mercoledì 2 maggio 2012

Once more with feeling - il reboot della DC vissuto da uno scettico


Finalmente, dopo un anno dall'uscita americana, possiamo anche noi -poveri italiani sfigati-, sfogliare i numeri uno del nuovo universo DC. Un nuovo universo che è più o meno identico al vecchio, solo che c'è una parola vietata, come quando si gioca a Taboo. La parola da non pronunciare assolutamente è: continuity. si riparte, in alcuni casi, si riprende, in altri, ma nessuno faccia accenni a quanto successo in passato. Altrimenti bacchettate sulle mani. Ovviamente il sottoscritto, frolloccone d.o.c. non poteva non cadere nella trappola del numero uno, e ha acquistato le quattro testate principali (Batman, Superman, Lanterna Verde e Justice League) che a loro volta contengono tre serie. Quindi ho letto dodici delle cinquantadue nuove serie lanciate dalla DC. Sperando di prendere a breve anche Flash, queste che ho pigliato, come sono? È un sì? È un no? È decisamente un sì. [...]


Partiamo dal Cavaliere Oscuro, che poi è pure la testata che m'è piaciuta di più. Ne parleremo in maniera spicciola su "Cosa sto leggendo", qua cerchiamo di farlo un po' più approfonditamente.
Batman, la serie omonima, vede un Bruce Wayne tornato al suo ruolo di uomo pipistrello, dopo aver -credo- portato a termine la sua crociata su Batman Inc e, sopratutto, aver cacciato Grant Morrison (che, come vedremo, è volato su Action Comics a scrivere storie sorprendentemente belle). Una storia un po' introduttiva, scritta da uno Snyder che sembra nelle corde giuste, e ti piazza quelle frasi secche come rami spezzati.
Detective Comics può essere descritto con due parole: me cojoni. Davvero, tanto di cappello: violenta (ma davvero, difficilmente ho visto una roba così in un giornaletto che, come Bats, dovrebbe essere "per tutti"), con un folle Joker come protagonista e un Batman che, porca puttana, fa Batman e non l'ometto impegnato a scovare talenti supereroistici da poter reclutare. E poi lo splash page finale è da brividi.
Nightwing è un filler piacevole. Non essendo un fan del "doppio Batman" sono felice del ritorno di Dick come supereroe a sé stante.
In definitiva: buonisssimo inizio. Di qualità, ben scritto, ben disegnato. Addirittura l'edizione della Lion rende giustizia al tutto, e il prezzo lancio di dueuroenovantacinque rende tutto più piacevole.


Lanterna Verde, abbandonato un annetto fa, praticamente dopo La Notte più profonda, è sempre stata una serie che faticavo a inquadrare. Probabilmente perché non sono un fan delle guerre spaziali con i laser colorati. All'interno dell'albo trovano spazio (simpatia +1) Green Lantern, che segue le avventure di Hal Jordan (cacciato dal corpo delle Lanterne, perché cazzonesò) e Sinestro (reintegrato nelle Lanterne, perché cazzonesò) che fanno i conti con la loro ritrovata posizione nel mondo. Hal è il solito testadiminchiaiononhopaura, e Sinestro, be', dopo che sei stato il villain principale di una serie per tanto tempo, ritrovarti dal lato buono della forza dev'essere uno shock notevole. Decisamente riuscita.
Green Lantern Corps, invece, segue le avventure di altre due Lanterne Verdi umane: Guy Gardner e John Stewart. Si prospetta una serie di menare, molto più del resto dell'albo, e c'ha quei nemici cattivissimi che da soli devastano i pianeti e poi li lasciano a puzzare di morte nell'universo. Si e no. Che Gardner c'ha sempre quel taglio di capelli da minchione che fa male agli occhi.
In conclusione Green Lantern New Guardians, è la storia dei Power Ranger con Kyle Rayner come protagonista e gli altri colorelli che se la pigliano a morte con il più frescone delle Lanterne Verdi. Piacevole.
In definitiva: Bene. Bravetti. Una buona serie e le altre due medie. Niente di eccezionale ma estremamente godibile.


