martedì 10 maggio 2011

I supereroi Marvel che se gli girano i cinque minuti...


La Marvel pare avere una predilezione per i personaggi pazzi. Non pazzi in modo carino tipo: "pazzerelli" o "fuori di testa". Proprio matti, di quelli che quando li incontri per strada fai finta che il marciapiede sia interessantissimo e la signora col figlioletto dietro di te dice a denti stretti: "Non lo guardare che questo è matto".
La cosa bella è che questi tizi poco raccomandabili non sono sempre supercriminali e, anzi, tante volte sono proprio gli eroi che salvano il culo all'umanità. Fino a quando la brocca non gli parte del tutto e diventano a loro volta la più grande minaccia all'ordine pubblico. Li avete visti militare nei vendicatori, come eroi solitari, come giustizieri mascherati ma quali sono gli eroi matti più matti del Marvel universe? [...]



Nonostante sembri uscito da Dead Space, Penance non ha nessun legame con Isaac Clark. Conosciuto come Speedball, Robbie Baldwin militava nei New Warriors, un gruppo di ragazzini (uno dei tanti gruppi di ragazzini Marveliani, ma a questa voglia di rivalsa adolescenziale dedicheremo un altro post) con superpoteri che, oltre ad aiutare il prossimo, aveva le mani in pasta in un reality show così pezzente che non lo trasmetterebbero nemmeno su Real Time.
Robbie fu una delle cause scatenanti della Civil War che colpì l'universo Marvel qualche anno fa. Infatti per colpa di un raid finito male, i New Warriors innescarono un'esplosione che fermati, causando centinaia e centinaia di vittime.
Robbie non la prese granché bene, complice forse anche il fatto che venne accusato dai media, arrestato, malmenato dagli altri detenuti, etichettato come "uccisore di bambini" e, successivamente, proprio mentre veniva scortato al processo, il simpatico genitore di una delle giovini vittime dell'esplosione, pensò bene di sparargli contro. Dopo quest'ondata di affetto che nemmeno il più trucido dei barboni, Robbie sviluppa un nuovo potere. Esplosioni psichiche. Il problema è che per scatenarlo Robbie stesso deve provare dolore fisico. Ed ecco la genialata: Un costume simil-vergine di ferro, con più di 600 aghi conficcati nella pelle.
Lui dice che è una giusta punizione per quello che ha fatto. Io dico che è un tantino esagerato, però non è che me la senta molto di contraddirlo.


Marc Spector, prima ancora di diventare Moon Knight, era già una persona così tanto indecisa da presentare squilibri mentali. Marc era stato un mercenario, un marine e infine, non avendo trovato la sua strada nella guerra, un pugile. Poi, in seguito a visioni mistiche perpetuate in Egitto, dov'era stato lasciato a morire in fin di vita, incontra il dio Khonshu che gli chiede di diventare Moon Knight.
E digli di no a Khonshu.
Il grande problema del rapporto tra Moon Knight e questa divinità dal nome particolare, è che Khonshu gli appare spesso e volentieri, dispensando consigli. Consigli su come diventare sempre più violento e corcare di botte i vari criminali che gli si mettono tra i piedi.
Moon Knight non è che si faccia tanti problemi, ed è diventato famoso in tutto il Marvel Universe per i suoi modi brutali.
Durante Civil War, Steve Rogers lo pigliò a male parole, tacciandolo di essere ben più pazzo di altri personaggini come Frank -Il Punitore- Castle. Iron Man invece, nell'infinita saggezza e bontà di Tony Stark, decise di lasciarlo combattere a suo fianco. Almeno fino a quando Moon Knight non massacrò di randellate Spettro Nero.
Ufficialmente dichiarato morto, in realtà si trova in Messico, a picchiare gente a caso.
E' apparso ultimamente nella miniserie "Shadowland", dove non c'entrava una mazza. Come tutti gli altri personaggi.


