venerdì 13 gennaio 2012

La demo di Asura's Wrath: Scusi! Posso dire una parola io?


Che Asura's Wrath non fosse questo gioiello di videogioco l'avevamo già capito dai video. Non serviva di certo la demo a propinarci lo stesso spezzone di gioco che gira da anni, per capire quale bizzarria fosse questo titolo dallo stile grafico accattivante, a metà tra un Naruto e un Dragon Ball pompato di steroidi. Invece, alla Capcom, hanno pensato proprio che sì: che ce n'era bisogno. E anche subito. E in seicento mega hanno condensato quanto di male si poteva pensare di un gioco del genere, pressandolo per bene e mettendolo alla mercé di tutti i possessori di un account gold (che ho riscattato proprio per provare Asura's Wrath e quell'altra alcaciofa di Final Fantasy XIII-2 di cui parleremo in seguito). Se siete un attimo sgamati e avete riconosciuto la citazione del titolo, tirare le somme è davvero facile: È una cagata pazzesca. [...]


Asura's Wrath è l'evoluzione (ma anche insomma, dai) di Hugo, quel gioco su Playstation che fece strage di cuori qualche lustro fa. Ma è anche un parente piuttosto prossimo di Lion, il gioco su Tele Monte-Carlo condotto da Adriana Volpe, durante il quale la gente chiamava e premeva tasti sul telefono producendosi in suoni tipo: tu tu tuuuuuuuuuuuuu. In fin dei conti, però, non è nemmeno raffinato come questi due esempi che almeno ti permettevano di fallire in piena libertà.
Ne La Rabbbbbia di Asura il compito del giocatore è premere i tasti che appaiono sullo schermo fino a riempire una barra denominata, appunto, Rabbbbbbia, quindi pigiare forte sul tasto dorsale destro per avanzare nella sequenza. E basta. Cioè, al netto di qualche altra sequenza zingara in cui ti si illude che puoi correre come un coglione, sventolando sei braccia, e sparando razzi da Dio-sa-dove, verso astronavi nemiche che cercano di farti fuori. Che poi tanto non possono, perché la barra della vita è talmente lunga che anche restando fermi a subire passivamente, la nave avversaria si autodistruggerebbe per obsolescenza naturale. E tutto così: come le sequenze animate di un gioco di Naruto a caso, ma almeno in quelle i tasti devi premerli al momento giusto, altrimenti fallisci.

"Ciao, sono il papà di Asura!"

Nel secondo stage in prova nella demo, invece, quanto detto sopra viene integrato da un sistema di combattimento (e diciamo così...) talmente basico che Heavenly Sword in confronto sembrava Bayonetta. E tra un cazzotto e un altro, premendo a raffica tasti casuali, prima o poi si becca il momento giusto e parte la sequenza di QTE infiniti da portare a termine.
Come se la cosa non fosse abbastanza terribile, ci si mettono una serie di dialoghi e situazioni assurdamente giapponesi che, però, purtroppo, non posso criticare visto che il target del gioco è quello.
Pensandoci bene non me ne frega niente e lo faccio lo stesso. Dialoghi talmente stupidi (cadenzati da urla random) che è possibile interrompere in ogni momento, dando l'input al protagonista che -con un gesto di stizza- comincerà ad attaccare il nemico ciarliero di turno, senza lasciargli finire di spiegare tutto il piano per filo e per segno, soffermandosi con pathos estremo sui dettagli più inutili. Nemici assurdi che d'un tratto, infastiditi dalle sisifee fatiche del nostro esabracciuto protagonista, decidono così, d’emblée, di diventare grossi come dieci pianeti (non sto scherzando) e tentare di massacrare Asura con la forza di un dito indice spinto a contatto con la crosta terrestre. Maestri d'armi che sfoderano spade lunghe come il globo terrestre (e ancora, specifico: NON STO SCHERZANDO) e spingono il loro avversario dallo spazio fino alla nuda terra, trapassandolo con la lama delle loro armi fisicamente improbabili e deridendolo da distanze siderali, dalle quali è impossibile non solo ascoltarli ma pure vederli, visto che il punto d'appoggio di quella spada del menga è ben oltre l'esosfera.
Insomma, un puttanaio che fa sembrare quello che succedeva in Dragon Ball perfettamente plausibile.


