giovedì 27 giugno 2013

Under the Dome - Sbagliane un'altra Steven


Quant'è bello il romanzo The Dome? Tanto, sicuramente uno dei più azzeccati negli ultimi anni dal Re. C'ha quel sapore corale tipo L'Ombra dello Scorpione che lo rende perfetto, e quella cattiveria genuina che è la morte sua. Ha pure il classico cattivo kinghiano assetato di potere e quindi pericoloso, un finale al cardiopalma con una rivelazione che forse è un tantino sciocca ma funziona bene.
E invece l'idea di trarne una serie TV come la classifichiamo? Nel senso, gli esperimenti precedenti di adattare i lavori di King al ritmo televisivo sono stati grosso modo un disastro (IT, L'ombra dello scorpione, Shining, la serie TV ovviamente, giù le mani da Kubrick). E se a questa trasposizione aggiungiamo anche il fatto che quello che succede pare molto diverso dal romanzo? [...]

lunedì 24 giugno 2013

Il Prodotto - sì, un altro libro che ho scritto io e con una copertina molto inquietante!


Doveva in realtà essere domani il grande giorno, ma ad Amazon devono aver apprezzato così tanto che l'hanno cacciato fuori a velocità della luce. 
Per farla breve, potete trovare su Amazon Kindle store il mio secondo romanzo, datato... oggi! Il titolo è Il Prodotto. Trovate un sacco di informazioni (non è vero) sulla pagina del prodotto, ehm, del libro, su Amazon.

Segue breve sezione di FAQ, come fu all'epoca della pubblicazione de La Ferita Bianca. [...]

venerdì 21 giugno 2013

Joyland - Stephen King, che cos'è successo al Re?


L'anno scorso il Re ci ha portato a fare un giro negli anni 60, quelli del rock n'roll, quelli della paura per la atomica e quelli in cui fu assassinato uno dei presidenti più amati della storia degli USA. L'anno prima toccava a una cittadina del Maine, Chester's Mill, tenuta prigioniera da una cupola impenetrabile che la isolava dal resto del mondo e la catapultava in una dittatura spietata. Due grandiosi romanzi, 22/11/'63 e The Dome, due tra i migliori esempi di narrativa degli ultimi anni. Quest anno esce invece La leggenda del vento, sterile tentativo di riesumare il capolavoro della Torre Nera, ambientando una serie di racconti nell'universo di Roland. Funziona? Appena.
E poi, a sorpresa, appena qualche mese dopo, mi arriva questo Joyland. [...]

venerdì 14 giugno 2013

The Game of Thrones - Considerazioni sparse sul finale della terza stagione


Scrivo questo post un po' di corsa, perché ho una mattinata molto impegnata (leggi: devo giocare a The Last of us) ma dovevo obbligatoriamente come ogni anno spendere due parole sul finale di una serie TV che, anche in questa terza iterazione, è stata fantastica. Poche tette e pochi culi, è vero, forse si sono resi conto che infilare a sbafo carriolate di mammelle non era proprio indispensabile. Apprezzabile, sì, indispensabile no. Anche perché GoT è una serie che vive dei suoi momenti Beautiful e lì, con tutti gli intrighi e i giochi di potere, dà il meglio di sé. A seguire considerazioni sparse su quanto successo nell'ultima puntata. [...]

mercoledì 12 giugno 2013

La (non) conferenza Nintendo che non ha più i soldi per dare da mangiare a Reggie


Nintendo versa in brutte acque. O meglio: WiiU versa in brutte acque, bruttissime, perché le conferenze di Micro SS oft e Sony con la presentazione delle nuove console hanno fatto sembrare l'ultima uscita in casa Nintendo un po' una cinesata.
La linea d'azione da seguire doveva essere dura: nessuna pietà, testa bassa e caricare con tanta cattiveria. Andava usato qualsiasi mezzuccio, qualsiasi: il taglio di prezzo, lo Zelda nuovo, Reggie che entrava suonando le maracas. E invece: nessuna conferenza, un direct da quarantacinque minuti e sbrigatevi pure che qua si deve lavorare, nessun taglio di prezzo. I giochi? Sui giochi c'è da affrontare un discorso più complesso. [...]

