giovedì 28 luglio 2011

C'è solo un Capitano! Un Capitanooooo! (Captain America: The First Avenger inside)


E non Capitan. Come decine di anni di fumetti Marvel ci hanno insegnato a conoscerlo. Captain. Perché? Bo. Inspiegabile.
Leggevo in giro pareri che oscillavano dall'odio più puro all'amore incondizionato. Doc Manhattan che diceva che era il peggiore della tripletta degli ultimi film marvel (e io a Doc gli voglio bene e l'ascolto sempre). Addirittura sentivo di gente che si permetteva di chiamarlo Capitan America, alla cassa del cinema, per prendere i biglietti. Capitan! Ignoranti.
Ma il film, quello col tipo rachitico che in realtà è un mostro muscoloso, com'è? [...]

lunedì 25 luglio 2011

Navi da combattimento in fiamme al largo dei BASTION di Orione


Oggi pubblicheremo la mia recensione di Bastion su The Indie Shelter. Ve la linkerò QUI, non appena sarà online. Il voto sarà alto, altissimo, alterrimo, forse un filino troppo, o almeno così sembra a ragionarci su, a pensare a quanto quel numero a due cifre implichi possibili polemiche, confronti ingiusti, vecchie glorie del passato che tornano per reclamare il trono. In realtà, despite all (come dicono quei fighi degli americani), Bastion è un titolo che andava premiato, in virtù della sua originalità, della cura che c'è in ogni singolo pixel, del livello di produzione altissimo quasi privo di sbavature. [...]

venerdì 22 luglio 2011

Un Momento nel Tempo: La risposta a tutte le vostre domande!


E' così che titola il primo fumetto su cui inizia "Un Momento del Tempo", la saga dell'Uomo Ragno che si prefigge il compito di rispondere a tutte le domande che non avete mai osato chiedere. Forse semplicemente perché non sapevate a chi chiederle. Tipo: "Qual'è il numero di telefono di Megan Fox?"; oppure: "Perché hanno tolto Dreamland da tutte le sale cinematografiche del mondo prima che potessi vederlo?"; ma anche solo: "Perché Joe Quesada di punto in bianco impazzì cancellando anni e anni di storie del Ragno?". Purtroppo la domanda a cui vorrebbe rispondere questa saga è quest'ultima. Ignorando l'urgenza di vedere Dreamland. Ma, almeno, lo fa? No. [...]

martedì 19 luglio 2011

Splinter Cell Convinction: quel duro di Sam Fisher


Continuando la serie: "Giochi comprati d'estate a due spicci", ho acquistato (a 7 euro, nuovo) e terminato, l'ultima avventura del buon Samuele Pescatore. Questo Convinction tanto bistrattato dagli utenti e dalla critica che, all'epoca dell'uscita, si beccò più di una pernacchia collettiva. I motivi? Presto detti: tradiva le origini della serie, durava uno sputo, Sam era un personaggio fondamentalmente diverso e, sopratutto, era un titolo assolutamente troppo action rispetto agli altri Splinter Cell. Quanto c'era di vero? Tutto. [...]

lunedì 18 luglio 2011

I cazzi vostri: le (folli) tag di ricerca con cui arrivate sul blog 3


Ebbene sì. Avevo detto che mi sarei fatto perdonare per un'assenza prolungata, a volte giustificata, altre no. L'avevo promesso, e qual'è il modo migliore per ricompensare i lettori del blog se non fornire loro un po' della loro stessa follia? Perché ormai sembra che si arrivi qua su Panino al Salame cercando su google qualsiasi cosa che abbia a che fare con membri maschili, tette o vecchie (...). E allora ripartiamo insieme, per la terza volta, a scoprire quali sono le tag di ricerca più strane con cui le persone entrano su questo blog.

PS: Guardate 'ste tre vecchie, perché alla fine del post non riuscirete a vederle mai più con gli stessi occhi[...]

venerdì 15 luglio 2011

Harry Potter I Doni Della morte, Parte 2: La famiglia è sempre la ...


