venerdì 3 giugno 2011

Tira più un pelo di pixel che un carro di buoi (Parte III)


C'è un gioco che del suo cast femminile ne ha fatto un marchio. Ne ha fatto un motivo per comprare il titolo, per sbloccare i costumi e per mentire sull'età (facendoci diventare tutti dei matusalemme quasi centenari per accentuare il movimento "ballonzolatorio" dei seni delle combattenti). Un gioco che ha sfruttato l'idea dei peli di pixel che si picchiano con mosse ammiccanti in ogni modo possibile. Facendone perfino un gioco (giocabile con una sola mano; n.b.) in cui le stesse si divertono a giocare a pallavolo e si rilassano prendendo il sole mentre, con angolazioni da perfetti maniaci sessuali, i giocatori giapponesi (e non solo) possono spizzare ogni centimetro di pelle degli anfratti più nascosti nella meravigliosa anatomia femminile di queste donne con i visi perfettamente identici. Ma tanto nessuno ci ha mai fatto caso. Parliamo, se ancora non l'aveste capito, di Dead or Alive. [...]




Kasumi

La principessa ninja di non-si-sa-dove fuggita dalla corte di non-si-sa-chi e unitasi al torneo di arti marziali non-si-sa-perché. Voci autorevoli indicano come motivazione la ricerca del fratello Hayate, però insomma, la scusa reggeva i primi due D.O.A. arrivati al quarto comincia a puzzare un po' di cazzata.
Comunque, pregevolissimo costume composto da una striscia di tessuto giusto a coprire le pudenda. Ma nemmeno tanto, che comunque quando combatte gli si alza tutto. E non solo a lei.




Ayane

Altra ninja, rivale storica di Kasumi anche se pure qui nessuno sa bene il perché.
Pare sia mezza imparentata con Kasumi stessa e quindi con Ayate. Compare in entrambi i capitoli di "Ninja Gaiden" a fianco di Ryu Hayabusa, probabilmente perché i due abitano nello stesso villaggetto sfigato che viene sempre prontamente distrutto.
Più composta e meno scollacciata di quella M.M.N (Mezza Mignotta Ninja) di Kasumi, ha comunque un gran bel fiocco.




Leifang

Cinesin bon bon. Non saprei cosa dire su Leifang, se non che ha dei capelli sempre acconciati in modi assurdi e che, nel trailer di DOAX2 leccava gelati insieme a Hitomi. Giusto per dimostrare che secondo quel gran figo di Itagaki (il producer della serie nonché noto maniaco sessuale) le donne non sono solo tette e culo. Ci sono pure le leccate ai gelati.


...Grande così!


Tina Armstrong

Una lottatrice di Wrestling. Di quelle che ti metti in fila per farti fare una presa da lei.
Tina, figlia del noto pluricampione di wrestling Bass Armstrong. Secondo la storia ufficiale partecipa al D.O.A. per dimostrare che, oltre che bona, è pure un'ottima lottatrice. Ora, sull'ottima lottatrice non saprei, perché è disperatamente lenta rispetto alle altre ragazze ma sul primo punto non ho niente da obiettare. Sopratutto per via del famigerato costume da gatta che... miao.




Helena Douglas

Forse figlia di Micheal. Forse no.
Dietro ha tutta una storia di assassini prezzolati, omicidi organizzati, canti lirici che nemmeno se Zach Snyder girasse un film sul defunto Pavarotti.
Helena è chiaramente una troppo per bene rispetto alle altre sgallettate. Voglio dire: è una che combatte con i pantaloni, nel 2011. Che speranze può avere? E' probabilmente la più adatta alla carica di imperatrice del regno di mille fighe di legno.




Christie

Chtistie, con quel capello bianco sbarazzino e quell'aria un po' da mignò, è un'assassina al soldo di tale Donovan. Il suo compito è uccidere Helena. Non è escluso che dietro Donovan si nasconda Itagaki stesso, vergognoso di aver creato un personaggio casto come la cantante lirica di cui sopra.
Al contrario di Helena, Chtistie non si fa tanti problemi in quanto a pudore e, per lei, vestirsi come una prostituta russa è all'ordine del giorno.




Hitomi

Hitomi è un personaggio fondamentalmente inutile che però si occupa di leccare gelati nei trailer e di fornire nuovo "materiale" ai disegnatori di hentai sparsi per il globo. O almeno questo suggerisce la mia ricerca in google immagini.
Il suo ruolo è talmente superfluo che non saprei proprio che altro scriverci se non che la lega una forte amicizia con Leifang. Bo...




Lisa

Visto che altrimenti l'avrebbero tacciato di razzismo, e che tanto fare un altro personaggio donna non gli costava niente (perché alla fine sono tutte identiche), Itagaki t'ha pensato questa geniata della mulatta mascherata che combatte alla Rey Mysterio. Lisa, nome d'arte "La Mariposa", la farfalla, entra nel torneo per dimostrare a Tina com'è che combatte una vera lottatrice di Wrestling.
Cioè: mezza nuda, con le poppe al vento MA con la maschera.


7 commenti:

  1. Secondo me dopo questo post ci sarà un gran bell'aumento dei criteri di ricerca per il blog xD comunque Kasumi imho vince su tutte u_u sia sull'abbigliamento che sulle doti fisiche lol poi è roscia e quindi aggiunge un punto in più!
    e parlando di DOA voglio ringraziare pubblicamente il magico film che ci ha donato a tutti grande risa <3

    RispondiElimina
  2. Film insostituibile nel cuore di noi tutti amanti del Trash. Col grande maestro e la sua tecnica di combattimento. Grandissimo.

    RispondiElimina
  3. La mia preferita è Christie e comunque Tomonobu Itagaki resta un grande.

    P.S.
    Chi vi scrive è un fiero possessore di "Dead or Alive Xtreme Beach Volleyball" e "Dead or Alive Xtreme 2" XD

    P.P.S.
    Ahahah! il film di DOA, gigaLOL!

    RispondiElimina
  4. Oh, chiamatemi gaio ma a me le tizie di DOA non è che piacciano molto.
    Sono tutte uguali, cambiano solo capelli e costume. Hanno tutte la stessa identica immutabile espressione. Si salva giusto giusto Tina.
    E ora ho scoperto di avere un altro film da vedere.

    RispondiElimina
  5. Ha ragione MrPlow, infatti per studiarmi meglio la cosa e poterne parlare a ragion veduta mi sono comprato DoA Xtreme 2. Per puro scrupolo ovviamente...
    Ayane mi rimane nel cuore in quanto preferita nel character select, però Kasumi è più gnocca.

    RispondiElimina
  6. La mia preferita è sempre stata Tina, sarà che oltre alle tette uguali alle altre ha anche l'aria da milf che non guasta mai <3

    RispondiElimina

Condividi!