviato il gioco e passato le prime ore a chiedermi, insistentemente, quando sarebbe finita la lunghissima, lentissima, introduzione.[...]

venerdì 16 dicembre 2011

Terra Nova 1x10: Le nuove zinne di Skye


Mi sa che ci siamo quasi. Altri tre episodi e poi dovremmo dire (speriamo) addio a Jim e tutta la famiglia Shannon. Più o meno nello stesso modo in cui la piccola Zoey ha detto addio ai suoi denti. Non avremo più il piacere di vedere il Capitano Taylor con le sue pose conturbanti da macho, né seguire le vicende che sconquassano la vita a Terra Nova, un posto abitato dai dinosauri, dove i dinosauri non abitano. Ma, prima di crucciarci con questo addio, abbiamo a disposizione altre tre puntate, che potrebbero sconvolgere del tutto la sottilissima trama tessuta abilmente dagli sceneggiatori della serie, nel tempo libero, quando non svolgono la loro professione primaria di camerieri filippini. E questa, di puntata, parte subito col botto! [...]

giovedì 15 dicembre 2011

Quello che sto leggendo: Garth Ennis è sempre un fregno. E pure Catwoman.


Inutile trattenere gli entusiasmi: Natale è alle porte e leggere un fumetto in questo periodo ha tutta un'altra atmosfera. No, non è vero, ma mi sembrava l'introduzione più giusta per questo ultimo appuntamento prima delle festività natalizie. Un appuntamento ricco di sorprese (tipo) che vi sconvolgeranno (Batman) e vi indurranno a chiedervi (di Morrison) se il vostro amico Fabio (che mi è piaciuto) è ancora sano di mente. Un appuntamento corposo, ma talmente corposo, che dall'ultima puntata ho fatto in tempo a trovare altri tre maledettissimi taccuini da collezione Marvel e ora, pure loro, giacciono insieme a quello di Spidey. Nel limbo dell'indecisione se scriverci sopra o meno. È un mondo difficile [...]

mercoledì 14 dicembre 2011

Quelli che... giocano online a Ultimate Marvel vs Capcom 3


È arrivata una copia di Ultimate Marvel vs Capcom 3 in redazione, a Parliamo di Videogiochi e, come testimonia la recensione, ho preso a carico il compito di giocarlo a fondo e scriverne qualcosa. Ché il prequel m'aveva fatto passare notti magiche, a menarsi con chiunque fosse abbastanza fortunato da passare per casa mia. Così, dopo infinite ore spese a picchiarsi forte tra urla e pad che hanno rischiato di volare fuori la finestra con amici e parentame, l'ultimo tassello mancante al grande infame disegno che è la vita, era provare -di nuovo, dopo tanti mesi- il multiplayer online. In Marvel vs Capcom 3 c'era stato un periodo in cui m'ero preso le mie soddisfazioni: addirittura sbloccando l'obiettivo delle cinque vittorie di seguito. La differenza principale tra quel periodo e questo periodo, è che nel frattempo tutti hanno imparato a giocare come si deve. Tutti tranne me. Giocare online a Ultimate Marvel vs Capcom 3 è una delle esperienze più umilianti della mia vita da giocatore, e la soddisfazione quando finalmente si riesce a portare a casa una partita è enorme. Ma quali sono le categorie di giocatore che si possono incontrare online? Come fronteggiarle? Sapevatelo! [...]

martedì 13 dicembre 2011

Senso di giustizia e tutine Kitsch: le biografie dei Supereroi realmente esistenti (Quarta puntata)


Benveniubbi al quarto appuntamento con la rubrica più amata dai Calcia-Culo. In questa puntata, dopo aver esplorato le meraviglie (manco tanto) nascoste dentro tutine aderenti che questa ricerca è in grado di mostrarci, torneremo ai soliti omaccioni pelosi in calzamaglia. Sigh. Però, lo faremo passando per casa nostra, più precisamente per Napoli, andando a scomodare uno dei pochi Super Eroi nostrani, analizzando le curiosità e le ambizioni di uno Scorpione Verde e chiedendoci perché un uomo grande e grosso debba photoshopparsi le foto per sembrare più figo quando poi, sotto sotto, ha un cuore d'oro. Approfitto di questa introduzione per segnalare che la rubrica si prenderà un periodo di pausa, e tornerà, più ambigua che mai, a Gennaio. A meno che qualcuno non abbia bisogno di un Super Eroe, ma a Natale siamo tutti più buoni. Pure i delinquenti. [...]

lunedì 12 dicembre 2011

Super Mario 3D Land - Il dannato Mario portatile che ho sempre desiderato


Se mai nella vita avrò l'opportunità di incontrare Shigeru Miyamoto, gli chiederò due cose. La prima è se ha mai pensato, anche solo per un momento, sai, essendo uno degli uomini più importanti dell'industria, di imparare l'inglese. La seconda sarebbe: Perché? Perché un idraulico italiano che mangia funghi e salta sul guscio delle tartarughe indossando una pelliccia di procione? Perché non un lavavetri rumeno che spara laser? O un torero spagnolo che sfida gli autobus? O un nigga di Manhattan che vola usando CD musicali? Perché non un meccanico calabrese che aggiusta dei tostapane robot? Se avrò però l'occasione di incontrare il Miya, dopo le domande, sia chiaro, lo abbraccerò forte. Lui subirà il mio abbraccio, passivamente, con quel sorriso da rana che si ritrova. Perché per me è un po' l'equivalente di quello che Stan Lee rappresenta nel mondo dei fumetti e, più di tutto, è un uomo che ha affinità con la magia. La magia di riproporre sempre lo stesso gioco ma di farlo nelle modalità, nei tempi e nei modi più giusti possibili. [...]

