mercoledì 8 giugno 2011

E3 2011: Conferenza Nintendo: dove si fa una supercazzola talmente ben riuscita da ubriacare milioni di persone.


Nintendo apre vincendo. A tredici secondi dall'inizio della diretta, Nintendo si porta a casa il titolo di migliore conferenza di quest'anno. Un'orchestra intona il theme di Zelda, è tutta un'armonia di violini, contrabbassi, tromboni e altri strumenti che non conosco. Ma l'insieme suona in modo magnifico.
Sullo sfondo, il megaschermo mostra le immagini di gioco di tutti gli Zelda usciti fin'ora, ci ricorda che è passato un quarto di secolo dal primo, indimenticabile, capitolo e poi con un moto di generosità puramente nintendiano mostra qualche scena del nuovo Zelda: Skyward Sword.
Neanche il tempo di commuoversi, saltando in piedi sul divano e intonando la melodia con la mano sul cuore, che ti entra Miyamoto. Quel gran bel bambino di Miyamoto che non conosce l'inglese. [...]



C'è un momento di confusione quando Miya e l'interprete cominciano a parlare insieme, uno in giapponese e l'altro in inglese, nello stesso momento. Sto un po' a chiedermi come faccia l'interprete a sentire quello che dice Miyamoto ma poi il Miya sorride alla telecamera e mi si scalda il cuore a vederlo così: senza preoccupazioni. Non come l'anno scorso quando il Wiimote smise di funzionare proprio durante la presentazione di Zelda. Felice, tranquillo, rilassato. Che tanto anche se gli si spegnesse tutto sul più bello, quest'anno, con un'introduzione così, hanno già vinto.
Comincia a scherzare con l'orchestra, imita i gesti di Link, apre forzieri invisibili e gioca col pubblico. Quant'è simpatico Miyamoto? Tutti, a dispetto dell'odio spruzzato acidamente in faccia al proprio vicino fino al giorno prima, riscoprono l'amore per il prossimo.
Prima di congedarsi Miyamoto ringrazia il Team di Zelda e annuncia che Skyward Sword sarà disponibile "this holiday" per Wii. Il mio Wii, a casa, ha un orgasmo e sogna di questo giorno -neanche troppo lontano- in cui proverà di nuovo l'emozione di essere acceso.

T'oh, guarda come si diverte il Miya!

Iwata entra sul palco e prende la parola. Sembra stia attaccando uno di quei pipponi meravigliosi che gli piace tanto fare a proposito di quanti fantastiliardi hanno guadagnato con Wii e Ds, invece così, a tradimento, inizia subito a cianciare della nuova console (perché a questo punto si è ancora tutti convinti che sia una console nuova quella che presenteranno... no?). Dice che con le loro console non sono mai riusciti a ottenere l'obiettivo di accontentare tutti i tipi di giocatori. Dice che questo è stato il loro puntino durante lo sviluppo del nuovo progetto. Però, dice, pericolosamente vicino al momento del climax, non stiamo qua a pettinare le scimmie fino all'anno prossimo, quest'anno è l'anno del 3DS! Agevolate il filmato, prego!
E parte un trailer lunghissimo e stupendo. Talmente lunghissimo e talmente stupendo che sono già li a trafficare per trovare un modo di gabbare Gamestop e accaparrarmi un 3DS.
Sullo schermo sfrecciano i kart del nuovo Mario Kart che sembra favolosamente divertente, le astronavi di Star Fox, Kid Icarus che finalmente sembra pronto. E poi due perle: Il nuovo Super Mario e Luigi's Mansion 2.

Luigi acchiappafantasmi il ritorno

A parlare più approfonditamente dei giochi per 3DS arriva Reggie. Senza salutare, maleducato come solo Microsoft alla fine della conferenza di ieri. Reggie è crucciato, parla rivolto alla telecamera e al pubblico, grave come se stesse parlando della morte del suo gatto. Fa pause sceniche, muove molto la mano destra ma, soprattutto, Reggie non ride mai. Per avere la forza di seguire il discorso mi tocca riportare alla mente Miyamoto che mi sorride con i suoi settantaquattro denti storti.
Reggie parla più approfonditamente dei giochi: Mario kart ha gli alianti, i percorsi sott'acqua, un casino di cose che mi hanno fatto luccicare gli occhietti; Mario 3D è semplicemente troppo perfetto per spiegarvelo a parole, guardatevi un trailer: sembra un misto tra Galaxy e Mario 64. C'è un trailer lunghissimo su Luigi's Mansion 2 e sembra davvero divertente. Inoltre, dice Reggie, sempre serio come un ladro di motorini, non ci sarà una sola magione da esplorare ma diverse.
L'unica nota dolente è che non dicono una data d'uscita manco a pagarli. Tutta roba bella ma quand'è che la vedremo? Reggie dice prima della fine dell'anno. E crediamogli un po'.

