mercoledì 5 settembre 2012

La Ferita Bianca, il mio primo ebook su Amazon store!


Così, a sorpresa, ma manco tanto che l'andavo dicendo in giro da giorni, ti spunta su Kindle Store il mio primo libro pubblicato in formato ebook: La Ferita Bianca. Evviva! Evviva!
Confesso che sono un po' emozionello: me lo aspettavo domani ma lassù ad Amazon sono più veloci della luce, complimenti a loro, evidentemente non c'hanno niente da fare. Pensando al modo più carino per parlarvi del libro, ho deciso di tirare su una specie di FAQ che magari arricchirò in seguito se avete altre perplessità o domande, perché ora sono un po' rincoglionito e sto scrivendo tutto di corsa con un sorriso ebete stampato in faccia. Vi sparo subito il link dove potete acquistarlo: QUA, ci troverete la descrizione con un breve accenno alla trama e una copertina bellissima, ma giusto perché non l'ho fatta io. Vi lascio al listone e per ogni domanda, augurio, bacio e abbraccio vi aspetto nei commenti sotto! [...]


Perché pubblicare il libro su Kindle store?

Perché era un'idea che mi stuzzicava fin dal momento in cui ho acquistato un Kindle e ho letto della possibilità di pubblicare gratuitamente sullo store. Perché ti dà tanti vantaggi, ti dà visibilità ed è semplicissimo da gestire. Sembra una marchettona ma purtroppo Amazon non mi paga per fare questa mega pubblicità. Piuttosto non volevo stare appresso ai tempi biblici delle case editrici.

Sì, ma io come lo leggo un ebook?

Con le applicazioni gratuite di lettura Kindle puoi leggerlo praticamente ovunque: Kindle (eh, ma va?), Tablet e cellulari con sistema iOS, Android o Blackberry (che tra un po' veramente anche il citofono di mia nonna) e, ovviamente, PC e MAC. Presto sul vostro forno a microonde.

Perché costa solo un euro e zerodue? Che catzo di prezzo è un euro e zerodue?

Sono 99 centesimi ai quali è stata aggiunta l'IVA del 3%. Ho preferito un prezzo basso perché quello che mi interessa non è tanto guadagnarci sopra (be', farci due spicci magari per comprare un portatile e riuscire a scrivere in posti più adatti, non sarebbe una cattiva idea), ma che arrivi al maggior numero di persone. Mi piacerebbe essere letto, ecco, tutto qui. Per comprarsi i lavandini placcati d'oro c'è tempo.

E perché non l'hai pubblicato in formato cartaceo?

Perché non mi andava di stare dietro alle case editrici. Purtroppo sono infinitamente pigro da questo punto di vista. Infatti...

Hai scritto che è il tuo primo ebook su Amazon, quindi ne hai scritti degli altri? Sono tutti in formato ebook?

Sì e no. Nel senso che ne ho scritti altri, ma sono in formato di casa mia. Cioè non ho mai avuto la voglia di sbattermi troppo per trovargli un editore.

Ma quindi non ci sono errori? Proprio niente?

Purtroppo il libro non gode di un editing a livello professionale (per quanto io sia stato effettivamente un revisore professionista e per quanto continui a revisionare articoli giornalmente, ci sarebbe bisogno di una consulenza esterna), però è stato letto da diverse persone che mi hanno aiutato molto con la riscrittura (e qui ci sarebbe una lista infinita di persone da ringraziare: voi che sapete, grazie di cuore) e ho fatto il miglior lavoro possibile. A ripensare a quante volte l'ho letto ci sto male, quindi se mi sono lasciato sfuggire qualcosa (e sicuramente è successo) vi prego di segnalarmela, la correggerò tempestivamente.

Di che parla La Ferita Bianca?

Copincollo la descrizione dal sito:

"C'è una casa, semi nascosta appena fuori il paesino di Tempo, che nelle sere d'estate riluce viscida brillando alla luce lunare. I proprietari di questa casa, gli Alone, la abitano solo d'estate, quando l'afa della città li costringe a scappare in cerca di ristoro. L'unico figlio della coppia, Max, è costretto a tornare a Tempo per seppellire suo padre Vittorio, un uomo dal quale si è sempre sentito messo in ombra. Sul punto di addossarsi la mole di responsabilità passatagli in eredità del genitore, Max rimane letteralmente intrappolato a Tempo. Una pioggia di meteoriti è il preludio a una serie di eventi disperati che lo spingono alla paranoia, proprio nei giorni in cui un inquietante signore dal viso sfigurato esprime interesse per la sua proprietà. Un interesse morboso."

È una storia di stampo fantastico, che sposa le tinte dell'horror paranormale. Però mi sembra un po' di rinchiuderlo a forza in un genere, penso che abbia diverse influenze.