venerdì 9 dicembre 2011

Terra Nova 1x09: I due Taylor


La rubrica preferita dei dinosauri desaparecidos. Questa settimana Terra Nova ci mette di fronte al dramma famigliare del comandante Taylor, spiegandoci, finalmente, il perché dei pizzicotti che si tirano col figlio. In più Jim viene accusato di tradimento, il Barista viene torturato con mezzi cattivissimi, una libellula spia Terra Nova, Taylor viene osannato come un Dio e Zoey, la figlia piccola di Jim, probabilmente invidiosa del potere accumulato dal vecchio soldato, si traveste da Taylor e cerca di assumere il comando della città. Inoltre, in cucco a Lost, viene svelato uno dei misteri più misteriosi della serie: le scritte trovate sulle rocce della prima puntata. Quando Josh si buttava dai pendii per farsi il bagno. Eh, bei tempi. [...]

giovedì 8 dicembre 2011

Are you Ready Player One?


Player One (in origine Ready Player One, da noi epurato del "Ready" che avrebbe sicuramente disturbato le nostre sensibilità di italioti ruspanti) è il primo romanzo di Ernest Cline, lo stesso autore del film Fanboys. Se avete presente di chi stiamo parlando potete più o meno immaginare la portata nerd del romanzo, altrimenti sappiate questo: è un tipo che ha una vera DeLorean in garage. Player One è un romanzo di cui sta parlando più meno tutto l'internetto perché è uno di quegli eventi che unisce anima e core di tutta la rete, risvegliando l'orgoglio -non più sopito- di un popolo che spesso si prende a mazzate in faccia per un nonnulla. Potremmo dire che è come quando gioca la nazionale italiana, ma non lo faremo perché Player One è infinitamente più interessante. E insomma, io questo libro l'ho comprato (venti iuri, con tanto di box cartonato), l'ho iniziato e, in meno di un paio di settimane (nelle quali l'ho consigliato a quanta più gente potessi), concluso, con un po' d'amarezza. Quindi riposto sullo scaffale e votato con quattro stelline su cinque (più o meno l'equivalente di quattro faccine sulla scala della felicità) in quel mondo rosso che è Anobii. Insomma: bello ma non bellissimo. Perchè? (Niente Spoiler) [...]

mercoledì 7 dicembre 2011

Senso di giustizia e tutine Kitsch: le biografie dei Supereroi realmente esistenti (Terza puntata)


Torna la rubrica più amata da tutte le drag queen del mondo. Quella in cui dei tipi mediamente ciccioni o mediamente vecchi indossano costumini pastellosi e poi vanno in giro a salvarvi dai borseggiatori, dai terroristi, dai criminali o semplicemente dai ballerini. Eroi che potete prendere a scarpate in faccia, qualora il loro aiuto vi sembrasse in realtà un abuso. E, in questa terza puntata birichina, finalmente, faremo i conti con il più importante aspetto di tutti i media supereroistici. Qualcosa che va oltre il senso di giustizia, la tutina kitsch, i crimini e i salvataggi all'ultimo momento. Perché sulla carta patinata, questo preciso particolare, è sempre presente mentre nella realtà supereroistica latita clamorosamente. [...]

martedì 6 dicembre 2011

Finalmente 3DS. E senza mezzi cocomeri!


Oggi c'è gioia: mi sento gasato come una lattina di Sprite. Perché, oltre ad aver finalmente provato per bene il mio auto-regalo di Natale (è una tradizione che va avanti da tempo; più o meno da quando tutti i parenti hanno distrutto la mia gioia natalizia, smettendo di incartare roba da farmi scartare e donandomi del vil danaro perchè: "Tanto non sappiamo mai che regalarti") in treddì senza occhialini, è pure il giorno in cui Microsoft presenterà al mondo la sua nuova dashboard, tutta bianca e fortemente invischiata nell'affaire Kinect. Coi comandi vocali e quelle smanacciate alla Minority Report che ti fanno sentire un figo esagerato per circa cinque secondi e mezzo. Sarà una gran figata... peccato che l'ho venduto il Kinect. Per comprarmi l'auto regalo. Sigh. [...]

lunedì 5 dicembre 2011

Call of Duty: Modern Warfare 3 - 'Sti cazzo de americani!