È il secondo numero uno di Superman che possiedo, perché comprai orgogliosamente anche quello della Planeta, quando lanciarono la testata anni fa. Comprai i fumetti di Supes per un paio d'anni, poi mi stancai e smisi. Il bellissimo di tutto questo è che leggendo questo numero uno ho proprio l'impressione di non essermi perso per strada nessuna storia importante. Missione compiuta, DC.
Action Comics, torniamo a Morrison. Voi e io lo sappiamo quanto ho odiato la sua gestione su Batman. Certo, Batman Inc. non era così malaccio, ma prima c'era da farsi perdonare "A Spasso nel Tempo", e doveva recuperare davvero troppi punti. l'Action Comics di Morrison, è un gran bel fumetto. Lo dico senza vergogna, lo dico anche se Superman indossa gli jeans e ha un mantello cortissimo che sembra un calzino rosso. Probabilmente è una delle serie migliori di questo reboot.
Discorso diverso per Superman, che ti spiaccica in faccia vignette cariche come un mulo a carnevale, faticosissime da leggere e che, per buona parte, sono pure inutili. Anche la storia non è niente di clamoroso, e l'unica parte davvero bellina, secondo me, è il finale, con un Clark Kent che si il piglia due di picche da Lois e se ne va mesto. Altro che Uomo d'Acciaio. Chiusura con Supergirl, che a parte essere una Patapon, è allo stesso livello di Nightwing. Ma forse pure un po' peggio.
In definitiva: Action comics salva la baracca. Merita anche solo per quello, sperando però che la serie che dà il nome all'albo si dia una svegliata, sennò ciaoproprio.


Finiamo con Justice League. Perfetto, la serie, Justice League, scritta da Geoff Johns è una figata pazzesca. È un po' come il film dei Vendicatori: tutti i personaggi dell'universo DC che si menano perché si stanno sulle palle. Tipo vedere Supes che molla un cazzotto sonico a Lanterna Verde è stato una della cose più belle della giornata. Davvero, bella, bella, bella.
Justice League International smorza i toni. Non per niente, ma perché è la JL sfigata. Non fosse per Batman e Booster Gold. È davvero come vedere in azione i fratelli sfigati dei Vendicatori. E dai, no, non si fa. Si legge con piacere ma dopo la botta d'adrenalina della royal rumble nella testata precedente si fa fatica a mandare giù. A chiudere -inspiegabilmente- Savage Hawkmen, che sì e no, bravo ma non bravissimo. Sarà che il personaggio è un po' una lota. Eh, sarà quello.
In definitiva: Justice League è troppo figa per rinunciarvi. Il resto va scemando man mano che prosegue l'albo.

13 commenti:

  1. Come diavolo fai a leggere contemporaneamente 10 comics che parlano degli stessi supereroi in 10 mondi alternativi? Non ti intrippi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono mondi alterativi, la storia è una sola ma si dipana su più testate...

      Elimina
  2. Nah, resetto tutto a ogni episodio. Tipo Topolino.

    RispondiElimina
  3. Ma sbaglio o i disegni non sono tutto sto granchè? Comunque per quale assurdo motivo avrebbero fatto un reboot alla DC? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quello è perchè fabio sceglie le immagini un po' a cazzo di cane

      http://www.culturedeluxe.com/wp-content/uploads/2011/09/JusticeLeague1Panel.png
      http://borgdotcom.files.wordpress.com/2011/10/action-comics-interior.jpg

      ma a parte le serie di cui tratta in questo articolo, ci sono pure queste robe qui