Che poi, voglio dire, qualcuno potrebbe pure trovarlo divertente questo Asura's Wrath. Qualche malato di mente, o qualche bambino in scimmia con Naruto, o qualcuno fissato con gli shonen di quelli che non sono mai riusciti a sfuggire alla trappola tesa dai Sayan. O magari qualcuno a cui piace premere i tasti e pensare di star prendendo parte a quello che succede sullo schermo. Uno cresciuto con quei fratelli maggiori bastardi che, per farti stare buono, ti mollavano il pad staccato e cercavano di convincerti che stavi giocando pure tu.
Resta comunque il fatto che, da quanto traspare nella demo (poi oh, magari il gioco è tutt'altro, ma allora nella demo non mi ci metti due parti di gioco identiche) siamo davanti a un anime in cui il giocatore ha il potere di schiacciare un tasto per andare avanti. Mica tanto lontani dal tastone "WIN" sul pad.

11 commenti:

  1. O_O no dai non è troppo giapponese quando trovi nemici grandi più di 10 pianeti con spade megabnormementegiganti urlando cose a caso! Perchè dici così? X°D
    Madonna però che giocaccio da come lo hai descritto, Hugo non si batte ovviamente, dire che è il Padre di questo scempio è un'offesa a quel capolavoro 18 anni fa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo ai livelli di: "Non mi arrendoooooooooo!".

      Elimina
  2. Guarda, mi avevi quasi convinto, ma a questo:

    "Dialoghi talmente stupidi (cadenzati da urla random) che è possibile interrompere in ogni momento, dando l'input al protagonista che -con un gesto di stizza- comincerà ad attaccare il nemico ciarliero di turno, senza lasciargli finire di spiegare tutto il piano per filo e per segno,"

    NON si può dire di no...!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, Bru', quella cosa che tu stai lì e dici: "Senti, basta m'hai rotto le palle", e puoi mollargli una cinquina, ha del geniale.

      Elimina
  3. Ma siamo sicuri che è un videogioco? Da come l'hai descritto sembra soltanto un anime scadente. Molti sviluppatori hanno incominciato a fraintendere il concetto di "innovazione".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola: http://www.youtube.com/watch?v=6ZZZ4iOvWPE
      Ve la fornisco in digitale.

      Elimina
  4. Poter interrompere i dialoghi dei nemici lo trovo geniale XD

    Comunque la cosa davvero scandalosa di questo gioco è il comparto tecnico... un gioco fatto con i piedi. Per il resto... per me questo Asura's Wrath ha un suo "perchè" ; cioè come hai fatto notare tu, questo gioco è un po' l'evoluzione di un Naruto o di un Dragon Ball, "evoluzione" nel senso che cerca di vendere quel prodotto a un target più "vecchio", fallendo miseramente, sia chiaro... alla fine, infatti, credo proprio che venderà di più tra i ragazzini amanti di giochi come Naruto che penseranno di trovarsi dentro un anime.

    P.S.
    ah ma quindi stai giocando al nuovo "simulatore di corridoi"? Com'è?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un simulatore di corridoi al quale hanno aggiunto le QTE. Perché, cazzo, Asura's Wrath ci ha insegnato che le QTE sono fondamentali, allora le hanno messe pure in FF. Che ci stanno sempre bene. Ma ne parliamo meglio lunedì che sicuramente un post ci scappa!

      Elimina
  5. Ho appena provato la demo del gioco e da acquisto sicuro è passato ad acquisto in forse.
    Mi spiego, lo stile di gioco è esattamente quello che mi aspettavo (un gioco jappo alla Dragon Ball) e quindi non mi stupiscono dita o spade giganti.
    Il punto debole però sono i continui QTE, ma non sò se saranno presenti solo sulle boss fight.
    Aspetto le recensioni per maggiori dettagli, per ora rimane in forse.

    RispondiElimina
  6. magari aspettare la recensione e il gioco completo non farebbe male prima di giudicarexD.
    jin

    RispondiElimina
  7. Difatti è un parere sulla demo. Che poi il gioco principale sarà la stessa cosa è tutto da vedere. ;)

    RispondiElimina

Condividi!