giovedì 3 maggio 2012

Quello che sto leggendo: Reboota questo!


E siamo di nuovo qui ad ammucchiare in una sola lista gigante tutti i fumetti letti in questo mesetto di tempo. Un mese in cui mi sono dedicato anima e core agli spillati Marvel e DC, quindi niente serie Vertigo, o manga o altre cose belle belle che raggiungono quei voti altissimi sulla scala della felicità. È stato un mese poco hipster, in effetti. Però, oh, con il finale di Fear Itself alle porte, Spider Island che cerca di ingranare e il reboot della DC comics di carne al fuoco ce n'è stata davvero. [...]

Iron Man & i Vendicatori N.48

Nebbia di Guerra ha come protagonista Pepper Potta-Rescue che si martella di legnate con Sasha Hammer e il mostro che in precedenza ha trasformato gli abitanti di Parigi in statue. Tony nel frattempo viene attaccato da... guarda, non ne ho idea, una specie di pappetta verde,
In Avengers tutti ricordano Bucky, ma manco tanto convinti. Steve organizza pure una specie di spedizione punitiva in cui sbatacchia qualche cattivone per vendicare la morte de suo amico, ma non riesce a trovare Sin da nessuna parte. Urla di frustrazione. Flash. Nero. Così nero che la storia finale di War Machine ve la leggete voi, che io lo odio.



Spider-Man N.577

Inizia Spider Island, che è pure abbastanza fighissima come idea, anche se -secondo me- non porta da nessuna parte. Comunque, tutti a Manhattan sviluppano poteri ragneschi, all'inizio ogni povero demente a dire che è una gran figata e impara a volteggiare per i palazzi o a prendere a pugni le cose, poi un gruppo di criminali ragneschi comincia a seminare il panico. Così tanto che costringono i Vendicatori a intervenire. Vendicatori di cui fa parte anche il vero Uomo Ragno che, confuso con gli altri criminali, si becca una scannizza non indifferente. L'albo continua poi con una storia dello Sciacallo, il nemico principale di Spider Island, che racconta come si è arrivati agli eventi di cui sopra, e scema con due storielline da dimenticare.



Thor e i Nuovi Vendicatori N.156

Anche questa volta non posso fare a meno di dirlo: Thor è la testata più bella attualmente in mano alla Marvel. The Mighty Thor - Il seme di Galactus, continua alla grande: è avvincente, è divertente, è caciarona. C'è il fottutissimo Thor che si piglia a mazzate con Silver Surfer, e Galactus che decide di scendere sulla Terra, con un prete di Broxton che gli si avvicina per parlare con Dio. Onore a Fraction e all'immenso Coipel. Journey into Mystery, senza che lo ripeto, è splendida e sempre in crescendo. Le uniche due cartucce a salve dell'albo sono la storia dei New Avengers e quell'appendice retrò\vintage che non manca mai.



Botte! Botte! Botte!


Capitan America & i Vendicatori Segreti N.22

Tanto per precisare, la scritta "e i Vendicatori Segreti" in realtà è dall'altra parte. Comunque, American Dreamers è bellina forte. È pure giusto che sia così, ché iniziare la nuova serie di Cap con una storia di merda sarebbe stato indelicato, questa va come una casa in fiamme. Stesso discorso per Capitan America & Bucky, che ci racconta -per la centoseiesima volta- le prime avventure di Cap e Bucky, quando questo era ancora un ragazzino e non un mezzocyborg-assassino-russo-capitan america-morto. Manco a dirlo, la nuova serie di Falco Rosso, o come straceppa si chiama quel tipo, io non la leggo. Impero Sotterraneo del magnifico Ellis mi ha un po' deluso, perché è una bella storia, sì, ma Ellis è Ellis, e porca miseria se poteva dare di più.


Batman N.56

Da grande genio quale sono, l'ultimo Batman letto prima del reboot. E certo che lo so che ce n'era un altro prima, ma è seppellito sotto una pila di fumetti "da leggere" alta così. Comunque, Pezzi, la storia di Due Facce, è davvero bella, con un ritorno incredibile, che sconvolgerà le sorti de... niente, visto che due numeri dopo resettano tutto. Batman Inc. prosegue, placido, con il reclutamento dei Batman, indiani questa volta. Uomini veri, temprati da copricapi agghiaccianti. In finale, Nightmare in Numberland, che è realizzata con una tecnica tipo modellazione treddì, una roba che non vedevo dai tempi de "Il Giornalino", quando stavo alle elementari e gli sgorbietti modellati al computer mi sembravano bellissimi. Oggi no. Davvero.



X-Men N.261

Che potremo chiamare "Cappottone su Juggernaut". Metà albo, disegnato dal sempre zozzissimo Greg Land (che riesce a trasformare una storia di menare in un set di Brazzers), si concentra sul piano degli X-Men per fermare il Fenomeno, posseduto dal potere malvagio di Skadi. Piano complicatissimo che poi si traduce in: tutti addosso. Continua poi Legioni Perdute, la storia in cui Magneto & friends tentano di recuperare le identità perdute di Legione, finendo vittima, proprio alla fine, di una di esse. Ci hanno promesso un finale, nel prossimo numero. Speriamo bene. Concludiamo con una storia che inizia con Emma Frost col culo di fuori e poteva essere la preferita di sempre, peccato che poi, girando pagina, il villain era una scimmia e ho smesso di leggerla.



