venerdì 20 gennaio 2012

Il giorno dei morti viventi (e anche dei morti morti) - Resident Evil 6 e Revelations


Sì, però, ora, a parte tutto, quando parlo di morti morti mi riferisco a Megaupload. Perché in effetti tutta la vicenda con la chiusura del sito, gli Anonymus che dichiaravano guerra al sistema e i siti americani che cadevano come mosche è stata una figata colossale in una scala da zero a Wargames. Così figata e così colossale che il trailer di Resident Evil 6 è passato in secondo piano.
Con ordine però, che altrimenti facciamo confusione. Prima di parlare del trailer del nuovo Resident Evil, parliamo della prova di gioco di quello imminente, in treddì sul 3DS. Resident Evil Revelations che sembra quasi centrare in pieno il bersaglio. Quasi. [...]


Cominciamo col dire che provare una demo su una console Nintendo è un piacere proibito. C'ha tutto un sapore diverso. Quello piccante di quando si fa qualcosa non propriamente legale. E infatti Nintendo c'ha piazzato un bel limite agli utilizzi. Trenta. Dice: perché trenta e non venti o quaranta? Bo. Trenta. Tanto chi cazz'è che gioca la demo trenta volte? Qualcuno che non ha capito che è una demo e "perde" sempre sul filmato finale?
Io la demo l'ho giocata due volte (quindi ora ho solo 28 tentativi rimanenti) e sono rimasto più che piacevolmente sorpreso.
Protagonista della vicenda è Jill, incredibilmente tirata a lucido e incastrata in quella tutina libidinosa che dovrebbe essere la stessa del quinto capitolo. Quand'era bionda perché sì. Con lo stessa zip calata sulle zizze.


Jill si risveglia in questa stanza che ha tutta l'aria di essere stata tirata fuori dal primo Resident Evil, fa in tempo a tirarsi due bacini per radio col suo compagno evidentemente incapace di parlare in inglese e a svuotare una vasca da bagno per pigliare un cacciavite (chi sarà il simpaticone che dopo sedici anni [Dio mio, sedici anni...] continua a buttare roba nelle vasche da bagno piene?) prima di incontrare il primo mostro. Il design dei nemici è brutto che metà ne bastava. Una specie di Ménage à trois tra uno zombie, un mostro di Silent Hill e il mitologico Cthulhu.
La demo continua spingendo Jill all'esplorazione di questa magione (che poi scopriremo essere costruita all'interno di una nave Costa Crociere!), rimpinzandosi di piantine, bombe a mano, tricchettrac e addirittura un fucile a pompa. New entry -graditissima- uno scanner ambientale che permette di studiare i mostri nemici e di individuare oggetti nascosti all'interno dell'area. Qualcosa per cui vale la pena fermarsi a osservare bene l'ambiente e magari collezionare qualche colpo d'arma da fuoco di più.


Finale che arriva troppo presto, con un filmato un po' così: insoddisfacente. Applausi comunque. Potentissimo a livello grafico, bello nell'atmosfera, il solito disastro a livello di controlli, ma è un disastro che abbiamo imparato a conoscere. L'effetto 3D in profondità è buono, non esageratamente impressionante, ma il gioco permette nella schermata delle opzioni di potenziare l'effetto con una opzione "Forte" che per chi vi scrive, con l'effetto 3D al massimo, rimane l'opzione perfetta, e la possibilità di settare a "Molto forte" che se spingete al massimo il selezionatore dell'effetto 3D vi catapulta più o meno nel 4D. A un metro e mezzo di distanza da dove inizia lo schermo della vostra console.
Bene, comunque. Bravissimi. Il 27 Gennaio sarà mio a tutti i costi.


Due parole volanti sul trailer di Resident Evil 6, che potete trovare QUA. Non è che mi abbia convintissimo. Ok, non è più Resident Evil, ma quello già da un paio di capitoli, in questo trailer però appare la volontà di voler accontentare tutti. Ma davvero tutti. E solitamente un ammasso di roba del genere non va da nessuna parte.
C'è la sezione con Leon e la massa di zombie; c'è la sezione con Chris e i militari da far fuori a colpi di mitra, nascondendosi dietro i ripari; c'è la sezione con un tizio che, alla Wesker, prende a calci in culo la gente. È epico, apocalittico, registicamente un bucio di culo a livelli quasi inediti per un videogioco... però, bo.
Forse avrei preferito qualcosa di più classico, tanto l'ambientazione caciarona ce la giochiamo con Resident Evil Operation Raccoon city. Vedremo. Tanto, per il classico, Revelations sembra più che adatto, per l'ignorante The Expandables meets Resident Evil, il sesto sembra pronto, sulla rampa di lancio. Con tanto di data d'uscita: 20 novembre. E dai, voglio lasciarmi convincere, che oggi sono ottimista. Anche se nel trailer c'è una moto di troppo.

3 commenti:

  1. Che meraviglia il trailer di RE 6, non mi sembrava vero ma finalmente ci sono queste prove spettacolari e una data d'uscita (guarda caso vicino al mio compleanno lol) e dai dai dai! Nel gameplay con la parte di Chris mi sembra Gears of War, vero molto caciarone e molto coatto, non propriamente nello stile Resident Evil però comunque molto apprezzabile sotto il mio punto di vista! Sarà mio assolutamente anche se devo aspettare ancora troppo *Q* sbav

    RispondiElimina
  2. Cose negative del trailer di RE6:
    - è uno spin off (è ambientato 10 anni dopo RE2)
    - sembra GOW
    - c'è Leon
    - c'è Ashley
    - credo che Chris abbia tentato di lanciare un hadoken...

    Cose positive del trailer di RE6:
    - ci sono gli zombie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi unisco, dal trailer sembra più un GOW con gli zombie piuttosto che RE X°D

      Elimina

Condividi!