Ah no, quello era un altro "parte 2" famoso.
Harry potter. Tutto finisce, recita la locandina, ispirando subito una selvaggia grattata di palle. Come se l'immagine di Harry, Ron ed Hermione (giuro che non mi sto toccando mentre scrivo il suo nome, bhe, oddio, un po' sì), semi massacrati e col sangue incrostato sulla faccia (sangue incrostato sulla faccia che è una presenza fissa nel film, il vero protagonista), non bastassero a restituire la sensazione di catastrofe imminente. E allora via, a guardare questo film, di cui io ho letto il libro ormai troppi anni fa e di cui ricordo scene random e frammenti di discorsi, probabilmente mescolati con altra roba. Forse è per questo che m'è sembrato così fedele al libro. [...]

giovedì 14 luglio 2011

Aggiornamenti The Indie Shelter: TIScast # 01 e Mega contest


Sì, lo so, vi sto snobbando. Mi farò perdonare, promesso.
Nel frattempo vi segnalo queste due news calde calde:

- E' uscito il primo (secondo) numero di TIScast, il podcast più bello del secolo, in cui c'è anche il sottoscritto. Potete arrivarci da QUI.

- Abbiamo iniziato un contest, che durerà fino a Lunedì, con in palio... nientepopodimenoche, Half Minute Hero di cui vi ho parlato l'altro giorno! Quindi partecipate, qualora il gioco vi interessasse, altrimenti (favore personale: vi voglio bene) segnalatelo ai vostri amici boxari.

Appuntamento a domani con quella quattrocchia volante di Harry Potter. In realtà io vado a vedere Emma Watson.

martedì 12 luglio 2011

Quei giochi XBLA che devi giocare per TIS, presenta: Half Minute Hero eccetera, eccetera


Perché su TIS devi fare l'uomo erudito che scrive bene e con cognizione di causa. Qua no.
Però Half Minute Hero eccetera eccetera (in realtà ha un nome lunghissimo... aspettate che lo pesco: Half Minute Hero Super Mega Neo Climax... limortelli), è un gioco veramente bellino e volevo parlarne anche qua, dove le cose si fanno tra amici. Dove c'è Barilla c'è casa.
Tra le innumerevoli ore passate a programmare per l'esame di ieri (che, a proposito, spero sia andato bene -supergrattatadipalle-), i miei unici compagni sono stati questo eroe del mezzo minuto e Ms 'Splosion Man, che fino a ieri non potevo parlarne perché era sotto embargo e mi crepavano di mazzate. [...]

venerdì 8 luglio 2011

Deadpool, il nuovo mensile


Una entry rapida rapida, che Lunedì ho l'ultimo esame della sessione estiva e finiamo questa croce.
Stamattina ho letto il primo numero di Deadpool (con tanto di numero 0) e volevo scriverci due cosette. Intanto: Che bello! Il numero zero è per collezionisti! Ma anche il numero uno è per collezionisti, che c'hanno piazzato la sovraccopertina in pvc (= plastica schifosa) e due euro e venti in più sul prezzo! Numeri da collezionisti per numeri da collezionisti. Stampati in milioni di copie di tiratura, basti pensare che nella mia fumetteria c'era solo questa edizione con la sovraccopertina in pvc, quella normale era finita da un pezzo. Giustamente può essere pure che gli altri N clienti prima di me non siano così coglioni da spendere due euro e un pezzo in più per nulla, eh... capacissimo. [...]

giovedì 7 luglio 2011

Dio Bono, come pompa Child of Eden


Apro così, con questa citazione agli Elii, che fa sempre cultura, simpatia e amore verso il prossimo. Amore verso il prossimo che poi è un po' la sensazione che ti avviluppa quando sei perso nei tunnel sintetici e luccicanti di Child of Eden, lì, immerso nel liquido amniotico, che muovi la gambetta e batti il piede seguendo il tempo, col cuore che sobbalza a ritmo coi bassi e le luci sullo schermo che scompaiono in mille flash luminosi a tempo di musica. Lì, con la bocca semiaperta, le zanzare che ti ci entrano dentro (è una storia vera) e la bavetta pericolosamente in bilico sul labbro inferiore. Col pad che vibra nel momento giusto, della giusta intensità. Ed è tutto giusto. Tutto troppo giusto, zio. [...]

mercoledì 6 luglio 2011

Il Ritorno Di Bruce Wayne: il finale... Dio, mio...


