martedì 3 gennaio 2012

In coolo ai Maya: tutto quello che giocheremo nel 2012 (prima parte)


Eccoci tornati. Come avete passato il capodanno? Siete stati vicini al coma etilico? Vi siete sparati la maratona dei Fantozzi su Rete4? Siete andati a fare due salti in disco (oh, bella zio!)? Avete brindato con Carlo Conti meravigliandovi di come l'arancione della sua pelle abbia proprio una sfumatura molto naturale? Qualunque cosa abbiate fatto, è finita. Siamo nel duemiladodici, l'anno di Giacobbo, dei Maya, di PSVita, senza capire bene quale delle tre opzioni sia la peggiore.
In quest'annata ricca di proposte, saremo sommersi da un quantitativo impressionante di videogiochi e, visto che a noi i videogiochi ci piacciono, è giusto rimanere informati sulle uscite dei prossimi dodici mesi. Quanto segue è riportato fedelmente tenendo un ordine di nulla. In pratica come capita. In pratica come mi andava a me. Tenete conto che non so perché ma a casa mia 'sta mattina va fortissima Dancing Queen degli Abba, consideratela un po' la colonna sonora di tutto il malloppo! [...]


Bioshock Infinite

Dopo aver dato vita al bellissimo primo capitolo, e aver assistito da lontano con orrore alla smutandata del secondo, Ken Levine torna con Bioshock, cambiando ambientazione (ché di Rapture ne avevamo tutti pieni i coglioni) e trasformando completamente la storia. Infatti Columbia, la città volante dov'è ambientato il gioco, era il simbolo più splendente del progresso tecnologico, poi caduta in rovina in seguito a una rivol...oh...
Comunque pare bellino. Enter tipa col taglio alla Raffaella Carrà che squarcia il tessuto della realtà ma finirà per non darla mai all'eroe che si fa un mazzo così per tirarla fuori dai guai. Un po' Peach, insomma. Bravi, bis. Data d'uscita: non pervenuta.


Darksiders 2

Che, insomma, è un gioco con il protagonista che si chiama Guerra. Mica cazzi. Il primo Darksiders era il gioco più derivativo del mondo, coi dungeon di Zelda, i puzzle di Zelda, gli oggetti di Zelda, le combo di God of War, le armi di God of War, i QTE di God of War, e un sacco di altri piccoli dejavu tutti da scoprire. Però allo stesso modo era pure bello intrigante, a patto di riuscire a superare lo scoglio dei primi cinque terribilissimi minuti. Il problema grande è che finiva in media res, proprio sul più bello, et voilà, via, vi tocca aspettare due anni. Ed eccolo che arriva, Darksiders2, con Morte in copertina. Mica cazzi x2. Data d'uscita: tipo Febbraio.


Luigi's Mansion 2

Tutti a dire: "Ma quant'è bello Luigi's Mansion", "Ma quant'era il gioco più bello del cubo Luigi's Mansion", "Porca eva che botta Luigi's Mansion" e io non l'ho mai giocato. Tra l'altro convinto che il gioco più bello del cubo fosse Paper Mario e il Portale Millenario. Ed è una convinzione che niente potrà portarmi via. Tornando a bomba sul simpatico Luigi, avrò fortunatamente l'occasione di giocare questo secondo capitolo, e per di più col treddisenzaocchialini. All'E3 Iwata ha promesso che saranno disponibili diverse mansions da esplorare e che, anvedi, sarà molto meglio del primo. Non puoi capire. Data d'uscita: presto ma non prestissimo.


Asura's Wrath

Se ci fosse un sondaggio per alzata di mano su quanti pensano che Asura's Wrath sarà una sòla io le alzerei tutte e due le mani. Accattivante col suo look un po' Dragonpalla un po' Naruto, del gioco abbiamo visto solo una sequela all'infinito più uno di QTE infilati in sequenze dove si uccide un tipo grosso come la terra che con un dito vuole schiacciare un continente. Una roba talmente giapponese che "it's over nine thousand!". A questo aggiungiamo un mucchio di personaggi tutti simili, delle mosse che manco in Ken il Guerriero e occhi luminosi. Un fottio di occhi luminosi. Sono pronto a rimangiarmi queste righe, ma Asura's Wrath non delivererà. Nada. Data d'uscita: troppo presto.


Resident Evil: Revelations

Resident Evil. Su Nintendo 3DS. Che oh, sembra un po' come dire un'aranciata in una tazzina da tè, ma a quanto pare funziona. Visto che il quinto capitolo ha fatto schifo a tutti, Capcom ha giurato e spergiurato un ritorno alle origini. Questo Revelations (quanto va fortissimo sto sottotitolo?) promette di fare faville e di restituire un po' di genuina sana scagaccia paurosa a tutti i fan di vecchia data. O perlomeno di togliere le moto agli zombie, e vaffancoolo. Data d'uscita: 27 Gennaio. Con tanto di schifo di plastica per aggiungere un analogico al 3DS.


