giovedì 31 maggio 2012

Il Fight Club del Libro: il fottuto mondo degli zombie sulla trentina


Periodo abbastanza tranquillo che sto affogando nella lettura (e in Dragon's Dogma, ma ci torneremo settimana prossima). Così, ho pensato: perché non raccontare in una piccola rubrica (con un nome originale che fermati, oggi davvero fantasiosi) a cadenza cazzodicane, se quello che ho letto nell'ultimo periodo mi è piaciuto o meno? L'idea è nata da due situazioni particolari tra i libri letti nelle ultime due settimane. Due libri parecchio deludenti in una scala da zero alla caramella che mastichi sperando sia morbida e invece è dura come un sasso. E poi avete visto quant'è bellino il badge di lato che mostra il libro in lettura su Anobii? Le maggggie dell'internet. [...]

martedì 29 maggio 2012

Quei meravigliosi personaggi dei comics che (chissà perché) oggi non ci sono più (Speciale Superman pt.1)


Torniamo ai personaggi dei comics e, più precisamente, torniamo a Superman. Dell'Uomo d'Acciaio potremmo parlare per decine di appuntamenti, tirando fuori dal cilindro via via copertine e situazioni sempre più assurde. D'altronde quando ti inventi un personaggio immortale e imbattibile è così.
Quelle che seguono sono una raccolta di copertine ridicole tratte proprio dalle avventure vintage del campione di Metropolis. Se anche a voi mancavano situazioni alla "Zebra Batman", ben tornati a casa. [...]

venerdì 25 maggio 2012

Quello che sto leggendo: Sempre con 'sta violenza in tutto


Anche questa volta l'appuntamento con i fumetti che ho letto è bello corposo. Complice un momento felice per le testate Marvel e il reboot DC, gli spillatini da edicola se ne vanno via, bevuti con la semplicità di un bicchiere d'acqua. Maggio è anche il mese in cui il megacrossover Fear Itself termina, con conseguenze parecchio pesanti, gente che ci saluta da sotto terra, città devastate, Vendicatori più uniti che mai ma segnati da perdite importanti. E come non citare la frattura che sta colpendo pure gli X-Men, che sembrano ora più che mai destinati all'oblio (che invece sfocerà in un'ulteriore testata mutante! Lallero! Ne sentivamo proprio il bisogno!). Insomma, sturie pese. [...]

giovedì 24 maggio 2012

Diablo 3 - L'inferno è un posto davvero accogliente


Non sono un grande fan della Blizzard. Probabilmente perché ha dato i natali a quell'aborto di anticristo videoludico che risponde al nome di World of Warcraft. Sì, dev'essere per quello, visto che sono un affezionato giocatore di vecchia data di tutti i loro altri titoli: dagli strategici Warcraft e Starcraft fino agli illustri antenati del terzo Diablo. La mia antipatia recentemente ha raggiunto livelli così alti che ho pensato di non dare nemmeno una possibilità al nascituro terzo capitolo di una saga che, in passato, mi ha tenuto incollato per ore e ore. Mai e poi mai sarei ricaduto nel tunnel. Mai e poi mai.
Come potete intuire dal fatto che sto scrivendo di Diablo 3, alla fine, nel tunnel, ci sono ricaduto. E tengo a precisare che è tutta colpa del resto del mondo che ci stava giocando. E io no. E queste sono cose che non vanno bene. [...]

martedì 22 maggio 2012

I Magnifici Sette: i Sette cliché che non possono mancare in un FPS


Ciabbelli, era un po' di tempo che non passavamo una giornata in compagnia dei Magnifici Sette, vero? E infatti sono tornati a trovarci, più Magnifici e più Sette che mai. Oggi, in questo martedì scontroso e bagnato, parliamo delle sette situazioni che non possono mancare in uno sparatutto degno di essere chiamato tale. Quei sette cliché che, gira gira, finiscono sempre nel calderone dei giochi in prima persona, quello stesso genere videoludico che ha fatto da padrone nell'ultima decade di giochi per console. [...]