Questa è la storia di una lei con una grande sfortuna. Tipo che sua sorella è una strafiga e che ha il vezzo di andarsene a spasso un po' con tutti. Tipo che lei è più riservata, solitaria potremmo dire, mentre sua sorella è una quantomeno mondana: una estremamente facile. E l'avevamo già detto che è un casino attraente? Sì. Questa è la storia di una storia. Che fa tanto Inception. È la sorpresa (ritrovata) di giocare una bellissima campagna in single player in un gioco in cui nessuno si caga la campagna in single player, perché la sorella, nello stesso pacchetto, allo stesso prezzo, nello stesso momento, ti offre di andare online ad affettare avversari. All'infinito. Un paradiso del guerriero che solo gli americani potevano partorire. O i vichinghi. [...]

venerdì 2 dicembre 2011

Terra Nova 1x08: A Terra Nova col Dottor House


No Jim: non mi sono dimenticato di te. E' impossibile. Anche se in questa puntata, a dire la verità, il buon Jim è messo in ombra da tutti i comprimari, ha comunque mantenuto inalterato il suo fascino. Una puntata che, addirittura, si apre con una panoramica dall'alto che fa tantissimo Jurassic Park in una scala da zero a benvenuti a Jurassic Park, nella quale vengono inquadrati così tanti dinosauri, e tutti insieme, che non sembra nemmeno di trovarsi a Terra Nova quanto piuttosto nella Valle Incantata di Piedino. Ovviamente poi, nel corso della puntata, di dinosauri nemmeno l'ombra. Che tutti i posti disponibili li avevano occupati per quelli all'inizio. Dispiace. Dispiace molto. [...]

mercoledì 30 novembre 2011

Quello che sto leggendo: Zombi, simbionti e manichini


Eccoci tornati con la rubrica che mette il naso tra le pagine di tutti i fumetti che ho letto in questo periodo. Continua l'operazione di rincorsa ai numeri Marvel, che quelli appena ti volti un attimo escono a tradimento e, senza nemmeno accorgertene, ti trovi due-tre numeri indietro. E magari regalavano anche un taccuino, zingarissimo, ma che rappresenta un feticcio irresistibile nella tua follia collezionistica. E non tornerà mai più. Fortuna che Spidey di questo mese, col taccuino, ho fatto in tempo a pigliarlo. E adesso si trova in quel limbo tipico degli oggetti da collezione; in quel posto della mente in cui non sai se utilizzarlo, come vorrebbe la sua natura di taccuino, o tenerlo immacolato, come vorrebbe la sua natura di oggetto da collezione. (Ne approfitto un attimo per segnalare che domani sarò all'IVDC Preview a Roma, dopo un viaggio estenuante che dovrò affrontare. Da Roma a Roma. Se ci venite a urlare: "Forza Panino! Forza Panino!" mi unisco al coro!) [...]

martedì 29 novembre 2011

Senso di giustizia e tutine Kitsch: le biografie dei Supereroi realmente esistenti (Seconda puntata)


È un uccello? È un aereo? È qualcuno vestito in modo assolutamente ridicolo e spaventoso che, teoricamente, dovrebbe salvarmi dal crimine? Buona l'ultima. Seconda puntata della rubrica che racconta le storie strappala-crime dei supereroi realmente esistenti. Gente brutta e cattiva che, nonostante il nome da cannibale pluriomicida e la maschera da adoratore del demonio, ha deciso di combattere il male. Pensa un po' te.
Nella puntata di oggi: gente col senso dell'umorismo distorto, falsi guerci, neri enormi che picchiano persone e perdono il lavoro e simpatici ometti che di giorno visitano i bambini malati e di notte mandano gente all'ospedale. Tutti uniti da quel senso di giustizia made in Micheal Jackson di "make a better world". For you and for me and for eccecc. [...]

lunedì 28 novembre 2011

I cazzi vostri: le (folli) tag di ricerca con cui arrivate sul blog (quarta puntata)


E rieccoci! Con la rubrica più amata dagli elefanti con la proboscide corta. Dopo un tempo abominevole dall'ultima puntata (che risale addirittura a... Luglio! 'Inchia!) siamo tornati con questo bellissimo pacchetto di fatti vostri. Già, perché insieme alle centinaia di ricerche di Kelly Brook, di Ditto, di Gimmi Ridimmi, che portano qua su Panino, qualche altro utente, più creativo, approda su questi lidi in maniera decisamente meno anonima.Alcuni decidono di fare una ricerca strana su Google, di quelle che abbiamo fatto tutti ma non abbiamo il coraggio di confessare. Qua, però, si hanno gli strumenti per spiare nelle vostre finestrelle del browser, e poi sputtanarvi in mondovisione. Iniziamo quindi, ricordando a tutti coloro che seguono questa rubrica per la prima volta, che tutte queste chiavi di ricerca sono vere. Purtroppo. [...]

giovedì 24 novembre 2011

Terra Nova 1x07: La puntata del Ragnetto


Settimo appuntamento con l'estenuante Terra Nova e, udite udite, dopo i primi sette (sei e mezzo va) episodi filler, in quel di Terra Nova hanno dovuto pensare che, minchia, forse una puntata per mandare avanti quella storiella del cavolo che hanno architettato sopra l'ambientazione zingara coi dinosauri (ma senza dinosauri) ce la dovevano infilare. Anche solo per dovere di cronaca; una bella puntata, piena di stronzate come da tradizione, eppure con qualche aspetto che potesse ricordare una produzione vera. Magari con un colpo di scena finale! E magari con un momento canoro, con un Jim in grande spolvero che canta la famigerata "canzone del Ragnetto". Eh? [...]

mercoledì 23 novembre 2011

Senso di giustizia e tutine Kitsch: le biografie dei Supereroi realmente esistenti (Prima puntata)