È mica autobiografico?

Per fortuna no!

Quante pagine è lungo?

Duecentotrenta. Più o meno, credo anche qualcosina in più.

L'ho letto e vorrei scriverti in privato a proposito di quanto sei bello e aitante, dove posso farlo?

fabiodifelice11[at]libero.it e ovviamente qua sotto sui commenti a questo articolo!

L'ho comprato e mi è piaciuto, posso scriverne una recensione su Amazon?

Devi! I libri su Amazon, specialmente quelli auto pubblicati vivono delle recensioni degli utenti. Se lo hai letto e ti è piaciuto, ti chiedo per favore di votare e lasciare una recensione, anche minima, anche di due righe, sulla pagina del libro (Questa!).

E se invece mi ha fatto schifo?

Lasciala lo stesso. Magari vieni a scrivermi anche qua su Panino a proposito di quello che non ti è piaciuto. Ti prometto che prenderò sul serio ogni consiglio.

Voglio comprarlo e vorrei aiutarti a diffonderlo, come posso fare?

Semplice: oltre a lasciare la recensione su Amazon, puoi suggerirlo ai tuoi amici, nei forum, su Facebook, su Google+, al vicino di casa, al giornalaio, a chi ti pare, insomma. Se vuoi condividerlo sui social network, ricordati che la pagina da spammare selvaggiamente è questa: La Ferita Bianca.

Posso aggiungerlo su Anobii e Goodreads?

Magari! Su Anobii credo abbiano ancora dei problemi con i libri dotati di ASIN e non di ISBN, ma Goodreads dovrebbe andare liscio come l'olio!

Sei felice?

Di cognome... ok, molto.

21 commenti:

  1. attento che se lo scopre il cast di terranova ti scrive le recensioni brutte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari, cazzo. Pagherei per essere blastato dal capitano Taylor!

      Elimina
  2. "brillando alla luce lunare": da te mi aspettavo una falce di luna ghignante! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scrivere quella stringatissima descrizione è stato il processo più difficile del lavoro, ahah!

      Elimina
  3. Visto che seguo il tuo blog e ti ascolto nei podcast ho preso il tuo libro. (oltretutto è grazie a te se ho comprato un kindle)
    Solo che il libro lo leggerò tra un bel pò..quindi niente recensioni nell'immediato.. ma prima o poi ti farò sapere. :)

    RispondiElimina
  4. Lo prendo anche io... l'estratto è interessante, scritto bene e piacevole da leggere... vediamo che succede nel resto della storia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! :) Aspetto un commento al resto!

      Elimina
  5. Libro accattato ora. La recensioen non sarà immadiata che ne ho un'altro in canna ma arriverà :)

    RispondiElimina
  6. wow complimenti! deve essere una bella soddisfazione! cercherò di condividerlo in vari modi : anche se non sono molto seguita su social network e soci non si sa mai qualcuno interessato ci capita sempre^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dell'aiuto! :) Sì, sono soddisfatto, felice e curioso dell'esito. Se hai modo anche di leggerlo, oltre che condividerlo, mi farebbe piacere poi ricevere un'opinione!

      Elimina
  7. Ché non commento molto sul tuo blog, ammetto, ma giuro, ti seguo. E dato che il Kindle l'ho preso anche grazie a te, comprare il tuo libro mi pare d'obbligo.

    EDAIDAIDAI. Che il portatile alla fine ci scappa. Però se compri un Mac non sei più mio amico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah! Grande, grazie! Poi commenta quando lo finisci.
      Ma che Mac! Io voglio un cazzoschifosissimo netbook che mi permetta di scrivere dove voglio e quando ho finito me lo porto sotto braccio tipo baguette.

      Elimina
  8. Toh, preso pure io. Ti farò sapere quando lo finisco.
    Complimenti comunque a prescindere :D

    RispondiElimina
  9. Faccio un po' di spazio sul mio xperia e lo compro, grande fabio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito! Ho corretto qualche typo, quindi per tutti quelli che l'hanno scaricato, se fate il download di nuovo vi dà la versione corretta. Niente di epocale ma qualche errorino di battitura c'era.

      Elimina
  10. Grazie al buon Christian Fratta, uno dei primi lettori del libro, sono riuscito a rimettere mano al testo ed eliminare buona parte degli errori che erano rimasti! Dovrei chiudermi le mani in una porta per punizione, ma l'avevo letto talmente tante volte che ormai li filtravo automaticamente! Se ne avete la possibilità, vi conviene cancellarlo e riscaricarlo nella sua versione aggiornata che sarà online tra qualche ora!

    RispondiElimina

Condividi!