      http://simplydcu.files.wordpress.com/2011/09/animal-man-1-019.jpg?w=740
      http://i44.tinypic.com/20prm69.jpg
      http://i39.tinypic.com/53vm29.jpg
      http://bookhound.files.wordpress.com/2011/11/aquaman-1-page-2.jpg
      http://borgdotcom.files.wordpress.com/2011/09/captain-atom-1.jpg?w=640
      http://i.newsarama.com/images/vampire_06_07_asdjfhkasdlf721o_02.jpg
      http://tucsoncitizen.com/comic-matters/files/2011/09/Supergirl-1.jpg
      http://simplydcu.files.wordpress.com/2011/09/swampthing-1-016.jpg?w=362&h=550
      http://bigbaddie.com/wp-content/uploads/2011/09/dc-reboot-wonder-woman-1.jpg

      che cioè. che brutte

      Elimina
  4. Perché Dc comics è avara di starting point al contrario della Marvel. E perché è ottimo per chiunque voglia iniziare.

    A livello grafico c'è roba inattaccabile (Lee su JLA: http://www.thefoxisblack.com/blogimages//26.jpeg un Superman che spacca culi). Quindi, sbagli: quasi tutte le serie sono davvero belle da vedere!

    RispondiElimina
  5. ma porca trota perchè da me ancora non sono usciti? uff mi tocca aspettare settimana prossima...

    P.S.
    Aquaman l'hai letto? Se si com'è? Ne sento parlare bene in giro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acquaman, now, su Cosa sto leggendo! (bellino forte)

      Elimina
  6. Ho preso l'altro ieri Superman e Wonder Woman, trovo Supes un bel po' spavaldo e pure un po' tamarro mentre la cuginetta kryptoniana mi è piaciuta per il restyling del costumino e per come molla da subito botte da orbi! :D Wonder Woman invece mi è sembrata una bella testata, con Freccia Verde come seconda testata a far compagnia all'amazzone e un simpatico Firestorm! Ora tu che mi consigli di prendere? Io avevo in mente la Justice League perchè poi so che con Batman mi incasinerò visto che dovranno uscire un bel po' di testate sul cavaliere oscuro oltre quelle attuali.
    (P.S.: Bel blog, ho iniziato a curiosare attivamente su blogger e questo merita parecchio.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i complimenti :)
      Allora, WW l'ho presa anche io solo devo ancora leggerla. Io ti consiglio Flash, assolutamente, che Flash e Aquamen sono davvero belline e Justice League, ché la serie principale merita molto! Batman ha un inizio davvero ottimo, ma mi dicono che purtroppo poi va a calare.

      Elimina
  7. Rainbow Stalin9 maggio 2012 19:45

    Uhm, io è da tanto che volevo iniziare a leggere DC di cui finora ho letto solo Batman (abbastanza), Superman, Titani (poco poco) e un paio di crossover (più roba sparsa). Quindi sono il famoso "nuovo lettore" per cui questo reboot sarebbe stato pensato. Il problema è che i miei amici che leggono DC hanno odiato a morte il reboot e non leggeranno praticamente niente, mi è toccato informarmi da solo.
    Comunque l'idea mia è quella di prendere Lanterna Verde (e piano piano recuperare la roba degli ultimi anni di Johns da Rebirth in poi), Flash e una terza. Sono ancora indeciso tra Batman e Justice League... Consigli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In generale Batman mi è piaciuta di più. JL ha la serie omonima che è fantastica, secondo me, ma perde un po' su JLI e... vabbé Hawkman.
      Se tanto tanto sei ferrato sul Batuniverso, ti conviene seguire quella. Se proprio vuoi cambiare buttati su JL!

      Elimina
    2. Rainbow Stalin10 maggio 2012 02:01

      Il problema è che invece a me Detective Comics (letta in scans i primi 2 numeri) ha detto pochino, ma soprattutto le Bat-testate sono millemila e ancora non si sa quanto interconnesse tra loro: francamente i TP di Batman: Dark Knight me li accatto, ma il rapporto qualità-prezzo dei monografici Lion non è che faccia impazzire.
      E già -per dire- per seguire LV è d'uopo prendersi anche i TP delle Red Lanterns di Milligan.

      Elimina

Condividi!