Al via oggi questa nuova rubrica nella quale parleremo di Supereroi. Non quelli dei fumetti però, quelli veri. E nemmeno quelli che ti tirano giù il gatto dall'albero, o ti vanno a fare la spesa, o ti risolvono il guasto che si protraeva da giorni sulla linea internet. Quelli in tutina, che girano per le strade a fare qualcosa che ancora mi sfugge e che, paradossalmente, a vederli così, sono più spaventosi di quanto un supereroe dovrebbe essere. Gente che ha preso l'idea di Alan Moore in Watchmen e c'ha costruito sopra un'identità segreta, condividendone l'ideale di giustizia e, anzichenò, il gusto orrido per le tutine Kitsch e attillate. Gente che ha letto Kick-Ass e ne ha fatto una ragione di vita. O semplicemente gente che oh, un giorno s'è svegliata girata, ha indossato una tutina ed è uscita ad aiutare il prossimo. Aprendosi uno spazio su myspace e scattandosi foto brutte. [...]

martedì 22 novembre 2011

Giro di boa - The Walking Dead: trovate la maledettissima Sophia


Siamo alla puntata numero sei. Che se il sonno non m'inganna è esattamente la metà delle puntate previste per questa seconda stagione del telefilm tratto dalla serie a fumetti di Kirkman. Sei puntate nelle quali si sono avvicendati (pochi, distinti, col bigliettino da VIP) alti e (un casino, ma proprio tantissimi, con la fila e il numeretto in mano che ogni tanto ricomincia da zerozero) bassi, e dove, sopratutto, s'è cercato in modo sbilenco di correggere il tiro della prima, fatantasiosissima, serie TV, che si era allontanata così tanto dal fumetto che la deriva sembrava ormai irrecuperabile. Sei episodi statici, quasi fermi su se stessi, a rimuginare, in cerca di un guizzo che non arriva mai, a cercare il coraggio di urlare, di abbaiare tutta la rabbia e il disagio di un mondo brutto, in cui le persone sono costrette a trasformarsi in mostri. E non mi riferisco agli zombie.[...]

lunedì 21 novembre 2011

Insidious - Paranormal Activity se fosse stato (quasi) bellino e scritto da Stephen King


Un po' troppo caricato dalla matassa oscura di recensioni positive e pareri entusiastici, ieri ho visto Insidious, un film di James Wan, l'ometto asiatico dietro al primo (e unico capitolo decente) Saw. Insidious che, a dispetto della locandina, non è un film di bambini robot che sparano raggi dagli occhi.
Una piccola precisazione sul titolo scelto: ho visto e disprezzato il primo Paranormal Activity, un film di porte che si chiudono, non per la sua reticenza nel mostrare squartamenti e\o forme demoniache di sorta, semplicemente perché... è un film di porte che si chiudono. Gli altri capitoli della saga, insomma, me li sono persi volentieri. Quindi perché citarlo nel titolo di un post in cui parlo di un film che, tutto sommato, m'è pure piaciuto? Perché Insidious ha una lunga prima parte estremamente azzeccata e, allo stesso tempo, estremamente vicina alla mia idea di film sui demoni invisibili che ti fanno uscire di testa. [...]

venerdì 18 novembre 2011

Dreamland - Il nove Dicembre, il giorno della vita!


A volte la vita ti illude con grandi avvenimenti e premi a portata di mano e poi, quando sei lì lì per gustarteli, te li sottrae, ingiustamente. Per fare spazio a un mago di merda. È quello che è successo al film del secolo, quel Dreamland, con cui c'eravamo bagnati le mutande tutti,  e che poi c'era stato tolto da sotto il naso a pochi giorni dall'uscita nelle sale. C'avevamo riprovato con In The Market, a cercare un prodotto simile. Ma niente. Un'ingiustizia, guarda, che nemmeno quando a Natale ti mettevano di straforo nel tavolo dei bambini, e tu c'avevi quindici anni. Ma attenzione, e dico Ma, questo Natale avete l'occasione di regalarvi una grande storia di vita. Fatta di uomini veri. [...]

Monster Trux Extreme: un regalo molto Extremo


Venerdì scorso, proprio in quella data ultrapalindroma irripetibile almeno per un bel paccotto d'anni, ricorreva l'anniversario della mia nascita. Cioè, tipo, era il mio compleanno. I simpatici amici di cui mi circondo avevano il compito di regalarmi Skyrim (cosa poi effettivamente avvenuta) e farmi dimenticare il lag che sarebbe intercorso dall'uscita del gioco al disco che finiva nelle mie mani. Per compensare la mia esuberante attesa nei confronti della fine della vita passata senza un pad in mano, gli stessi simpatici amici hanno pensato bene di organizzare uno scherzone. Di quelli che: "Oh, t'immagini la faccia?". Io, scaltro, aspettavo questo momento, fosse altro perché sapevo benissimo che la mia continua e martellante pressione su Skyrim sarebbe valsa una vendetta nei miei confronti. Eppure, quando ho aperto il pacchetto regalo, la sorpresa nel trovare questo Monster Trux Extreme Arena Edition per PS2 è stata tanta. [...]

giovedì 17 novembre 2011

Quello che sto leggendo: l'importanza di chiamarsi Bruce Wayne.


