giovedì 22 settembre 2011

Greg Land: un uomo che copia, e spesso dalle riviste zozze


Prima o poi qualsiasi blog che parli anche solo lontanamente di fumetti arriva a toccare l'argomento "disegnatori". La bestia più facile contro cui scagliarsi sarebbe l'incapace Liefeld, ma visto che voglio tenermi l'argomento Liefeld strabusato, e che il buon Land è il disegnatore attuale (attuale in Italia) di X-men, mi piacerebbe iniziare con lui. Tanto più che a me Greg Land manco dispiace. Sarà che disegna tutte zozze, porche e con la stessa faccia che è una cosa che quando la unisci a Emma Frost, dà ottimi risultati. Non so. Comunque oggi cercherò di prendere le difese del signor Land, della sua -lievissima- forma di cleptomania e del suo amore per le pose fraintendibili.


Prima di tutto si dice in giro (negli spogliatoi dell'ambiente queste sono cose che si sanno) che il signor Land copia. Gli altri in qualche caso, la maggior parte delle volte addirittura se stesso. Queste voci, totalmente infondate presentano come evidenze le seguenti immagini:

Proprio diverse, oh

Agh...

Certo, voi direte, sono simili. Ma non è di certo il signor Land ad aver inventato i gemelli... no?
Si dice inoltre che il disegnatore in questione abbia il vizietto di prendere ispirazione dalle foto per disegnare le proprie tavole.

Ma quando mai?

L'ultima, Pamela Anderson, è evidentemente più finta delle altre due

Notare la posizione di Black Canary...

... ma proprio appena appena simile.

Ma chi ce lo dice che queste foto non siano state scattate come omaggio alle tavole di Grag Land? Cioè... può essere tutto no? In fin dei conti la Mazza non è vestita nemmeno come Black Canary... e Pamela Anderson è l'unica bionda del trio.

E poi c'è quella storiaccia della cover di Uncanny X-Men 500... ma signori! Dico io! Può succedere di disegnare personaggi nella stessa posa, no?

La cover di Uncanny X-Men 500

Altri personaggi disegnati dal signor Land... può capitare...

emm... altri altri personaggi disegnati dal signor Land.

Glissiamo pure su questa storia. Mi pare evidente che i personaggi siano diversissimi e in pose diversissime.
Il vero tratto distintivo di Land sono loro:

Sorpresa?

Brazzers the Movie

E non ne riconosco nemmeno una...

Qui... ehm...

Questa viene direttamente dall'ultimo film di Jenna Presley

E qui una threesome

Upskirt strategico

Incommentabile

Una che s'è scordata i vestiti

Be, a questo punto direi che tutte queste voci sono infondate. Sono una puttanata.

10 commenti:

  1. Secondo me questo disegnatore è un genio, altro che copia e blablabla, lavora la metà mettendo le stesse pose dei supereroi già usate, lavora sempre la metà perchè disegna prendendo spunto dalle foto (e quindi neanche deve pensarci troppo su), e si diverte pure con le scene di brazzers e via dicendo! è un mito. invidio il suo lavoro.

    RispondiElimina
  2. Concordo con Sig, questo disegnatore è un mito.
    Per fare le tavole ci metterà la metà della metà della metà del tempo, visto che fa un fighissimo copia e incolla da altre (non importa se sue o no) X°°°°°D
    Ma il punto forte arriva sulle pose, sapessi farle io come lui ci disegnerei i peggio hentai, per me è sprecato in questo mondo D:

    ps: la posizione di Fenice nella penultima immagine non lascia proprio niente alla fantasia..

    RispondiElimina
  3. Ma, infatti... anch'io concordo con i due Mr. qua sopra. Che poi uno che è riuscito a rendere così pegha Susan Storm ha tutta la mia stima! Cioè su questa immagine, ai suoi tempi, c'ho fatto i peggio pensieri *___* http://1.bp.blogspot.com/-Dr0dg1Vrz7A/Tnsk-GG3CvI/AAAAAAAACVE/D_jTLSYliQE/s1600/23559284yx6.jpg

    RispondiElimina
  4. Ma infatti ragazzi, a me piace Greg. È come se Brazzers gli pagasse lo stipendio. Io lo rispetto. E poi ve l'ho detto in combo con Emma Frost lo definirei... pregevole.

    RispondiElimina
  5. Misà che inizio a leggere i comics...

    RispondiElimina
  6. Per la miseria...ma quanti siete non posso mica postare su tutti i blog...
    Da disegnatore a ... lettori e basta, vi ricordo che non siamo in italia, dove va forte lo stile Bonelli cioe stile leggitelo tù... perchè a mè i disegni non mi vanno.
    Se vuoi ottenere un risultato realistico devi per foza utilizzare materiale fotografico altrimenti non fare il fumettista ma l'artista.
    Per chi non lo sapesse alla Bonelli un numero impiega dai sei mesi, fino ad un anno prima di uscire, viene realizzato mooolto prima, diciamo un anno, e non come in america dove ogni mese esce un numero da 20, 22, 24 tavole compresa pubblicità, a 2.90$ o giù di lì, le babbionate da 90, 120, 290 tavole le facciamo solo noi, sapevate che in media alla Star Comix un disegnatore prende dalle 32 alle 50 euro a tavola.. alla Bonelli 100 - 150 euro, dalle altre parti un ....., (a buon intenditor), in america devi volare con le consegne e il merito di questo artista è quello di restituirci delle cover e dei disegni interni della stessa qualità e che personalmente preferisco rispetto alle nostre pubblicazioni, tutto un altro mondo rispetto al nostro dove si fa la fame, e di gran lunga meglio lavorare per la francia... e per quel che mi riguarda forza Greg!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Carmelo, ma difatti, lasciando da parte la palese mania di Land nella copia, mi sembra che qua si dica tutti che, per quanto riguarda lo stile, non ci dispiace nemmeno un po'. Si faceva solo umorismo (qua lo si fa su tutto, in fin de conti!) sulla cosa, e sulla zozzoneria delle tipe che disegna. :)

    RispondiElimina
  8. Sinceramente, copia o no i suoi disegni nn mi piacciono, sto cercando di abituarmi al suo lavoro in Iron Man ma dopo Larroca sarà un po difficile

    RispondiElimina
  9. Adoro le opere di Greg, potete dire quello che volete, ma Greg Land a me piace un sacco, fottesega che copia e che sembrano tutte troie, ha un tratto davvero figo, e poi colorati da Justin Ponsor.. beh, figata.., figo questo blog ora me lo segno, e ti seguirò, ciao

    RispondiElimina
  10. Direi che sono critiche che lasciano il tempo che trovano: da sempre i fumettisti hanno ricalcato fotografie, riprodotto volti di personaggi celebri e riciclato i loro disegni piu' e piu' volte.
    Sono i mezzucci necessari a far convivere un lavoro artistico con le scadenze ed i tempi di pubblicazione da catena di montaggio che la pubblicazione da edicola impone. Lo facevano una volta ricalcando su un appoggio di vetro con dietro una lampada figuriamoci se non lo fanno oggi con gli strumenti che l'informatica gli ha messo a disposizione...

    Anche il fumetto nostrano e' ricco di esempi del genere per non parlare dei manga dove generalmente i personaggi sono tutti uguali e si differenziano solo per il taglio dei capelli ;-D

    Poi al pubblico americano il lato squisitamente 'artistico' importa poco, cosi' come gli importa poco la complessita' delle trame. Gli americani vogliono in primis bei disegni dettagliati e colorati, anatomie pompate e combattimenti acrobatici.

    RispondiElimina

Condividi!