venerdì 19 agosto 2011

El Shaddai il gioco con la Sindrome di Lynch


Cos'è El Shadai? È un action adventure, tipo Devil May Cry, uscito in America proprio poche settimane fa e in arrivo da noi. Un gioco in cui si dovrebbe, stando a quando racconta la storia trovata in quel dell'internetto, impersonare Enoch, discendente di Adamo e in guerra con quei trucidi degli angeli caduti. Tutto questo, però, nel gioco non si capisce assolutamente.
Cos'è la Sindrome di Lynch? È quella particolare malattia che colpisce prodotti mediamente molto fighi ma di cui, purtroppo (o perfortuna) non si capisce un cazzo. Proprio come i film di Lynch.
Cos'è che capisce un poveraccio (tipo io) che prova la demo del gioco senza aver prima letto nulla sul titolo e il suo background? Quanto segue.[...]



All'inizio ci si ritrova a controllare Cristal, dei cavalieri dello Zodiaco. Il Cigno.
"Polvere di diamanti!", "Aurora del nord!" e tutte quelle belle mossettine del cavaliere siberiano. Graficamente il gioco ricorda un po' quegli effetti particolari, un po' fiabetti un po' toon, alla ICO. Questa è stata la prima sensazione. Poi ci si accorge che quello sullo schermo è davvero il gioco e non qualche sorta di psudocaricamento che farà magicamente comparire l'area dove il nostro Saint si dovrà muovere. Più che altro perché l'area non compare e tocca muoversi in questo sketch finto artistico finto volutamente spoglio eppure tanto bello. L'ambientazione è praticamente accennata, con qualche elemento, tipo pianta di bambù random, da pigliare a cazzotti senza motivo.
Dopo aver sdraiato un paio di arbusti ci si ferma a ragionare. Ok, che Cristo è questa cosa?


Mentre si avanza in queste splendide mezze ambientazioni assolutamente partorite da un bambino sotto acido, voci casuali e mestamente profonde dicono parole altrettanto casuali ma non altrettanto profonde. Roba biblica che parla di angeli caduti, di demoni, dannazione. Di Enoch, che teoricamente sarebbe il cavaliere dello Zodiaco che controlliamo.
Quando si fa vivo il primo nemico (assolutamente incomprensibile nel design), e si comincia a picchiare senza pietà, qualcosa nella testa fa "click" e scatta. I pianeti si allineano. Le cose si sistemano.
Il sistema di combattimento è più che bello: c'è da subito un bel numero di combo, di possibilità e di features interessanti, come quella che permette di rubare l'arma al nemico in fin di vita e poi bastonarlo in testa con la sua ex... cosa. Ok, le armi sono un discorso a parte. Ce ne sono due in tutta la demo, senza considerare i poderosti cazzotti dello Zodiaco del buon Cristal: una specie di spada-barra-bastone-barra-arco però usato per picchiare e una aureola, che permette di sparare contro il nemico dei cristalli. Esattamente in pieno stile Cigno.
Armi stranissime, ma nessuno poteva aspettarsi diversamente. Tra l'altro è possibile caricare un colpo speciale da riversare sugli avversari e poco prima di lanciare quello dell'aureola, Enoch fa un movimento con le mani che è molto Hyuga in una scala da zero a Invincibili guerrieri, valenti condottieri, votati anima e corpo eccecc.


In tutta questa stranezza, prende posto un altro personaggio. Decisamente troppo giapponese: vestito di nero, col capello tirato all'indietro e quel fare un po' tenebroso dei i giappi sono convinti che sia figo, e che sicuramente sarà una qualche versione made in Calvin Klein del diavolo. Anche lui ogni tanto arriva e parla di cose a caso che nessuno capisce. Un po' come il cowboy in Mulholland Drive, no? (nota personale: devo rivederlo).
La demo continua a presentare queste creature stranissime, in queste infinite ambientazioni tratteggiate in modo stranissimo, mentre stranissime persone parlano di cose stranissime di sottofondo.
La cosa buona è che volendo si può chiudere un orecchio su tutto, godersi i livelli che da vedere -nella loro estrema semplicità- sono meravigliosi, calarsi nei panni del più figo dei cavalieri e bastonare mostri con un sistema appagante e apparentemente profondo. A questo bisogna aggiungere delle sezioni platform che, occasionalmente, paiono switchare al 2D offrendo nuovi spunti di gioco e possibilità che il 3D preclude, con tanto di bonus da raggiungere sfruttando lo scenario. E sempre ignorando il vocione che parla di angeli, arcangeli, arcidemoni e sarcazzi.


Purtroppo la demo finisce sul più bello, cioè quando una specie di pagliaccio-barra-robot-barra-demone-barra-Bo esce dalla terra e sfida Enoch, proprio appena dopo un monologo incomprensibile dell'incomprensibile uomo in nero (cowboy di M.D.).
Alla fine sembra come uno di quei sogni da cui ti risvegli, ti guardi in giro e ti chiedi: ma che porcodue mi sono mangiato ieri sera?

3 commenti:

  1. Fino a l'altro ieri ero indecisissimo se volerlo provare o meno, poi mi sono informato un pò, ho visto qualche trailer e ho capito che non fa proprio per me u_u la demo, ovviamente, non l'ho provata però non mi convince proprio D:
    ps: Calvin Klein, CALVIN! xD

    RispondiElimina
  2. Kalvin è quello Giapponese!
    Ok, ho sbagliato... correggo.

    RispondiElimina
  3. Appena provata la demo e davvero non sò come commentarlo. Il level design è fantastico ma nonostante tutto continuavo a chiedermi: "ma cosa diamine sto facendo?". Probabilmente nella demo manca tutto il filmato iniziale che spiega cosa cavolo sta succedendo, ma le cose mi sembrano un pò buttate li.
    Insomma molto scenografico e interessante il sistema delle armi (davvero bella la purificazione), ma il resto è troppo strano per i miei gusti.
    Peccato perchè mi interessava parecchio, droppato.

    RispondiElimina

Condividi!