In questa nuova rubrica con cadenza (si spera) mensile (ma anche quindicinale che altrimenti viene un listone) analizzerò, accompagnandola con un piccolo commento, tutta la roba fumettosa che ho letto in questo periodo. Questo perché? Una duplice motivazione: prima di tutto perché mi accorgo di scrivere davvero poco di fumetti, e la cosa mi dispiace moltissimo; seconda cosa, perché leggo un casino di roba di cui vorrei parlare ma poi penso che il post verrebbe striminzito, e quindi evito. Unendo le due cose, quello che esce fuori è un'orgiona mostruosa di materiale su cui spendere poche righe, e quale occasione migliore se non una rubrica tutta dedicatavi? Quindi si parte, tenendo conto che ogni fumetto sarà valutato con l'efficientissima scala felicità, che indica in modo serioso e insindacabile il livello di qualità del fumetto.   [...]

mercoledì 16 novembre 2011

Terra Nova 1x06 : Ogni mistero svelerà, indagando ancora


Giro di boa. Siamo a metà di questa bellissima serie TV di dinosauri desaparecidos. E attenzione perché in questa puntata di dinosauri se ne vedono addirittura un paio. E uno di loro ha un ruolo che sembra importante ma invece no. E l'altro, se i miei calcoli sono giusti, si prepara ad essere la più grande cialtronata di una serie TV che non teme elementi ridicoli. Ma proprio una cosa molto, molto Flinstones in una scala da zero a Ciotolina e Bam Bam. Per il resto una classica puntata, con un Jim in gran spolvero, e decisioni severissime che vengono rispettate per... ugh... tre minuti e ventotto secondi. Ma andiamo con ordine. [...]

lunedì 14 novembre 2011

Skyrim: le cronache del gaggio e del fuoco


"Oh. Oh, scusa." C'è un tipo biondo che mi parla. "Oh, scusa, ma ci stanno portando a morire, lo sai, vero?". Ecco qua, lo iettatore di turno. Mi racconta una storia a proposito di Skyrim, di un certo Ulfric Manto della Tempesta. Di come ci taglieranno la testa perché ci siamo ribellati all'impero. Il fatto è che di tutto questo io non ne so niente.
Quando entriamo in città, questo tipo col naso di Pippo Franco ancora parla. Un bambino, seduto sui gradini della veranda di una casetta, ci guarda passare. Il carro si ferma, tutti scendono. Vorrei tirare un cartone al tipo biondo, che mentre scende dal carro parla ancora, ma ho le mani legate. Una guardia tutta impettita ci dice di fare un passo avanti quando chiamerà il nostro nome. "Ulfric Manto della Tempesta!" Urla. Un tipo magro e con un bavaglio sul viso si fa avanti, seguito da altri due. Quando rimango solo io, l'imperiale mi guarda stranito e mi fa: "E tu chi cazzo sei?" [...]

venerdì 11 novembre 2011

Uncharted 3: l'inganno di... ma non è uno spoiler mostruoso?


No, potete stare tranquilli. Non è più spoiler di quanto non lo sia "Indiana Jones e i predatori dell'arca perduta". Ché mica so scemi alla Naughty Dog. Insomma parliamo un po' di Uncharted 3, prestatomi come contentino in attesa di Skyrim (porcoggiuda) e che si è rivelato un meraviglioso contentino di quelli che, oh, vaffanculo, ad avercene. C'è da dire che io e Nathan Drake abbiamo sempre avuto delle divergenze d'opinione; su molte questioni lui, che è testardo come un mulo, non ha fatto mai un passo indietro e, anzi, in questo capitolo s'è permesso pure di esagerarle. Su altre io ho ceduto, accettandolo così com'è. Perché è impossibile non volergli un po' bene a Nate. Sarà che da bambino pensavo che da grande avrei fatto l'Indiana Jones. Uh, e tranquilli: nell'articolo nessuno spoiler. Un po' come il titolo insomma.[...]

giovedì 10 novembre 2011

American Horror Story - è proprio American, e anche Horror... ma pure Story.


Rimasto a secco di serie TV belle da vedere (perché Walking Dead sta prendendo l'andazzo affossante della prima stagione e Terra Nova non è bella ma bellissima in una scala da zero a Grazie Padre Pio), e pilotato abilmente dalle scheletriche mani dell'internetto, che l'ha un po' coccolato come se fosse il figlio -spaventoso- più riuscito della stagione, ieri ho agevolato la visione del pilot di American Horror Story. Un titolo estremamente originale per una serie che è esattamente ciò che suggerisce: una storia dell'orrore americana. Così tanto americana che dentro, chiunque sia un minimo appassionato ai film di genere (ma anche no, che sono richiami veramente calciati con forza in faccia allo spettatore), è possibile trovare rimandi e spunti narrativi presi random da un casino di film horror. [...]

mercoledì 9 novembre 2011

Costume Quest: il gioco che da bambino avrei fortissimamente voluto


Quand'ero più giovine avevo un sacco di voglia di applicarmi, un sacco di tempo da perdere e un gusto piuttosto spiccato per i meccanismi ricorsivi di ogni buon GDR che si rispetti. Per questo ho vissuto in pieno l'età d'oro dei giochi di ruolo giapponesi, su quella Playstation che, a posteriori, sembrava sfornare solo quelli o titoli pesantemente influenzati da quelli. Li ho giocati tutti: dai grandi capolavori a quelli sconosciuti, programmati da bambini tenuti in schiavitù da programmatori debosciati, e con ognuno la solfa era la stessa: una lunghissima scalata al livello più alto ripetendo compulsivamente i combattimenti, fossero questi casuali o non. Costume Quest è esattamente il gioco che avrei voluto giocare all'epoca. E me ne rendo conto perché, contro ogni probabilità, lo trovo delizioso perfino ora. [...]