Final Fantasy XIII-2

Ahahahahahaha. Dai.
Data d'uscita: Comunque troppo presto.


Paper Mario 3D

A proposito del Portale Millenario. Paper Mario 3D, oltre ad essere il titolo che più attendo sul portatile Nintendo, riprende le meccaniche del capitolo per Gamecube mescolandole con quelle della saga Mario & Luigi, e quindi restituendo un ibrido Platform\RPG che ricorderà da vicino, Super Paper Mario, il capitolo per Wii. Proprio quel capitolo che mi fece innamorare anni fa, che mi fece ridere fino alle lacrime seguendo i dialoghi senza senso di un nemico che parlava romanaccio e minacciava di "pijà a cazzottoni" il povero Mario, o del Ramarro Nerd che lo trollava nel gergo internettiano. Geniale. Can't Wait. Data d'uscita: Comunque troppo tardi.


Monster Hunter 3G

Comprai la PSP con Monster Hunter 2 dentro, e non lo tolsi mai. Il buon Giopep mi disse: "Come quelli che comprano la play2 con PES dentro e giocano solo a quello". Esatto. Monster Hunter è stato il gioco portatile a cui ho giocato di più in vita mia. Una vera e propria droga virtuale che mi costringeva a raccogliere, collezionare e sperimentare nuovi oggetti, armi, soluzioni diverse per mostri diversi. Insomma, dietro c'era tutta una scienza che mica per scherzare. Monster Hunter 3G è la riedizione di Monster Hunter 3, su Wii, con aggiunte varie e miglioramenti del caso. Nonché il modo peggiore per distruggerti la mano sinistra che dovrà dividersi -come sempre- tra l'analogico e le freccette, assumendo la posizione "a uncino" che tanto male mi fece lungo tutte le centinaia di ore di MH2. Data d'uscita: Speriamo presto.


Alan Wake American Nightmare

Di Alan Wake ho finito il gioco al 100%, ho letto il libro, ho comprato la limited edition, ho comprato e completato tutti gli episodi scaricabili dal marketplace. Insomma, possiamo dire senza aver paura d'esagerare, che m'è piaciuto un bel po'. Questo American Nightmare, del quale non si sa praticamente nulla se non che sarà scaricabile esclusivamente dal Marketplace (e io ho sempre quei 2 giga liberi sull'hard disk della 360...) riprenderà forse da dove si è interrotto il gioco ma forse anche no. Chi lo sa? Comunque non bravi, bravissimi. Avevo bisogno di un altro po' di Stephen King. Data d'uscita: Lo sa Dio.


The Last of Us

L'incrocio tra Uncharted 3 e Uncharted 3. Con gli zombie che però non puoi dire zombie sennò si incazzano alla Naughty Dog, perché non ci stanno proprio a essere arrivati a sfruttare i non morti con diecimila anni di ritardo. Nonostante tutto, pare un progetto estremamente interessante. Sarà da vedere come evolverà quel trailer, visto che a parte rassicurarci che quel filmato girava su una playstation 3 reale (che minchia di rassicurazione è?) del gioco non sappiamo ancora una cippalippa. Potrebbe essere un action, un survival, un platform, perfino un simdate o un gioco di calcio. Data d'uscita: 'gna fa.


Layton Vs Phoenix

Bon, quello che potrebbe essere il gioco definitivo. Il bello della serie Phenix Wright è che più o meno è come osservare un bel libro giallo che s'accoppia con una puntata di Conan Superdetective con gli occhiali. Quindi personaggi assurdi, dinamiche al limite del ridicolo, colpi di scena improbabili in un tripudio di giapponesità che colpisce sopratutto a livello di caratterizzazione dei personaggi. Eppure in quel momento in cui davanti al giudice bisogna sbriciolare la testimonianza del catzaro di turno ti senti un Dio. E il tempo che passi col DS spento lo passi in buona parte a pensare al caso. Un po' magia, un po' malattia. Layton vs Phoenix promette di fondere gli enigmi di Layton con gli interrogatori di Phoenix. Tipo...boom! Data d'uscita: Speriamo presto, cazzo. OBIEZIONE!