Di Fenice ne abbiamo dette di ogni, ma è forse colpa mia se è una dei personaggi più incasinati di sempre? Se potrebbero produrre un'intera serie di quelle che piacciono tanto alla mtv generation, con i teenagers disperati perché la mamma non li capisce, e il fidanzato\a non li capisce, e loro sono diversi ma il mondo non li capisce?
No, perché Jean Grey ha sicuramente una storia problematica alle spalle. E' una che quando le prendono i cinque minuti, attacca i propri alleati senza farselo ripetere due volte. Tipo l'Italia, per dire.
Jean e il suo squilibrio mentale hanno portato a danni ingenti tipo nova solari, distruzione di interi sistemi planetari, estinzione di civiltà aliene. Il fatto di essere morta e resuscitata una mezza dozzina di volte non l'aiuta a stabilire una sanità mentale... sana.


Frank Castle è uno dei miei personaggi Marvel preferiti. Forse IL preferito.
Perché non ha superpoteri se non una super spietatezza. Perché è uno che risolve tutto a fucilate. Perché la serie MAX, scritta da Garth Ennis, è la migliore cosa made in Marvel che abbia mai letto.
Ma Frank Castle è anche un uomo molto, molto, ma davvero molto, pazzo.
Ecco, magari quei mafiosi che per sbaglio decimarono la famiglia di Frank, quel maledetto giorno lì, a Central Park, non lo sapevano che Castle senior era già uno mezzo matto ai tempi del Vietnam e che è un sadico, uno col senso della giustizia spinto al limite. Uno che se deve strapparti le palle, lo fa.
E non si ripara dietro la scusa di un dio egizio con un nome impronunciabile, lo fa perché va fatto. Sempre con la stessa espressione calata sul viso: mai un accenno di gioia, tristezza o soddisfazione.


Eh, Sentry. Sentry è matto di brutto. Del tipo che ha due personalità distinte: Sentry e Void. E nessuna delle due sta bene con sé stessa.
Nell'immagine lo vedete squartare Ares, il dio della guerra, in preda a uno dei suoi raptus omicidi in cui perde il controllo e squarta gente.
Sentry è l'eroe più potente della Marvel, equiparabile a Superman, e la cosa che sia anche uno dei più squilibrati è davvero molto rassicurante.
La personalità di Sentry ha provato più e più volte a suicidarsi, per non soccombere all'ormai preponderante Void. Come potrebbe decidere di uccidersi Sentry? Come tutti. Scagliandosi sul sole.
In realtà Void non era d'accordo per niente e dopo aver devastato Asgard, sconfiggendo tutti i supereroi, ebbe la peggio contro l'eliveivolo Hammer che gli si spiaccicò sul muso e, tornato in sé, chiese a Thor di ucciderlo e farla finita con 'sta storia di identità latenti e malvagie, che ormai sembra un libro di Palahniuk. Thor, da buon uomo asgardiano con la battaglia sempre nel cuor, acconsenti alla richiesta dell'amico. E lo uccise.
Chissà per quanto.


Non è che Bruce Banner sia proprio matto matto. Il fatto è che quand'è arrabbiato si trasforma in un gigante di tre metri forte quanto il Dio del Tuono. Ma, sinceramente, quante volte l'avete visto sotto forma di scienziato mingherlino e quante come gigante di giada? Questo significa che Bruce Banner è sempre incazzato? O che forse la personalità di Hulk, diciamo pure il suo Mr.Hyde, è ben più forte?
E che dire di quand'è tornato sulla Terra per schiavizzare la razza umana? Vi sembra forse un comportamento da "uomo che sta bene"?


Wade Wilson. Deadpool. Quello che sembra l'uomo ragno però figo, con la spada e le pistole. E completamente, fottutamente, matto.
La storia di Wade è triste e anche un po' sfigata. Ormai in procinto di morire per il cancro che lo affliggeva, Wade decise di sottoporsi al trattamento riservato a Wolverine, per ottenere rigenerazione cellulare ed evitare di crepare. In realtà i tipi di Arma X si divertirono a fare esperimenti sul poveraccio, roba che in confronto Logan fu fortunato.
Deadpool è uno sproloquio continuo. Soffre di una logorrea ben più grave di quella di Peter Parker, solo che le sue battute sono sempre così idiote (più idiote di quelle dell'uomo ragno, omg) che è impossibile non sbottare a ridere. Parla con le voci nella sua testa, parla col lettore, meno spesso parla con il nemico. Inoltre è afflitto da tutta una serie di allucinazioni folli.
Se il personaggio vi piace, vi segnalo che a Giugno la Panini inaugurerà una serie mensile tutta sua.



