mercoledì 4 gennaio 2012

In coolo ai Maya: tutto quello che giocheremo nel 2012 (seconda parte)


Seconda parte del listone di tutti i giochi che usciranno nel duemiladodici. Ieri si diceva che in questa seconda e ultima parte avrei inserito il mio gioco del duemiladodici, quello che aspetto con più impazienza, quello che, una volta scartato, urlerò al cielo felice, come in quella foto di capodanno fatta a tradimento allo scoccare della mezzanotte nella quale sono davvero felice. Senza nessun motivo.
In più un casino di altri titoli e titoletti più o meno importanti, più o meno promettenti e qualche titolo saltato perché, davvero, non ne potevo più. Ma tanto chi se ne frega di Alien Colonial Marines, no? Cioè, dico, a parte a me che lo comprerò di sicuro.
Plus: colonna sonora del giorno, nessuna. Ché qua a casa finalmente si sono dati una calmata dopo aver recitato "Mamma Mia!". Non la canzone; tutto il musical. [...]


Kingdom Hearts: Dream Drop Distance

Un Kindgom Heats portatile in una generazione in cui i Kindgom Hearts portatili mi hanno sempre fatto schifo. Con la sola eccezione di quello per PSP che però era su PSP e quindi è durato giusto quel poco tempo di farti dire: "Minchia, figo".
Però questo sembra diverso: anzitutto tornano Sora e Riku, i protagonisti dei primi due capitoli e poi il gameplay sembra più simile a quello dei giochi su PS2, senza minchiate tipo carte, cartine, cartacce, cartone. Il buon vecchio Kingdom Hearts in cui schiacci un tasto e Sora si inventa le combo più lunghe e devastanti di sempre. L'unico aspetto che potrebbe smerdarlo è una scelta poco azzeccata dei mondi Disney presenti. Ma mica saranno così minchioni, no? Data d'uscita: Speriamo presto.


The Darkness 2

Il primo The Darkness fu una piacevolissima sorpresa. Un FPS particolare, in cui la trama era più di un semplice pretesto per sparare in faccia agli NPC. Anzi c'aveva pure la presunzione di commuoverti e un paio di volte, infame com'era, ci riusciva. Bravi, bis. E invece no, perché Starbreeze ha mollato il colpo e The Darkness 2 ha cambiato faccia, sposando un aspetto grafico più vicino a quello di un comic in movimento e diventando molto più sparacchino. Vedremo. Sinceramente dell'equilibrio perfetto del primo The Darkness non avrei cambiato un'acca. Data d'uscita: Febbraio? Famo febbraio.


Theatrhythm: Final Fantasy

Ouendan! che sposa Final Fantasy. Forse il progetto più interessante made in Squaresoft da anni a questa parte. Un rhythm game da suonare sulle note dei più grandi successi della saga, mentre pupazzetti pucciosi si corcano di botte con mostri, soccombendo o eliminandoli semplicemente sulla base della nostra performance. Una commistione di generi che potrebbe avere del geniale. Che potrebbe essere uno di quei giochi alla Patapon che ti risolvono una console. O magari potrebbe essere una porcata, che a Square riescono un casino bene. Data d'uscita: Troppo tardi.


Halo 4

Emozioni contrastanti qui. C'è l'esaltazione totale per il nuovo capitolo di Halo, quello vero, quello con Maestro Chief, e c'è la perplessità di vedere un capitolo della serie non sviluppato da quei geni di Bungie. Quei caldi, coccolosi, ragazzi che per ogni uscita c'hanno imbottito il disco di gioco di ogni: modalità online, modalità fucina, modalità foto, e verso l'infinito e oltre. È tutto da vedere, insomma. La fiducia c'è, ma fino a un certo punto che, oh, Bungie è Bungie. Data d'uscita: Dicembre 2012. Appena prima dei Maya. O appena dopo.


Metal Gear Rising

Detto anche Bayonetto. In mano ai Platinum Games, quella che poteva essere solo un'occasione sprecata per mostrare il più sfigato dei personaggi di Metal Gears risorto a ninja cyborg diddio, diventa improvvisamente la svolta più interessante che la serie potesse prendere. Perché a Hideo Kojima non gli va più di fare un cazzo (e ce lo dimostrano i centomila remake in uscita quest'anno), e perché i Platinum sono dei fresconi mica da ridere. Ignorante, brutale, giapponese fino all'osso -d'acciaio-, Rising potrebbe spaccare per davvero. Data d'uscita: Più o meno quest'anno.


