mercoledì 25 maggio 2011

L'angolo delle ludonostalgie canaglie (Parte III)


E torniamo alle ludonostalgie. E' un po' di tempo che che i videogiochi se la sguazzano allegramente in questi lidi. E' un periodo buono.
Sarà l'aria estiva con tanto di temporaloni malvagi; sarà L.A. Noir (che però... avrò da ridire in un futuro molto prossimo); Sarà che ora è arte e quindi fa figo parlarne. Fa ancora più figo parlare di quelli vecchi, anzi, dobbiamo cambiare in "Vintage" o ancora meglio, "Glorie del Passato".
Oggi si continua con i giochi psx che hanno segnato una generazione di videogiocatori. Parola d'ordine: "A cazzo di cane!" [...]




Ok. Lo sapevamo che sarebbe dovuto arrivare il momento.
Il momento Tombi.


Tombi. Il nostro bimbolo coi capelli da supersayan però rosa. Tombi, che nell'edizione originale rispondeva al nome di (Alberto) Tomba. Giuro. E che da noi ha fatto la fine di Zidane (protagonista di FF9, nonché calciatore capocciaro francese) cambiato in Gidane.
Tombi ce lo ricordiamo più o meno tutti, dai. Inutile che stiamo qui a parlare del boomerang, di come si poteva saltare (e ingroppare) sopra a qualsiasi cosa, dei maiali malvagi o delle farfalle foglia.
Quello che non tutti ricordano però, è:


Tombi (o Tomba) 2. Passato in sordina, vuoi per via dello stravolgimento grafico, che lo trasformò, come vedremo tra poco, vuoi perché era un po' un more of the same ma fatto peggio.
Il nostro Albertone nazionale floppò così tanto che tutt'oggi non ci meritiamo un Tombi 3 fatto in HD... che sarebbe così bello da sbavarci sopra.

Da così...
A così...

Questa è una perla. A cui probabilmente giocavamo solo io e Sigmurd. Un gioco che aveva i suoi perché.


Perché non si riusciva a salvare il gioco? Perché perdevo spessissimo? Perché uno dei due aveva un fucile e l'altro una fottuta mazza fionda?
Firo & Klawd (vi prego, se qualcun altro ha le prove che questo gioco sia esistito davvero e che non era solo frutto della mente malata di due bambini, ce lo faccia sapere nei commenti) era uno sparatutto giocabile in cooperativa, in cui si seguivano le avventure dei due protagonisti: uno scimmione e un gatto, entrambi poliziotti nonostante l'aspetto dei due (sopratutto del gatto, t'oh, guardatelo là, con quell'orecchino da bucaniere e quella fascia viola) suggerisse tutt'altro.
Si scendeva in strada dal commissariato, si entrava nel taxi, si sparava come maledetti, si moriva e via di nuovo in centrale. Ripetere fino allo sfinimento.
Gran gioco.


In quegli anni in cui si viveva di cooperazione, e ci si spintonava a gomitate beccandosi pure qualche schiaffo o qualche cazzottone sulla spalla se si sbagliava anziché urlare come indiavolati dentro un microfono a un bambino dall'altra parte del globo, andava fortissimo lui:


Gioco di mazzate senza motivi apparentemente giusti. Andava molto al tempo. Menarsi senza motivi giusti, dico.
No, davvero, Fighting Force non aveva una storia. Si iniziava menando, prendo a testate gli avversari e si finiva allo stesso modo. Tra l'altro la longevità era talmente ridicola che era possibile terminarlo in una sola sezione... e se non ricordo male SI DOVEVA finire in una sezione, perché non c'era modo di salvare la partita. Quindi un'iniezione di violenza stradale di tre ore e passava la paura.

Hai parcheggiato in seconda fila! Tiè!


Medievil. Le avventure di Sir Daniel Fortesque, primo dei cavalieri e orgoglio del regno finché non morì come un coglione pieno di vergogna. E quindi gli toccò conquistarsi il suo posto nella leggenda.
Ne andavo pazzo e nei miei ricordi brillava splendente come una cometa. Poi l'ho rivisto su youtube e il mondo m'è crollato. E' invecchiato male, ragazzi. Ma male di brutto.


Uh, su Croc c'è tutto un backstage narrativo da raccontare. Erano i tempi dei primi anni delle medie, e c'era questo mio compagno di classe che chiamavamo affettuosamente "Crocca", per un motivo che credo poco avesse a che fare con un'eventuale esponente femminile del coccodrillo del gioco. Comunque, tanta era l'amicizia che mi legava a quest'individuo che il gioco finì per essere rinominato -ufficialmente- Crocca.
Crocca, pardon, Croc, era un platform che cercava di risultare decente in un periodo in cui, dall'altra parte, Mario 64 sfracellava cuori e faceva storia. Inutile dirvi chi l'ha spuntata.

Non lui. Ciao Croc Hunter, ci manchi.


Quanta monnezza, ragazzi. Basterebbe vedere la copertina per evitarne l'acquisto, no?
Invece no: quantecazzoeranomila lire, e avevo il mio Primal Rage. Coi miei fottuti dinosauri.
Tutta colpa di Jurassic Park, again.
Primal Rage era un picchiaduro osceno. Realizzato con una tecnica grafica oscena, che avrebbe dovuto restituire una visualizzazione dei modelli digitalizzati quasi cinematografica ma che in realtà restituiva una bella ceppa di niente. Lento, spammoso, noioso. Primal Rage e i suoi fottutissim, maledetti, dinosauri del cazzo.

Con gli omini che li veneravano... argh...