12 commenti:

  1. Penance è un fighetto =O non sapevo della sua esistenza ma secondo me è un personaggio interessante, e cerca solo un pò di coccole *-*
    poi dead pool ovviamente è il migliore, che su marvel vs capcom fa anche il moonwalk buahahha

    RispondiElimina
  2. Dici così solo perché è identico a Isaac :sisi:

    RispondiElimina
  3. pure a voldo di soul calibur :sisi:

    RispondiElimina
  4. manca devil, che quando gli girano i cinque minuti costruisce pagode cinesi e diventa dittatore zizi

    RispondiElimina
  5. Deadpool, sbavo solo a pensarci.
    Ho letto di un fiato tutto 'In viaggio con la testa' e attendo con ansia il Superpack (che guardacaso) ho ordinato oggi in fumetteria.

    RispondiElimina
  6. In effetti Penance è una personcina interessante, probabilmente molto semplice e cordiale.
    Sentry avevo letto qualcosa su wiki e ci avevo lollato su tempo addietro, quanta cafonaggine Marvel...
    E comunque vorrei ricordare a Moon Knight che il vero sballo è dire no.

    RispondiElimina
  7. Articolo interessante e molto bello, allora secondo me:
    - Penance: come personaggio è uscito bene, però è stato sfruttato male nei Thunderbolts e il modo in come sono nati i suoi nuovi poteri e tanto pezzente.
    - Moon Knight: non ho praticamente letto niente su di lui, ma mi è sempre stato sulle balle, principalmente perché mi sembrava un sorta di clone Marvel di Batman, molto sfigato…
    - Jean Grey: che, che se ne dica a me è sempre piaciuta tantissimo come personaggio e la sua incarnazione di “Fenice” è sempre la migliore. Poi pure come “Fenice Nera” merita, uno dei migliore cattivi. Io è da “Messiah Complex” che aspetto di vederla di nuovo in azione, non ne posso più di leggere le storie della figlia sfigata, ma temo che sarà difficile (sta storia di “Hope Summers” è abbastanza zingare perché tutti sappiamo che è Lei, cazzo!)
    - Punitore: una volta non lo apprezzavo particolarmente poi anch’io ho iniziato a leggere la linea MAX di Ennis ed è stato amore. Se dovessi scegliere la mia storia preferita del punitore direi che è “In Principio”.
    - Sentry: ecco qui sono abbastanza combattuto, perché da un lato è un personaggio molto coatto, ma questa storia di una versione di Superman più cazzuta, schizofrenica, con la formula “supereroi con super poteri” portata allo stremo è molto bella ed interessante Poi tutta la storia della sua nascita con il super “inganno” e geniale.
    Nota: in quell’immagine, quando fa fuori Ares (per fortuna) durante “Assedio” e poi dice:” Allora, quanti dei devo uccidere oggi?” è troppo tamarro XD
    - Hulk: non m’è mai piaciuto, anzi ho sempre sperato che alla fine lo impallinassero, ma niente… se proprio devo trovare una storia dove sono riuscito ad apprezzarlo credo sia in “World War Hulk” dove pesta tutti.
    - Deadpool: idolo indiscusso! Inizierò di sicuro a Giugno la serie regolare visto che mi è piaciuta davvero tanto la storia “In viaggio con la testa”.
    Nota: il fatto che abbia la consapevolezza di essere fumetto è bellissima perché escono fuori battute fantastiche come quando una volta disse:” Questo non sta accadendo davvero! Non lo sai? C'è un omino là fuori... un tizio con la macchina da scrivere... è tutto frutto della sua immaginazione malata!” XD

    RispondiElimina
  8. Oh, quanto hai ragione su Jean. Secondo avvento lo sto apprezzando davvero moltissimo ma stiamo tutti aspettando che sta ragazzina si palesi.
    La mia storia preferita del Punitore... mi metti in crisi. Forse "Schiavisti" o "La lunga e fredda notte". Comunque la serie Max è spettacolare!

    RispondiElimina
  9. Sentry win su tutti, è proprio un figo della madonna con quella doppia personalità e cattiveria innata. Ma anche Deadpool non è male, sopratutto è l'unico che forse ha una storia decente alle spalle :O

    RispondiElimina

Condividi!