Resident Evil: Operation Raccoon City

E qua invece c'è qualche perplessità. Perché sì, potrebbe dare nuova linfa alla serie e spingere un'idea interessante com'era quella di Outbreak, ma potrebbe pure rivelarsi il solito spara spara senza carisma. Magari pure con gli zombie in moto. Seriamente, l'idea di un gioco multiplayer nell'universo di Resident Evil potrebbe essere vincente, potrebbe risollevare le sorti di una serie in caduta libera con una formula che andrebbe svecchiata di brutto. Ora, la vera domanda è: assisteremo a una serie di statuine che non possono muoversi mentre mirano con la pistola, o finalmente alla Capcom hanno capito che, sì: è possibile effettivamente camminare mentre si prende la mira? Data d'uscita: Febbraio.


Animal Crossing 3DS

Quando comprai per la prima volta Animal Crossing sul GameCube, ero un ragazzino ansioso di provare l'esperienza particolare che solo un gioco del genere poteva offrirmi: l'idea che un piccolo mondo vivesse dentro la console, che progredisse in ogni caso anche quando la console fosse stata spenta. Da allora ho pagato innumerevoli mutui a quel procione di Nook, eppure la magia che provai la prima volta che accesi Animal Crossing non s'è più ripresentata. Chi l'ha vista? Bo. Vuoi che la formula, in fin dei conti, è sempre stata uguale, vuoi che svegliarsi la domenica mattina per comprare rape è diventata una priorità piuttosto bassa nella mia lista di cose da fare, ma Animal Crossing ha smesso di esercitare quel fascino magnetico sul fanciullo interno. Vedremo se questo capitolo 3D sarà in grado di risvegliarla. Data d'uscita: Prima o poi, quest'anno.


The Last Guardian

Ahahahah! Dai!
Data d'uscita: Aahahahah!


GTA V

Come al solito lo comprerò, giusto per lamentarmi qualche settimana dopo di quanto l'abbia trovato bellissimo all'inizio e, via via, dispersivo, al punto da costringermi ad affrontare tutto quello che c'è di secondario all'interno del gioco e poi abbandonarlo mestamente, a circa ventitré ore e quindici minuti di gioco. Praticamente come ogni GTA che si rispetti. Nonostante tutto, sarò costretto a riconoscerne la qualità sorprendente. Ché Rockstar a infarcire il gioco di particolari è la numero uno. Data d'uscita: Ma io dico un autunno 2012. Ottobre.


DmC

Il reboot\nuovo universo\dimensione parallela e tutti gli altri modi per pararsi il culo che ha Capcom, di Devil May Cry. Con un Dante diverso, più giovane e con i capelli neri. Un Dante che non è piaciuto a nessuno perché, da come si legge in giro, è troppo un bimbominkia. Lui. Invece quello coi capelli bianchi no?
Comunque è sviluppato da quegli incapaci di Ninja Theory (Heavenly Sword aborto di gioco), quindi con tutta probabilità farà piangere lacrime di sangue, e tutti si ricrederanno che i capelli neri non sono il vero problema. Di colpo Devil May Cry 2 sarà rivalutato a capolavoro mondiale. Data d'uscita: Bo.


Silent Hill: Downpour

Con quel tocco di Alan Wake che come appurato funziona, Konami torna alla ribalta con il nuovo capitolo di Silent Hill, senza avere le palle per metterci un "5" dopo il titolo, continuando a produrre spinoff a mazzetta. Ché dopo il quarto, The Room, non vogliono più rischiare di rovinare la saga. Contenti loro.
Sperando sia un tantino meglio del non malvagissimo Homecoming, ma che sopratutto riporti il giocatore a temere per la vita e non a studiare combo mortali che nemmeno in Soul Calibur. Data d'uscita: Febbraio


Dragon's Dogma

Teoricamente un incrocio tra Monster Hunter, Dark Souls e Shadow of the Colossus. Quindi, sempre teoricamente, una gran figata, tanto più che ci lavora Capcom. A livello pratico, però, sono un tantino scettico, perché questi mega progetti che ricalcano le meccaniche dei titoli famosi nove volte su dieci vengono fuori un pasticcio di meccaniche, tutte sbagliate, tutte che funzionano male. E la frase di rito è sempre: "Peccato, ma vedrai che servirà come base di partenza per il secondo capitolo!". Data d'uscita: Bo.


Tomb Raider

Altro reboot\rematch\recap, questa volta di Tomb Rider, ambientato in un universo parallelo in cui Lara Croft è finalmente la bella figliola che hanno sempre millantato fosse e non quella tizia con la bocca inquietantemente enorme. Tomb Rider promette una visione delle avventure di Lara più umana, con un'avventuriera sempre piena di ematomi, tagli, escoriazioni e mal di testa dovuto alle innumerevoli testate che prenderà contro le pareti rocciose. Insomma, una specie di torture porn interattivo. Can't wait. Data d'uscita: Prima o poi.