Mario 3Ds è semplicemente... Argh! Stupendo!
Reggie cerca di distrarci, promettendoci pokedex gratuiti e le riproposizioni 3d delle vecchie glorie Nintendo, direttamente scaricabili dal nuovo shop, disponibile con l'aggiornamento firmware della prossima settimana. T'oh, mi voglio rovinare, vi regaliamo pure Zelda Four Swords.
E' un momento bellissimo: tutti si amano, tutti sono convinti di prendersi un 3DS il prima possibile.
Poi inizia la supercazzola.
Arriva sotto forma di tutta una serie di pronomi personali, spesso anche attaccati tra loro, che confondono le cose. E' una pioggia di we, Wii, you, you will play with wii u. Tutto comincia a sembrare troppo farcito di vocali e Reggie accenna a un tarapia tapioca prematurata la supercazzola con antani.
Tutti si guardano sbigottiti e allora parte il filmato.

"Scusi, mi da l'ultimo Mario per Wiiu?" "Wii o WiiU?" "Chi?" "Wii...U?" "Io?"

Il filmato mostra questo Wii U, anzi no, non lo mostra affatto, ne mostra solo il controller: una specie di enorme tablet con i tasti, grande all'incirca come il tavolino di casa vostra. Poi il nonsense più completo.  Nei cinque minuti successivi viene mostrato: un tipo che accetta di smettere di giocare sul suo televisore da settanta pollici per far vedere una partita di baseball (ma davvero?) a un estraneo con una telecamera; lo stesso tizio che dal televisore passa a giocare sul Wii U che poi alla fine non è nemmeno tanto più piccolo; chiaramente l'illustratore di Zelda che vuole illudere il mondo che Wii U vi conferirà capacità artistiche fuori dal normale; una partita a backgammon; un tipo che ci gioca a Wii Sport (ma allora è una periferica per Wii?); una ragazzina che si pesa tenendo in mano quell'affare, ignara che probabilmente questo influirà di brutto sul peso (ma allora è una bilancia?); un tipo che spia dentro casa della ragazzina che si sta pesando (ma allora è un device per guardoni? Lo ordino?); un ninja che si allena a lanciare shuriken; Una ragazza che videochatta con un ragazzo convinto che accarezzando lo schermo riuscirà ad accarezzare il cane della donna (quindi è un device per le chiamate in cui si accarezzano i cani?); Un pappagallo che canta canzoni Nintendo; Zelda in Uber Hd, con il controller che fa da inventario (allora è una nuova console?!?).

Attenzione: Non è il nuovo Nintendogs

Il filmato finisce, in sala c'è un entusiasmo immotivato. Se io potessi scommetterei dei soldi che nessuno ci ha capito niente. Alcuni pensano che la console sia proprio quello schermone coi tasti; altri pensano sia una periferica per il Wii. La verità è che c'è una console che non ci hanno fatto vedere. Quando comincio a pensare che è un po' come fare la presentazione della Playstation mostrando solo il DualShock, Iwata fa il nome di Smash Bros e il pubblico esplode.
Parte una tech demo, di un passero che porta un fiore di ciliegio, dal senso dubbio. Nessuno, nemmeno per un secondo ma proprio mai, crede che sia grafica in game. Sicuramente quel video girava anche sul mio cellulare.
E poi ancora entusiasmo: tutti i producer dell'universo (tra cui quella donna di facili costumi di Levine) si eccitano tantissimo del nuovo device. Dicono che ci faranno girare sopra Darksiders 2, Batman Arkam City, Alien Colonial Marines e sono tutti felici.
Ok, chiedo io, ma quando Microsoft e Sony presenteranno le nuove console?
Che ci piazzerete là sopra? Silenzio stampa. No comment.
Iwata continua il suo discorso mezzo in inglese, mezzo in giapponese. Ce se capisce, non ce se capisce... io non c'ho capito un cazzo.
E, prima che possa capire che senso ha presentare una nuova console senza presentare una nuova console, Reggie saluta tutti e se ne va. Rientra nella sua gabbia, lo caricano sul camion e lo riportano nel suo habitat naturale: a lanciare barili a idraulici italiani.
Sgomento.