L'ultimo, che ho un caso da risolvere alla polis. A L.A. solo esigenti. Mica è distretto di polizia.


Pandemoium. Un platform con funghi giganti, mostri grassi evocati per sbaglio, castelli, salti improbabili, gente vestita male da buffone di corte che distrugge città per sbaglio.
Un platform anche che piuttosto divertente, che all'epoca ti presentava due o tre idee niente male, tipo il fatto che almeno ti dava una cazzo di password e non dovevi finirtelo tutto d'un fiato.
Ah, piccola curiosità: in Giappone il gioco uscì sotto il nome di "Magical Hoppers" (che probabilmente significa "Stupra la maghetta con le tettine", e vai! nuovi tags di ricerca!), con personaggi, storia e filmati completamente diversi. In pratica un altro gioco... però era sempre Pandemonium. Prego agevolare la copertina jappa:

In cui il tipo lo sta chiaramente appoggiando alla maga

15 commenti:

  1. Stavolta hai vermente tirato fuori dei grandi titoli... tombi è un brand che dovrebbe essere messo nei musei

    RispondiElimina
  2. ho ancora qui con me alcuni di questi giochi! purtroppo non Tombi che lo ricordo veramente con tanta gioia ç_ç lo ritenevo anche abbastanza difficile all'epoca XD non chiedetemi il perchè ma spesso mi bloccavo.
    E che dire di firo & klawd! me lo regalarono per la befana (ancora me lo ricordo) ed entrò subito nei nostri cuori! il pezzo della rissa dentro il bar, che bei ricordi signori.
    Fighting force ce l'ho proprio qui e non me ne vanterei effettivamente, ma vabbè, ho anche il tuo primal rage se vogliamo dirla tutta, e altro che giocaccio era veramente epic con tutta quella violenza gratuita: ti mangiavi gli adoratori o li tiravi, fiumi di sangue per terra quando colpivi l'avversario, il cuore che esplodeva alla fine del round, e ci giocavamo pure in quella specie di sala giochi bimbesca al gianicolo! ahahah che belle cose mi fai ricordare ogni volta T_T

    RispondiElimina
  3. Dio, avevo dimenticato che si potevano mangiare i seguaci... che trashata. E ricordo anche la sala giochi!
    E' bello sapere che custodisci la mia collezione di perle (tranne uno... la perla più perla di tutte, un giorno ci arriveremo...), chissà qua che fine avrebbero fatto.

    RispondiElimina
  4. Lol che bei titoli che hai sfornato pure oggi! Purtroppo diversi di questi non li ho giocati, sarà che non sono mai stato un grande appassionato di platform...
    Tombi comunque rullava, e Fighting Force pure! Pare anche a me che non fosse possibile salvare...

    RispondiElimina
  5. Medievil è un titolo che ha fatto storia e ha insegnato tanto, il 2 tra l'altro forse era anche meglio ma non fu pubblicizzato un cazzo, nessuno se lo ricorda, anche se perse la magia venendo doppiato comprensibilmente, mentre nel primo i suoi mugugni caratterizzavano non poco.

    RispondiElimina
  6. Pretendo un seguito di Medievil e Tombi o almeno un remake in HD!

    RispondiElimina
  7. Indovinate quanti giochi ho provato tra questi.
    0.
    Non ho un'infanzia ;_;

    RispondiElimina
  8. Più che altro non avevi una playstation xD

    RispondiElimina
  9. Ma ce l'avevo, solo che c'è un sacco di roba ricordata da moltissima gente di cui non avevo ai tempi neppure sentito parlare.
    Nessuno che cita ad esempio Acion Man destruction X, Bugs & Taz in viaggio nel tempo (che era una figata sul serio), Tarzan. I giochi con cui sono cresciuto io.
    Non so, mi sembra triste.

    RispondiElimina
  10. Lol, dai avrai giustizia in un futuro prossimo. Taz e Bugs Bunny a spasso nel tempo me lo ricordo pure io! Fantastico!

    RispondiElimina
  11. bugs a spasso nel tempo è epico! infatti va messo nei grandi ricordi delle ludonostalgie!

    RispondiElimina
  12. A spasso nel tempo ce l'avevo anche io, era magico *________*
    Poi Tombi..cosa mi hai fatto ricordare, quel gioco (almeno il primo) mi affascinava troppo. Peccato l'abbiano rovinato con il secondo che nonostante tutto ho giocato T_T

    RispondiElimina
  13. Salve, non condivido per niente la critica riguardo il flop di Tombi 2 e quell'immagine di esempio non rende assolutamente giustizia a quel gioco. Tombi 2 io lo trovato migliorato rispetto a Tombi 1 e la grafica 3D non era messa lì solo per adeguarsi ai tempi, infatti Tombi si muoveva nelle ambientazioni in modo molto geniale a mio avviso, ambientazioni fatte a meraviglia, storia simpatica e gradevole finito tutto senza stress e molto divertimento e per questo motivo io spero con tutta la mia forza che venga riprogettato un Tombi 1, ma soprattutto un Tombi 2 in HD per Personal Computer, come è stato fatto da poco con il primo Tony Hawks giocabilissimo con il controller ultra-ergonomico del XBOX360 come fossi tornato ai vecchi tempi! Guardate più avanti ragazzi, Buona Serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Guarda, io Tombi 2 l'ho giocato all'epoca ed ero un bambino. Rimasi traumatizzato dal cambiamento: con Tombi 1 sembrava di giocare con un cartone animato, con Tombi 2 la sensazione era sparita. Questo fu sufficiente all'epoca!

      Elimina

Condividi!