Spider-Man N.578

Continua Spider-Island. L'uomo ragno decide di agire come Peter Parker, che tanto ormai i poteri ce li hanno tutti, e nessuno potrà scoprire che lui è il vero Uomo Ragno, no? Vedremo. C'è poi una storia di Hobgoblin, che approfitta della confusione per...ehm, limonarsi la tipetta bionda che gli piace tanto e che lavora al Bugle. No, giuro che ha più senso di così, ma il succo è quello. A finale c'è una storia di novemila pagine su Shang-Chi, il re del Kung-Fu, diplomato alla stessa scuola di Hugo il re del Judo. Perdibilissima, però disegnata con un tratto davvero bello e particolare.



Fear Itself N 5-6

Brutte notizie per tutti. Mentre Thor si smartella con un Hulk superpompato dai poteri malvagi, un Cap sbruffone si fa pigliare dall'ira e affronta nientepopodimenoche Il Serpente in persona che, simpaticamente, gli piglia lo scudo e glielo frantuma davanti agli occhi. Iron Man ha un simpatico battibecco con Odino, proprio mentre il biondo figliolo viene abbattuto da Hulk. Situazioni disperate, proprio. Prima della battaglia finale, prima che un Cap ancora più incazzato si presenti al cospetto dell'arcinemico imbracciando un fucile da caccia (???), a Thor viene consegnata un'armatura nuova di pacca e uno spadone grosso come Asgard e Iron Man si butta in una forgia magica che, presumibilmente, dovrebbe dargli dei poteri. O fonderlo, comunque non so. Aspettiamo il finale per le scrociate finali.



Justice League N.1

Ne abbiamo parlato ieri, qui.
Versione breve: Justice League è una figata. Tutti i protagonisti si pigliano a coppolette dietro la nuca perché sì, e poi è disegnato da Jim Lee che sarebbe già abbastanza per comprarlo.
Justice League International un po' peggio, perché sono i cugini sfigati. Booster Gold non m'è mai piaciuto troppo come personaggio, Batman c'entra come la colomba a Natale. Vediamo. Savage Hawkmen se non c'era era meglio. Perché devo avere un'antipatia spiccata per tutti i "falchi" dei fumetti.



Superman N.1

Ne abbiamo parlato ieri, qui.
Versione breve: Bello. Action Comics di Morrison è decisamente bello. Con un Superman agli inizi, che va in giro con la magliettina con la S disegnata, i jeans e un mantello che probabilmente sono le mutande di capodanno di Platinette. Superman molto meno bello, sopratutto troppo carico di vignette inutili. Faticoso da leggere.
Supergirl è un riempitivone, con questo primo episodio che è proprio il filler del filler. Ma diamole il beneficio del dubbio a sta povera figlia.



Lanterna Verde N.1

Ne abbiamo parlato ieri, qui.
Versione breve: La serie omonima merita parecchio. Hal Jordan e Sinestro che devono fare i conti col loro posto nel mondo. Hal Jordan è un testa di minchia e non mi stancherò mai di dirlo. La cosa sorprendente di questa testata è che pure Green Lantern Corps e New Guardians sono piacevolissime da leggere, e ogni serie da spazio alle quattro Lanterne Verdi umane. Forse l'albo che è stato assemblato con più giudizio. Bravi.



Batman N.1

Ne abbiamo parlato ieri, qui.
Versione breve: Batman e Detective comics grandiosi. Specialmente il secondo ha colpito in pieno con uno stile eccessivamente violento e realistico. Mi dicono dalla regia che l'idillio non durerà, ma finché dura godiamocela. Applausi a scena aperta per i disegni di entrambe le serie. Nightwing è il riempitivino alla Supergirl. Fa il suo compitino e sono felice che Dick sia tornato a coprire il ruolo.


Flash N.1

Ne abbiam... no, non ne abbiamo parlato.
Preso ieri, letto ieri, e goduto come un pagliaccio il primo aprile. Flash è una serie davvero bella: non solo per i disegni e per i colori, è scritta davvero bene, ha dei momenti visivi notevolissimi (c'è tutta la presentazione del numero, con la scritta "Flash" riempita dal combattimento ipervelocissimo in cui Barry stende dei criminali) e pure un'ottima chiusura. Una scrittura semplice, efficace e sentita. Aquaman è anch'essa una gran bella serie, con il signore degli abissi (diciamolo: molto, ma molto, ma molto, più simpatico del Namor made in Marvel) che cerca di ristabilire i contatti con la sua parte umana. Anche qui un Reis che, come definiscono nell'editoriale, è "in stato di grazia" e realizza delle tavole da perderci il fiato. In conclusione Captain Atom che è chiaramente il filler di turno, ed è come leggere le avventure di un Dottor Manhattan (quello senza blog) molto meno carismatico.

6 commenti:

  1. Ho un'idea per la nuova testata
    Rendy Savage e le Vendicatrici della Mozzarella.
    Mi pare di aver beccato un po' tutti i trend di ste testate lol.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma falla finita di trollare. Che se non era per Capitan America non potevamo nemmeno scrivere sul blog.

      Elimina
  2. "Ho stato io co lu trattore a rompere lu scudo a captain america!" , no seriamente come ha fatto a spezzarlo O_O roba che neanche Thor col mega martellone ci riuscì.
    Comunque curiosissimo della storyline di SpiderMan con i poteri da ragno distribuiti ovunque X°D La Cosa con la tutina nella copertina è qualcosa di osceno uhahuauha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AUHAUHAUHUAH.
      No, seriamente, senza trattore. A mani nude.

      Elimina
  3. op sto leggendo scisma... non è granché, mi aspettao di più sinceramente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preso ma devo ancora iniziarlo! Non ho grandi aspettative, quindi speriamo che non deluda pure quel minimo di attesa D:

      Elimina

Condividi!