lunedì 21 maggio 2012

Quella casa nel bosco - L'horror che ti strizza l'occhio


Fatevi un giro per la rete e date un'occhiata alle recensioni di Quella Casa nel Bosco, capirete in fretta perché stia attirando tanto l'attenzione dell'internet. È raro vedere un film che si busca consensi così unanimi, specialmente se fa parte di quel tanto vituperato genere horror che negli ultimi anni di sorprese ne ha riservate proprio zero. È pure vero che dietro questo prodotto c'è una sfilza di nomi grossi, che culminano con l'uomo del momento, quel Joss Whedon che ha dato vita ai Vendicatori su celluloide. Inoltre la premessa, a giudicare dal trailer, è interessante: sembra perlomeno mescolare le carte in tavola quel tanto che basta per scombinare le regole dell'horror classico. Cioè, tutto questo pippone finisce che sabato sono andato a vederlo, là, nel bosco, e che.... bof. [...]

giovedì 17 maggio 2012

I cazzi vostri: le (folli) tag di ricerca con cui arrivate sul blog (nona puntata)


Ciao bellissimi fiocchi di corallo, torniamo con la rubrica che piace da morire a tutte le simpatiche canaglie che sghignazzano delle anziane e dei loro facili costumi. Nella rubrica "i cazzi vostri", se ancora non lo sapete, si ridacchia delle tag di ricerca più strane con cui gli utenti arrivano in questo blog. Lo sa Dio come e perché, ma ci arrivano, eccome. In questa puntata c'è particolare attenzione per la razza suina, per quelle entrate scorrette durante la pratica di uno sport e una domanda finale che probabilmente incorona uno dei più grandi geni del nostro tempo. [...]

martedì 15 maggio 2012

Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. - Quando Mitch era una super spia


Devo essere una di quelle persone molto masochiste a cui piace prendersi calci sulle chiappe. Dopo il fantastico film dei vendicatori turchi di una settimana fa, non potevo mancare l'appuntamento con il film di Nick Fury, interpretato da quel frescone di David Hasselhoff. D'altronde il collega Fiandra lo diceva: servirebbe un film per introdurre il personaggio di Fury, così come hanno fatto con tutti gli altri supereroi. Eccotelo. Veditelo. Un'ora e venti di rottura di palle assoluta. [...] 

lunedì 14 maggio 2012

Hunger Games: Il film. Plus: quant'è bona Jennifer Lawrence


Si parlava giusto qualche giorno fa di quanto il libro fosse una simpatica cazzatina. Una di quelle che ti metti lì a leggere a cervello spento, ma che intrattiene grazie a una narrazione efficace e veloce, che non concede mai spazio alla noia. Si diceva pure di quanto fosse all'acqua di rose tutta la critica alla società borghese, quanto poco fosse approfondita la lotta (quella vera) classista tra i cittadini arricchiti e despoti e gli abitanti dei distretti, poveracci e puzzoni. Il libro, in pratica, rimane un peccato per non aver sopperito all'idiozia della trama con una bella smanacciata nel torbidume della società devota all'intrattenimento.
Hunger Games, il film, riesce a rimediare? Voglio dire, c'è la Lawrance e per me sarebbe un film già buono, ma riesce a esprimere meglio questi concetti? [...]

venerdì 11 maggio 2012

Quei meravigliosi personaggi dei comics che (chissà perché) oggi non ci sono più (Speciale Batman)


Ve la ricordate la parte I? Perché è come per Il Padrino, se vi siete persi quella allora la vostra vita non può più vivere. Torna questa (in realtà neonata) rubrica alla riscoperta dell'estro creativo di un tempo. Quando si scrivevano sceneggiature dei fumetti -chiaramente- sotto acidi. Quando in copertina c'era l'essenza di tutto l'albo: il nemico, il protagonista, lo spiegone. E via, avevi letto la copertina ed eri apposto. Quando Batman andava in giro agghindato come una escort d'alto borgo. Eh, bei tempi quelli. In questa puntata ci concentriamo proprio sull'Uomo Pipistrello. Sul cavaliere di Gotham. Sul multicolorato universo di Batman. [...]

giovedì 10 maggio 2012

Mamma li Avengers Turchi: 3 Dev Adam!