C'eravamo tanto divertiti, tre mesi fa, a parlare di questa storia. Con Batman nella preistoria, poi la caccia alle streghe, poi i pirati col tipo che aveva un mantello nel taschino. Avevamo apprezzato tutti quel bonario simpaticone di Morrison e c'eravamo dati appuntamento quando tutto sarebbe finito, momento che è coinciso circa con le ore 09:35 di stamattina.
Devo dire la verità: c'è stato un attimo soltanto in cui ho pensato: "'Sto cazzo di Morrison, vuoi vedere che s'è salvato in corner?" che è coinciso all'incirca con il numero 5, il penultimo, che probabilmente è il migliore della saga. Poi il finale e una certezza: Morrison è un tossicodipendente. [...]

martedì 5 luglio 2011

X-Men Secondo Avvento. Sono tornati i mutanti... ma quand'è che se n'erano andati?


Sono un grande Fan degli X-men. Non di quelli che conoscono a memoria tutti gli alberi genealogici e tutte le parentele nascoste della prole che i vari personaggi si lasciano alle spalle -anche perché c'è un intreccio che nemmeno Beautiful-, e nemmeno di quelli che: "Oh, Wolverine non si tocca". Però a mio modo sono un grande fan (a Big Fan -cit), non fosse altro che sto scrivendo questo articolo con indosso una bellissima maglietta blu degli x-men, molto vintage, comprata il giorno di inizio dei saldi. Questo mi da un punteggio credibilità di + 5.
Dicevamo, è appena finita la saga "Secondo Avvento", cioè la x-storia più importante dell'anno, che ha coinvolto tutte le testate mutanti. Insomma... che roba è?

lunedì 4 luglio 2011

Silent Hill Homecoming: e dove sono finiti tutti quei ragazzi? Qui non c'è più nessuno!


L'estate è un bel periodo in cui, in ambito videogiochi, il mercato è calmo come l'encefalogramma di un tronista. Le uscite sono praticamente nulle, le novità assenti e ci si arrabatta recuperando qualche gioco non imperdibile che ci si è lasciati sfuggire per strada. L'estate è il periodo in cui si punta sulla quantità (pochi soldi \ tanta roba) anziché sulla qualità. Il mio opening Season estivo è stato Silent Hill Homecoming, titolo che ho sempre voluto recuperare ma che, tutt'ora è a prezzi folli su 360 e appena accettabili su ps3. L'ho preso su quest'ultima, ignorando l'assenza dei trofei e il psn che continuava a riportarmi nella realtà indicandomi che "per un errore la mia connessione al psn si è interrotta". L'ho preso e finito in un tempo esageratamente lungo (qualcosa come tre settimane). E insomma, questo Silent Hill fatto dagli yankees, com'è?

venerdì 1 luglio 2011

Considerazioni sparse sui superpoteri (Parte due)


Avevamo preso questo discorso un po' di tempo fa. A proposito dei superpoteri e di quale convenisse avere, e del fatto che la Super Forza fosse un po' una Super Sola e che, anche il volo, preso a sé fosse piuttosto fine a se stesso. Le cose miglioravano leggermente con la Super Velocità, per via di tutto un ragionamento fisico che i nostro meravigliosi utenti ci hanno aiutato a individuare.
Visto che parecchia gente trova il blog cercando "come posso ottenere superpoteri", è importante presentare una gamma di vantaggi\svantaggi per ognuno di essi. Oggi cercheremo di parlare un po' dei poteri mentali che, secondo il sottoscritto, si rivelano non poco vantaggiosi. [...]

Condividi!