9 commenti:

  1. Io questo E3 (di merda) lo ricorderò per:

    - Sly 4;
    - Luigi's mansion 2;
    - PSVita (e prezzo);
    - Non aver capito un cazzo sulla WiiU (che poi era più bello il nome: Nintendo Nintendo).

    RispondiElimina
  2. In pratica: E3 2002 il ritorno, GBA / GameCube connection in quasi HD. Evviva l'innovazione, mancava solo che mostrassero Final Fantasy Crystal Chronicles.

    Alla fine tenendo conto che le azioni Nintendo sono precipitate dopo la presentazione del Wii U, e che di solito questi tizi che comprano / vendono non ci azzeccano mai, direi che avrà un grande successo.

    RispondiElimina
  3. Tra l'altro Sony ha già rilasciato che con PSP vita stanno cercando di fare la stessa cosa. Streaming da ps3 e a quel punto questo Wii U a che servirebbe?

    RispondiElimina
  4. Chi li capisce a sti giapponesi, ci hanno fatto vedere che con quella sottospecie di tovagliolo puoi anche pulirti al bagno ma la console non se l'è cagata nessuno.
    Venderà miliardi di copie sicuramente, peccato che prima o poi dovranno spiegarci come funziona, perchè io dopo 372275728 video ancora non l'ho capito °__°

    RispondiElimina
  5. Stanno aspettando che qualcuno glielo spieghi.

    RispondiElimina
  6. ripeto la mia idea della inutilità del Wii U,cosa c'è di interessante in questa periferica/console/boh? non ho visto niente di innovativo sinceramente, tutte cose che potresti fare benissimo con altre cose (e con tempo di impiego decisamente minore), hanno voluto presentarlo giusto per fare gli sboroni. sta nintendo oh.

    RispondiElimina
  7. Prima mezz'ora carina, ok, la musica di Zelda è figa e Miyamoto si rende ridicolo (se non lo fa ad ogni E3 non è contento), però mi interessano i giochi cazzo i giochi dove sono i giochi nuovi. Di SS hanno fatto vedere pochissimo.
    Poi filmati dei giochi 3DS. MK bello, ma scontato e sinceramente non sembra molto diverso dal capitolo DS. Kid Icarius con character design da SquareEnix. LUIGI'S MANSION 2 CAZZO SI. Mario 3D dai video invece sembra leeeento leeeeeento, leeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeento che quasi sembra uno strategico a turni.
    Il, fantastico, utilissimo pokedex in treddì con modelli da psx di ben addirittura incredibilmente 15 pokemon, non aspettavo altro guarda.
    Zelda 4Swords gratis è figo, ma vabbè.
    Poi boh. Mostrano il wiiu, cioè mostrano il controller, cioè fanno vedere che c'è un controller fatto in quel modo, cioè non si capisce niente.
    E i filmati dei giochi 3rd party che non si cagherà nessuno perchè usciti un anno prima su ps360, presi per ammissione dello stesso Iwata dalle stesse versioni ps360, tristezza immane.
    Sul wiiu son curioso ma neanche tanto, boh, ammetto che mi pare una emerita cazzata. Spero di sbagliarmi.
    Ah, e dimenticavo Smash Bros. Vabbè, hanno detto solo che ne faranno uno in futuro (roba proprio inaspettata eh) e basta, quindi se andrà bene lo rilasceranno tra un paio d'anni.

    RispondiElimina
  8. Eh, sì. Un paio d'anni. Giusto il tempo di capire come cazzo è che funziona Wii U che attualmente non ne hanno la minima idea manco loro.

    Comunque la roba 3ds è potentissima. Maledizione, potentissima. Sto aspettando un pricedrop in risposta al prezzo di Vita. Speriamo bene.

    RispondiElimina
  9. Come già t'ho detto secondo me il Wii U (sticazzi der nome sinceramente) ha grandi potenzialità, e mi fa ben sperare che tanti "brand" importanti abbiano deciso di puntare sulla nuova periferica Nintendo perché per me ne può nascere veramente qualcosa di unico.
    Nota a margine sulla cultura giapponese sull'inglese: loro l'inglese lo sanno, e a buon bisogno anche molto meglio di noi italiani (ma và?) il fatto è che per poter adattare la loro pronuncia all'inglese fin da bambini gli insegnano cose improbabili (Backlight--->Bakkuraito) e quando in età adulta si rendono conto che è ridicolo è molto difficile per loro ricostruire tutta una fonetica(che si impara durante l'infanzia).

    RispondiElimina

Condividi!