martedì 8 novembre 2011

Terra Nova 1x05: Bimbi Sperduti


Lo so che è passato poco tempo dal post sulla puntata quattro, ma un po' la voglia inarrestabile di continuare nella visione, un po' il fatto che poi questa settimana parleremo sempre d'altro, finisce che l'unico spazietto che era rimasto per Terra Nova è questo bellico martedì di festa per ogni amante delle pistolettate online. Quindi tenetevi forte, mettetevi seduti e preparatevi a farvi incantare da una puntata di quelle veramente emozionanti, con buoni sentimenti, grandi eroi, buoni sentimenti, storielle amorose e buoni sentimenti. Si parte per Terra Nova, per mano al nostro amico Jim, il tutto fare. [...]

lunedì 7 novembre 2011

We have nothing to fear but Fear Itself


Vento di cambiamenti qua su Panino. Forse ve ne sarete accorti (oppure forse vi tocca fare una visita oculistica di quelle proprio pese), ma abbiamo un nuovo bellissimo banner colorato e meravigliosamente nerd, e una barra laterale per condividere il blog nei vostri social network preferiti (a proposito: fatelo! Nella home del blog sharate ovunque potete per favore)! Vi piacciono? Mi aspetto un coro di sì entusiasti.
Passando alle cose serie, dal titolo forse l'avevate intuito ma questo post sarà dedicato al nuovo evento Marvel, che in Italia ha preso il via proprio questo mese. Sceneggiata da Matt Fraction e disegnata dall'ottimo Immonen, Fear Itself è una di quelle miniserie che, negli intenti, dovrebbe rivoluzionare il mondo Marvel, modificarne gli assetti per le storie future, fare luce su alcuni punti d'ombra passati e, se gli avanza tempo, pure andarvi a fare la spesa. Tutte grandi promesse che raramente vengono mantenute; ché quando metti insieme più di tre eroi pare che la sorte inevitabile sia una rissa alla Bud Spencer lunga N numeri (qualcuno ha detto Secret Invasion?). [...]

sabato 5 novembre 2011

Terra Nova 1x04 - È un vairus pazzesco!


Eccoci arrivati al quarto appuntamento con la serie preferita di tutti gli amanti di telefilm brutti sui dinosauri e gli amori adolescenziali. Dove Jurassic Park incontra Dawson's Creek e gli sputa in faccia. Dove Lost incontra Settimo Cielo e lo spinge di sotto. Dove Stargate incontra Mega Shark vs Giant Octopus e vi si unisce carnalmente, figliando indisturbato. Lì prolifica Terra Nova.
Questo quarto appuntamento, di cui seguirà una cronaca fedele, vedrà il nostro amico Jim tuttofare alle prese con un vairus pazzesco che fa perdere la memoria alle persone. Eh sì, in un telefilm di dinosauri nessuno si incoola i dinosauri. Guai a voi se girate una puntata coi dinosauri, e le caprette calate nelle gabbie e "è previsto vedere dinosauri nel suo parco per dinosauri?". Guai a voi. Che ve possino. [...]

venerdì 4 novembre 2011

Perché la serie a fumetti di The Walking Dead è un chilotone di volte meglio della serie TV (e perché è il più bel fumetto attualmente in corso)


L'avevo promesso che l'avrei scritto. Avevo detto che l'avrei fatto quando questa seconda serie mi avrebbe deluso abbastanza, invece non è ancora successo ma, piacevolmente, è accaduto il contrario: alla fine del numero nove della serie a fumetti mi sono sentito abbastanza ispirato e "tondo" da poterci ragionare su a mente lucida.
Ho scoperto The Walking Dead circa un anno prima della messa in onda della serie TV, nel boom del periodo zombie, quando qualcuno un po' truce, stanco di vampiri effeminati e lupi mannari efebici senza peli, ha pensato bene che il modo giusto per rispondere era richiamare i morti: putrescenti, decomposti, verminosi morti che sbucano da sotto terra. Almeno quelli, pensavamo tutti, almeno quelli non c'è modo di farli brillare alla luce del giorno, no? Nell'epifania successiva, nell'esplosione viscerale degli zombie in ogni media che sia degno di chiamarsi tale, dai videogiochi, alla televisione, passando per la letteratura, purtroppo siamo dovuti passare anche attraverso rappresentazioni abbastanza lontane dai presupposti iniziali. E The Walking Dead come si classifica? Perché ha avuto un successo planetario? Perché continua ad appassionare tutti, senza concedersi mai (o quasi mai) un'inflessione negativa? [...]

