domenica 26 aprile 2015

Due parole su Avengers Age of Ultron


Torno a parlare di cinema su Panino! E l'occasione è quella di un film che, qualche anno fa mi avrebbe ridotto come le bottiglie di Coca Cola quando le agitate e poi le aprite (cosa che sta facendo il nuovo Star Wars, per esempio) e che invece ieri ho visto più composto di un signorino ben educato. Il nuovo Avengers non cozza contro un me stesso che ha abbandonato la via dell'entusiasmo per i supereroi, quando mai, cozza contro un me stesso che ai supereroi ormai è desensibilizzato, che ne ha la nausea da indigestione e che alla notizia che da qui al 2020 sono previsti, reggetevi forte, trentasette (sì: trentasette) cinecomics ha avuto un attimo un rigurgito.
Qualche tempo fa ho scritto un articolo che vi invito a leggere, profetizzando che prima o poi il genere sarebbe arrivato a un punto in cui: "ehi, ma questa cosa non l'hanno già fatta?", quella linea di saturazione che non andrebbe mai superata, previa reazione bulimica e rigetto violento della portata. Siamo pericolosamente vicini a quella linea, e Avengers, che doveva essere la portata delle grandi occasioni, ne ha pagato lo scotto.

mercoledì 22 aprile 2015

Il fight Club del libro - ... ma gli androidi sognano pecore elettriche?, Cecità, Il gran Dio Pan


Tre romanzi in questo nuovo appuntamento: il primo arcifamoso per il film a cui ha dato i natali, il secondo di uno scrittore che mi ha sempre incuriosito, il terzo vero e proprio atto d'amore e generosità da parte di un utente del blog. Ma di questo parliamo dopo.
Nel frattempo, tanto per allungare un po' il brodo di un'introduzione che altrimenti viene troppo corta e sminchia la formattazione del post, un breve sunto dell'ultimo mese: ho concluso Bloodborne e gli ho affibbiato un dieci su dieci su The Shelter, ho visto qualche film e Chappie mi è piaciuto molto, ho finito di vedere la terza stagione di House of Cards che mi è piaciuta ma i personaggi cominciano a essere troppo umani. Ah, sono andato in Francia, a Parigi, ho lasciato una consistente parte del contenuto del mio portafoglio a Disneyland e più precisamente nello store dedicato a Star Wars (potete vedere la tazza di R2-D2 che ho comprato sul mio profilo Instagram, sì, ora faccio anche foto, seguitemi!) perché dopo il secondo trailer del settimo episodio l'hype scorre potente in me. Quello di Jurassic World, invece, non mi dice niente. Sembra veramente il film di Terranova, che potrebbe essere una gran cosa, intendiamoci. [...]

giovedì 2 aprile 2015

Revival, Stephen King tra Mary Shelley e Lovecraft: è un centro pieno


All'inizio del nuovo romanzo del Re, quel Revival con copertina sobria catarifrangente che pare uno dei Piccoli Brividi e ti aspetteresti gli adesivi puzzolenti alla fine, il caro zio Steve dedica il libro alle sue fonti d'ispirazione. Tra queste figurano ovviamente Mary Shelley e H.P. Lovecraft (manca invece incredibilmente un riferimento a Matheson). Certo, lì per lì, leggendolo la prima volta il pensiero è che dopo più di sessanta romanzi il buon King abbia semplicemente finito le persone a cui dedicare i suoi libri e, pur di non ricorrere ai biscugini, abbia deciso piuttosto di ringraziare pubblicamente i suoi mentori.
A libro concluso invece la sensazione è diversa. Revival è forse uno dei suoi romanzi più influenzati dal lavoro dei due geni sopraccitati che, ovviamente, hanno infestato tutta la sua produzione (e tutta la letteratura di genere, in realtà, non solo quella del Re), ma che qui tornano con grande forza, e riferimenti davvero precisi che è impossibile ignorare, trasformando Revival in un libro davvero imperdibile. Chiaro e tondo, per urlarlo al mondo e al me stesso di qualche giorno fa che scuoteva la testa sconsolato aspettandosi l'ennesima amarognola delusione: Revival è il miglior libro di King dai tempi di 22/11/'63. Non solo: Revival (nel finale) è il miglior racconto horror di King da un mucchio di tempo, forse addirittura da un decennio a questa parte. Oh, sì, ecco da quando: da quel meraviglioso racconto, N, contenuto in Al Crepuscolo, di sette anni fa.

Condividi!