Assassin's Creed 3

Ormai ci hanno smontato ogni possibile eccitazione nel vedere il nuovo capitolo di Assassin's Creed. Dopo aver finito lo spinoff dello spinoff, aver spremuto come un piccione il povero Ezio Auditore, e aver tirato per i capelli una storia che va avanti da quattro capitoli, Assassin's Creed 3 dovrebbe porre fine a questa tragedia, andando a incocciare finalmente 'sto maledetto dicembre 2012 e la profezia dei Maya che, in qualche modo, riusciranno a infilare nel gioco. E ora dai, a rispondere a tutte le domande. Sarà comico. Un po' come guardare la sesta stagione di Lost, ma con meno disperazione. Data d'uscita: Novembre


South Park: The Game

Porca trota! Il gioco che più attendo quest'anno. Il rischio che venga fuori una sultanata è altissimo, ma dietro a questo ambiziosissimo gioco di ruolo, oltre a Trey Parker e Matt Stone, storici ideatori della serie, c'è Obsidian, nota ai più per Knights of the old Republic, Neverwinter Nights 2 e Fallout: new Vegas. Insomma, non proprio gli ultimi arrivati, 'pito? 
Il gioco promette di essere una citazione continua alla serie televisiva: irriverente, blasfemo, senza peli sulla lingua. Praticamente il messia, anzi, pardon, proprio l'opposto. In una indiscrezione è addirittura trapelato che una delle classi selezionabili all'inizio sarà "l'ebreo". Credo che nell'attesa mi farò congelare, come fece il buon Cartman in fibrillazione per l'uscita del Nintendo Wii, in una storica puntata della decima stagione. Data d'uscita: Non lo so. Ma quando esce svegliatemi!

8 commenti:

  1. Brevemente:
    no, no, si, si, si, no, no, ?, no, no, no, si, si, no, si.
    Chiaro, no? Si.

    RispondiElimina
  2. Quanta roba da prendere anche qui, il 2012 mi svenerà..
    Comunque sicuri sono:
    - Metal Gear Rising: Revengeance di cui senza motivo hanno allungato il nome. Probabilmente ne sparlerò tutto il tempo per aver rinnovato (senza motivo) un brand fantastico come quello di MGS.
    - GTA V (mio GOTY 2012 da ora, come tutti i GTA).
    - Assassin's Creed 3 (Siiiii, finalmente finisce quest'agonia!).
    In forse metto:
    - DmC (...)
    - Tomb Raider, la versione porca di Lara stavolta mi attira.
    - South Park: The Game, da provare per forza.
    Infine mi dispiace per KH, ormai tra spin-off e cagate varie ha perso tutta la magia che aveva nei primi 2 capitoli, gli unici che ho comprato e giocato.

    RispondiElimina
  3. ODDIO il gioco di South Park X°D assolutamente da prendere senza ombra di dubbio, con la classe "ebreo" poi HAHAH gioco dell'anno solo per la fiducia! OLtre a questo capolavoro attendo più di tutti Resident Evil e Silent Hill, sul primo non sono neanche tanto sicuro visto che devo avere la certezza di un multiplayer quanto meno decente, sul secondo è sicurissimo al 100% e sbavo alla sola idea *__* aggiungiamo pure GTA va! Da grande appassionato che sono, non ha mai deluso e sono soldi ben spesi anche per quello. Un 2012 effervescente *Q*

    RispondiElimina
  4. "Un Dante che non è piaciuto a nessuno perché, da come si legge in giro, è troppo un bimbominkia. Lui. Invece quello coi capelli bianchi no?"

    dai su! quello coi capelli bianchi è figo, questo sembra il cugino scemo del vampiro di twilight...

    su Halo 4 comunque ci lavorano i 343i che hanno fatto un lavoro della madò su Anniversary, quindi fiducia totale globale for evah

    RispondiElimina
  5. No vabè, Dante era un figo, ma allo stesso tempo il suo look era chiaramente ammiccante per qualunque bimbetto che a quel punto DOVEVA trovarlo figo. Cioè, insomma andava in giro con la giacca di pelle e il petto nudo sotto, come un Taylor di Terra Nova qualsiasi.

    Su Halo4 ci voglio crederci. Speriamo bene.

    RispondiElimina
  6. Ciao Yamato-Damashii, sì, ovvio, però: esce, non esce, non esce, esce, non esce, esce, non esce, uno si rompe pure un pochetto gli attributi. Sopratutto ora che Ueda se n'è andato e i lavori sono rallentati ulteriormente.

    RispondiElimina
  7. Eh vabbè, abbiamo aspettato di più per giochi di merda (Duke Nukem stocazzo?)

    RispondiElimina

Condividi!