Mass Effect 3

Sempre più action. Dice, sempre più action che va bene così. Senza parole.
Il finale (se, cuccuruccù, ma chi ci casca?) della serie Bioware più famosa di questa generazione. Un commiato lungo -si spera- decine di ore a Shepard, il personaggio customizabile con più carisma di sempre. E mica c'ho tanto da dire a proposito, che tanto più o meno il gioco è rimasto quello, nonostante le lagne miste di chi si lamentava della componente RPG risucchiata nel secondo capitolo e chi si lamentava della componente shooter mica tanto bella, che insomma uno viene da COD e si ritrova con sta mezza sòla di mitragliatrice. Ennò. Praticamente un rigore a porta vuota. Data d'uscita: Marzo.


Max Payne 3

Me lo ricordo Max, con quella faccia da cazzo. Che se ti ammazzano la famiglia è pure comprensibile. Me lo ricordo perché fu, insomma, uno dei primi giochi a restituirti quella sensazione di trovarti davanti a una storia noir, un po' maledetta, un po' tanto cinematografica, quando ancora David Cage aveva i capelli. E quel bullet time che avrebbe sdoganato in tutti gli action successivi, e che per l'esaltazione del momento si utilizzava praticamente in ogni frangente trasformando un gioco che sarebbe durato al massimo tre ore, in un bel malloppone da sei. E questo Max, quello che si fa la vacanza in Brasile, con la faccia ripulita, non più da cazzo ma da duro hollywoodiano, un  Bruce Willis dei bei tempi e senza più Remedy alle spalle, mi convince così così. Perché in un'epoca in cui gli action hanno detto tutto e dove ormai il bullet time lo usa anche mia nonna per infornare la lasagna, che ci si può inventare per stupire? Data d'uscita: Marzo anche questo, mi sembra.


PSvita

L'ho messo solo per trollare. Il mio punto su Vita lo sanno pure i sassi. L'hype per la nuova portatile Sony è arrivato a valori negativi, e non tanto per l'hardware in sé, che è un gioiellino dotato di qualche centinaia di inutili touchscreen, quanto per il parco titoli, fotocopiato dall'offerta Playstation 3. Titoli pensati per console di casa, spiattellati in una console portatile che diventa da casa. E poi quelle bolle, quelle cazzo di bolle nel menu principale...
Data d'uscita: Febbrayawn...

11 commenti:

  1. Questo 2012 ce ne riserva di giocarelli interessanti, soprattutto per Mass Effect 3 che oramai è nel cuore di chiunque ha giocato ai precedenti, e quindi immancabile. Sono curioso di vedere Darksiders 2, il primo era bellino, ma lasciava a volte a desiderare, aveva non pochi difetti che però passavano in secondo piano per il divertimento (e le rosicate ai boss) che ti donava *O*.
    Comunque aggiungo pure Resident Evil: Raccoon City, saprà stupire u_u

    RispondiElimina
  2. Domani domani, Resident Evil e Silent Hill!

    RispondiElimina
  3. Il 2012 sarà proprio un bell'anno videoludico. Solo di questi elencati prenderò sicuramente Bioshock Infinite, Asura's Wrath (che sono convinto stupirà tutti), The Last of Us e forse Max Payne 3.
    Ne mancano ancora alcuni, di cui uno che secondo me lotterà per il GOTY 2012 insieme a Bioshock Infinite *__*

    RispondiElimina
  4. I titoli migliori, secondo me, arriveranno nella seconda parte dell'anno.
    PS: Preso Dark Souls. Domani lo cambio con Skyrim, che io di giocarmi centinaia di ore facendomi uccidere dallo scheletro/bestione gigantesco di turno non ho voglia.

    RispondiElimina
  5. @Rey: Domani ci sarà anche il mio Most Wanted. Che è una cosa talmente diversa dal solito che fermati.

    @Raven: In effetti per Dark Souls serve pazienza. Tanta pazienza. Una quantità quasi assurda di pazienza.

    RispondiElimina
  6. Già, troppa pazienza. E io purtroppo non ce l'ho; invece di Skyrim che mi dici?

    RispondiElimina
  7. manca Journey
    manca Journey nella lista di un tizio che amministra un sito sul gaming indie

    si vergogni signoro, si vergogni

    RispondiElimina
  8. Ho volontariamente evitato tutta la roba indie. Anche perché ci sarebbero talmente tanti titoli più interessanti di Journey che fermati :troll:

    RispondiElimina
  9. Che poi oggi il termine "indie" è talmente abusato che ha perso di significato...

    Comunque un 2012 parecchio magro adesso come adesso, vediamo se più in là si risolleva...

    RispondiElimina
  10. puoi dire tutto quello che vuoi ma l'ambientazione di Asura Wrath è superba... peccato per il game play che è davvero demenziale. Peccato poteva essere un gran gioco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è Silent Hill, ma immagino che per un appassionato del genere sia un sogno. Peccato, come hai detto tu, che a livello di gioco sia di una povertà unica.

      Elimina

Condividi!