giovedì 3 novembre 2011

Il video-mha-gioco di A Games of Thrones


Bisogna dirlo: "A Games Of Thrones: Genesis" ha un grande, enorme, gigantesco merito. Quello di avermi spinto a guardare, riluttante, la serie TV. Mi era capitata tra capo e collo questa review copy e, insomma, affrontarla a digiuno dell'universo fantasy in cui era ambientata mi sembrava un po' una mossa da cioccolataio, quindi con timidezza ed estrema prontezza nei riflessi a chiudere alla prima scena made in Xena, ho approcciato il serial. Il resto è storia. Adesso, in down totale dato dalla mancanza della serie TV, e procedendo piuttosto speditamente nella lettura del primo libro  (insomma, è pur sempre il mio primo libro in inglese) e avendo addirittura comprato, in uno slancio di benevolenza, il fumetto originale, ho deciso che era il momento giusto. E ho giocato a Genesis. Visto che i fans della saga che bazzicano qua su Panino sono un bel po', vi starete tutti chiedendo: com'è? [...]

lunedì 31 ottobre 2011

Il film che vi ha fatto più stringere le chiappe


È il giorno di Halloweenno. L'unica festa di streghe, zombie e fantasmi che non ha mai fatto davvero paura a nessuno. Ché è pure normale: se una roba così atroce la accosti alle caramelle, la golosità sovrasta la paura con prepotenza. Ed ecco quindi che il trentunottobre diventa una specie di carnevale fuori stagione. Ma oggi non siamo qui per parlare della puerilità di un Halloween che diventa sempre più sfigato ma mantiene quell'atmosfera da Renato Zero in Nightmare Before Christmas, ma siamo qui, come suggerisce il titolo, per parlare del lungometraggio che più di tutti vi ha fatto stringere le chiappe dalla paura. Prendo in prestito questa formula della domanda globale a tutti i lettori solo per oggi, e ne approfitto per specificare che, ovviamente, non valgono i teneri anni della giovinezza. Ché qua c'è gente che piangeva con la sigla del cartone animato di Batman (storia vera). Quale film vi ha fatto più paura in tempi più o meno recenti? Non dev'essere forzatamente un horror e, difatti, il mio non lo è. [...]

martedì 25 ottobre 2011

Se la merda fosse oro, Terra Nova che tesoro (Terranova 1x03)


Ripreso il coraggio a quattro mani (pure cinque) e in fortissimo down da serie TV dopo la chiusa estatica con le ultime tre ore di Game of Thrones, ho voluto concedere una seconda possibilità a Terra Nova, guardando la terza puntata. No, in realtà so benissimo che è roba pessima, ma con la roba pessima qua su Panino ci andiamo a nozze, quindi l'ho visto conscio di cosa sarebbe successo. Che qualche ora dopo sarei stato qui, ad aggiornare il blog perculando con potenza la serie, e il bello è che lo squallore è talmente elevato che, sopra una certa soglia non avverto più la variazione tendente a più infinito della terribile realtà di questa serie. In Terra Nova è brutto tutto: la CG, la narrazione, i personaggi, gli eventi. È tutto talmente brutto che, citando un amico, trascende nell'iperuranio e diventa bello. Che poi è una serie sui dinosauri, quindi è facile: fai puntate su dinosauri terribili e pericolosissimi. No? No. [...]

lunedì 24 ottobre 2011

Game of Thrones, la tirata finale e i propositi per il futuro


Finito. Dopo una tirata di tre puntate (tre, piacevolissime, ore passate a guardare la stessa serie TV, è una cosa che non mi capitava da mai), dopo le quali l'orologio del PC, con due occhi tanti (ma non belli come quelli della Daenerys in apertura), segnava ore particolarmente piccole, ed era cominciata prepotentemente quella sensazione di alienazione dal mondo reale a favore di quello degli Stark e dei Lannister, finalmente ho finito di vedere Game of Thrones. Quella che -non ho paura di dirlo- è la più bella serie TV che vedo da un casino di tempo; scansando giusto Californication, che è talmente diversa da fare categoria a sé, era dai tempi di Lost che qualcosa non mi pigliava così tanto. [...]

sabato 22 ottobre 2011

Batman Arkham City è talmente bello che non farò Bat-tute


Ogni tanto, nei miei momenti solipsistici da fumettaro incallito, c'ho pensato. Uno di quei pensieri impossibili che inizia con: "Sai che figata se...", e per i quali non trovi mai il coraggio di crederci più di tanto, perché sarebbe talmente utopistico da farti male al cuore. Quindi, quella volta che ho pensato: "Sai che figata se facessero un gioco di Batman in cui puoi esplorare tutta la città e ci sono tutti i villain del fumetto. In cui coesistono decine di storyline, come se realmente il tutto fosse ambientato nell'universo di Gotham City, e non ci si dovesse limitare a una pulciosissima storia da dover seguire. E, cazzo, già che ci siamo, infiliamoci pure qualche personaggio specificatamente tratto da un ciclo particolarmente figo, chessò... Il lungo Halloween!", quella volta nello specifico, in cui ho pensato tutta questa cosa qui, dev'essere successo qualcosa tipo nel film "Da grande" di Pozzetto, perché qualcuno, a 'sta figata, c'ha pensato davvero. E l'ha chiamata Batman Arkham City. [...]

venerdì 21 ottobre 2011

Scusi signora, ho fatto tardi. Isaac può uscire a giocare?