D'accordo, è uscito The Avengers e c'è piaciuto a tutti quanti. Tanto, tantissimo. Ma lo sapevamo che nel 1973 un manipoli di turchi aveva già provato a raccontare le avventure di Capitan America e soci? Che ne era venuto fuori un film coi baffi (in ogni senso)? No, non lo sapevamo. Per questo ieri l'ho visto e oggi -in fin di vita- sono qui per raccontarvelo. L'unica perplessità (no, davvero: l'unica?) è nel titolo: 3 Dev Adam, significa "3 uomini coraggiosi", ora, considerando che Spider-man è il cattivo del film, gli altri tre protagonisti sono Capitan America, che è un uomo, Santo, che è un uomo e Vedova Nera che... oh. [...]

martedì 8 maggio 2012

Hunger Games - Il libro: "Il più forte dovrà infine, tra tutti trionfar, chi sarà maaaaaaaaai, chi sarà maaaai!"


C'è che ogni tanto su Amazon fanno belle offerte per gli ebook. Si ricordano che non sono stampati su carta e quindi non dovrebbero costare un deca e, per scusarsi, ne piazzano uno scelto a picchio dal mucchio a poco più, o poco meno, di un euro. Martedì scorso, il simpatico primo maggio, è toccato proprio a Hunger Games. Un bel colpaccio visto che, grazie al film, il libro (o meglio i libri) stanno vivendo un periodo d'oro e, come prevedibile grazie all'offerta, il primo libro della trilogia di Suzanne Collins è balzato in cima alla classifica degli ebook più venduti. Tra le copie che l'amazzone ha fatto recapitare in migliaia di amorevoli Kindle, c'è anche la mia che dopo tre giorni intensi di lettura spietata è stata riposta con soddisfazione nella cartella dei libri finiti. Quanto segue è l'impressione, assolutamente non spoiler, che mi ha lasciato il racconto. [...]

lunedì 7 maggio 2012

Il Fez e il Cappello con la M disegnata sopra


Quando Fez è uscito, il mese scorso, in redazione s'è scatenato il panico per aggiudicarselo. Manate in faccia, botte sul coppinio, dita negli occhi. Alla fine se l'è aggiudicato il buon Dario che ne ha tirato fuori un'opinione coi fiocchi: calma, rilassante, devota al piacere della scoperta, che è un po' la filosofia alla base di Fez. Il gioco, non il copricapo.
Poi, una uggiosa giornata di Maggio, il buon Mattia Traverso mi fa: "Oh, ma perché non compriamo e giochiamo Fez, che è l'indie del momento e come due poveri barboni alcolizzati non l'abbiamo ancora giocato?" Sì, dico io. È vero. È una roba che non va proprio bene. Un po' come un film con Mickey Rourke in cui Mickey Rourke non piange. Allora l'abbiamo comprato, ci siamo piazzati davanti alla televisione e ce lo siamo giocati, passandoci il pad come fosse una cicca di qualcosa di illegale. [...]

giovedì 3 maggio 2012

Quello che sto leggendo: Reboota questo!


E siamo di nuovo qui ad ammucchiare in una sola lista gigante tutti i fumetti letti in questo mesetto di tempo. Un mese in cui mi sono dedicato anima e core agli spillati Marvel e DC, quindi niente serie Vertigo, o manga o altre cose belle belle che raggiungono quei voti altissimi sulla scala della felicità. È stato un mese poco hipster, in effetti. Però, oh, con il finale di Fear Itself alle porte, Spider Island che cerca di ingranare e il reboot della DC comics di carne al fuoco ce n'è stata davvero. [...]

mercoledì 2 maggio 2012

Once more with feeling - il reboot della DC vissuto da uno scettico


Finalmente, dopo un anno dall'uscita americana, possiamo anche noi -poveri italiani sfigati-, sfogliare i numeri uno del nuovo universo DC. Un nuovo universo che è più o meno identico al vecchio, solo che c'è una parola vietata, come quando si gioca a Taboo. La parola da non pronunciare assolutamente è: continuity. si riparte, in alcuni casi, si riprende, in altri, ma nessuno faccia accenni a quanto successo in passato. Altrimenti bacchettate sulle mani. Ovviamente il sottoscritto, frolloccone d.o.c. non poteva non cadere nella trappola del numero uno, e ha acquistato le quattro testate principali (Batman, Superman, Lanterna Verde e Justice League) che a loro volta contengono tre serie. Quindi ho letto dodici delle cinquantadue nuove serie lanciate dalla DC. Sperando di prendere a breve anche Flash, queste che ho pigliato, come sono? È un sì? È un no? È decisamente un sì. [...]

Condividi!