martedì 11 giugno 2013

La conferenza Microsoft e la conferenza Sony viste dagli occhi di uno che deve investire i suoi ipotetici-quattrocento-euro


Come ogni anno l'E3 ci tira svegli fino all'alba. Quest'anno però le cose sono profondamente diverse: qualcuno deve spiegarmi su cosa investire i miei ipotetici-quattrocento-euro. È un momento molto delicato che presuppone rodimenti di culo gigatomici e, solitamente, delusioni esageratamente prese sul personale. Si tratta di stare a sentire per ore e ore una serie di giorgimastrota in giacca e cravatta (quando va bene, altrimenti in felpona che c'hanno mica per il cazzo di vestirsi bene per una conferenza in mondovisione, 'sti qua) che cercano di convincermi a comprare batterie di pentole e biciclette con cambio Shimano, che da anni cerco di capire che cazzo sia 'sto cambio Shimano e ancora niente. Preparazione per la serata: pizza a schifo, le solite goliardiche litigate con i presenti nella stanza fino ad arrivare alle mani in faccia, una lunga attesa fino a Sony, che diarrea li colga tutti. [...]

domenica 9 giugno 2013

Il tempo è un bastardo - Jennifer Egan


Un po' di tempo fa un utente del blog mi ha consigliato di leggere Il tempo è un bastardo, romanzo del 2011 di Jennifer Egan che le è valso il Premio Pulitzer per la narrativa e il National Book Critics Circle Award. Visto e considerato che, per l'appunto, il tempo è davvero un bastardo, mi sono trovato a leggerlo solo in questi giorni, dopo quasi un anno dal suo consiglio.
Caro utente di cui non ricordo il nome, se ci sei batti un colpo perché credo anche di doverti moderatamente ringraziare visto che l'ho apprezzato parecchio. [...]

domenica 2 giugno 2013

I recuperi dell'estate: Lollipop Chainsaw AKA la gonna più corta del west


L'estate -quando arriverà- è uno di quei bellissimi momenti in cui recuperi videogiochi a due soldi, perché non esce niente e perché ti ritrovi con un sacco di tempo libero.
Sono lontano da quei bei tempi in cui mi portavo a casa una paccottiglia di giochi che sarebbe tanto anche definire monnezza (LOST, quanti ricordi), eppure la mia bella dose di pattume annuale, ossia tutti quei giochi che per un motivo o l'altro snobbo durante il resto dell'anno, me la vorrei proprio puppare. Quest'anno a dare il via alle danze (che saranno belle estese, vista la sottoscrizione a PSPlus e il download di Kingdom of Amalur comecazzosechiama, gioco che mi fece abbioccare alla grande già dalla demo) ci ha pensato una piacentissima biondina armata di motosega. Che poi è sempre il modo migliore di iniziare.[...]

sabato 1 giugno 2013

La Macchia Umana - Philip Roth


Rieccomi! Scusate l'assenza prolungata ma come ogni giugno è periodo di esami. E di freddo, e di pioggia. Di buono c'è che ho ripreso un po' i ritmi, ho finito il mio nuovo romanzo (che è in fase di beta-lettura, ma presto ne sentirete parlare proprio qui) e ho ripreso a giocare (ho comprato e finito Lollipop Chainsaw e vorrei scriverne presto). Dispiace arrivare un po' in ritardo con il libro di cui mi piacerebbe parlare oggi (sono già a metà di quello dopo, che tra l'altro mi aveva consigliato un amicone del blog: Il tempo è un bastardo), ma la verità è che gestire Movie shelter mi toglie un sacco di tempo (come al solito vi segnalo la recensione de La Grande Bellezza). Ma ora bando alle bande, direi di parlare del nostro amico Philip Roth. [...]

Condividi!