Il gioco indie del momento. Quello sulla bocca di tutti. Un mese fa.
Eh, lo so, caro signor Edmund McMillen, lo so che avrei dovuto giocare Isaac molto, molto prima, in virtù della mia posizione all'interno di un sito di videogiochi indipendenti, però sono molto impegnato. Molto. Tra Dark Souls e Gears of War 3. Quindi ieri, nell'attesa che il Cavaliere Oscuro arrivasse planando fin sul cornicione di casa mia, finalmente ho messo mano al suo gioco. Devo confessarle, signor McMillen, che Super Meat Boy mi ha fatto incazzare così tanto lungo la mezz'oretta di gioco che gli ho concesso, che non ho più avuto il coraggio di riaprirlo. Quindi sì, teoricamente partivo molto prevenuto nei suoi confronti. E... Isacco mi è piaciuto un botto. [...]

giovedì 20 ottobre 2011

È finito l'incubo: Dark Souls e il vaffanchiurlo facile


Ieri notte ho finito Dark Souls. Lo dico con una punta (la punta dell'iceberg) di soddisfazione ma sopratutto di sollievo. Perché non ne potevo più. Non perché il gioco sia brutto (giammai), ma perché ho totalizzato qualcosa come 50 ore in due settimane. Follia allo stato puro, ma domani esce Batman Arkham City e nessuno doveva mettersi tra me e Selina Kyle (avrei voluto scrivere Bruce Wayne ma suonava dannatamente sbagliato!). La sensazione è stata spiazzante; come quando ti risvegli dopo un brutto incubo e te ne stai là, con la testa sul cuscino e gli occhi sbarrati. Senza il coraggio di riaddormentarti. [...]

mercoledì 19 ottobre 2011

The Walking Dead, buona la seconda?


C'eravamo lasciati in modo plateale. Con quegli urli dal balcone con tanto di lancio di oggetti e "nontivogliomaipiùrivedere!" gridati al vento. Io e la serie TV di The Walking Dead ci odiavamo. Di brutto. Non facevo che parlare male di lei in giro. Raccontando pure quei particolari che dovrebbero rimanere in una coppia e non uscire mai dal circolo stretto dell'intimità che si forma tra una persona e una storia appassionante. E poi niente, ci siamo persi di vista, come si fa in questi casi. Fino a ieri.
Ora, mettendo tutte le mani avanti possibili, facendo corna, spergiuri e tutti i riti pagani del mondo, e ricordandomi fortissimamente che la prima puntata della prima stagione era clamorosamente bella a fronte di un resto clamorosamente pietoso, e sperando che quello che sto per dire non fotterà irrimediabilmente il continuum della serie, questa prima puntata della seconda stagione potrebbe essermi piaciuta. [...]

martedì 18 ottobre 2011

TIScast #8 is out!


E rieccoci. Cambiati sì, ma in fondo sempre uguali. Poeti. Una nuova formula, suggellata dalla presenza di una delle persone che implicitamente ci hanno ispirato nella creazione di TIScast, ormai qualche mese fa: l'amico Tommaso "Gatsu" De Benetti, conduttore di Ringcast, papà di Parliamo di Videogiochi, padre padrone di Players e tante altre cosettine bellissime.

lunedì 17 ottobre 2011

Terra Nova: L'Asylum prodotta da Steven Spielberg


È quel periodo dell'anno in cui decine di nuove serie TV si ripropongono, come peperoni indigesti, costantemente sulle reti televisive watssamerican e finiscono in meno di uno schiocco di dita da noi, tradotte e imbellettate. Che sennò tutti se le scaricano dall'internetto e Sky finisce in miseria, come ai tempi di Lost. Terra Nova, che non è una serie TV che parla di cani di dimensioni medio grandi, ma una roba estremamente Stargate, molto Avatar con un tocco di Jurassic Park. Ovviamente, come tutto da un paio d'anni a questa parte, prodotta da Steven Spielberg che non sa che fare poveraccio durante il giorno e "dopo l'ebrei de guera" (.cit) s'è messo a produrre un po' tutto quello che gli capita sotto mano. Ieri sera, con un po' di ritardo rispetto alla messa in onda, ho visto il pilota della serie. Un'ora e ventidue di polpettone con un gusto un po' strano. Così tanto strano che già dopo qualche minuto è suonato il campanello d'allarme: quello non era polpettone. [...]

sabato 15 ottobre 2011

Lasciami Entrare e ti racconto una Blood Story


Gli svedesi sanno fare solo mobili difficilissimi da montare e pasta a forma d'alce? No. Sanno anche scrivere romanzi di buona fattura sui vampiri, in un decennio in cui qualsiasi cane che sappia pigiare tasti scrive romanzi di vampiri. E sanno pure girare film tratti da romanzi di vampiri di buona fattura.
Partiamo dal presupposto che ultimamente (leggi negli ultimi cinque anni) il solo nominare della parola vampiri mi provoca fortissimi spasmi addominali, e che io, questo film fai-da-te di pregevole fattura non l'avevo mai visto. Poi, il giorno che sono andato al cinema a vedere L'alba del Pianeta delle Scimmie, mi passa questo trailer di Blood Story anche un po' anonimo ma con una sparata finale della madonna: "Il miglior horror degli ultimi 20 anni. Andatelo a vedere e mi ringrazierete" firmato Stephen King. A quel punto la cosa ha assunto contorni religiosi e, per contratto con l'Altissimo, ho dovuto vedere originale e remake. Ma qual'è meglio? Qual'è peggio? Qual'è? [...]

Condividi!