martedì 24 aprile 2012

Modalità aspettative ripagate: il videogioco di The Walking Dead


Con le caldane, l'ansia che saliva e lo sguardo spaurito, mi accingevo a provare il videogioco di The Walking Dead, arrivato qualche giorno fa in redazione per l'articolo su TIS che pubblicheremo stasera. Con tutti quei sentimenti tutt'altro che buoni perché, tradire le aspettative per un prodotto del genere era facile, quasi scontato. Ero già rimasto bruciacchiato col telefilm, o con buona parte di esso, e un altro esperimento del genere mi avrebbe spezzato il cuore. Tre ore dopo, al completamento del primo capitolo (gli altri usciranno con cadenza mensile su Steam, Xbla e PSN), ho tirato un lunghissimo sospiro di sollievo (proprio dopo aver trattenuto il fiato al limite dell'apnea per il finale). [...]


The Walking Dead: the game, è ambientato prima delle vicende raccontate nel fumetto e nel telefilm. Significa nei primi giorni dell'infezione, quando ancora il nostro amico Rick se ne stava sul letto dell'ospedale, in coma profondo. Quando ancora il simpatico Shane si divertiva spiedinando Lori. Quando ancora Glenn scorrazzava per Atlanta alla ricerca di sopravvissuti, e il Governatore era ancora un tizio qualunque che c'aveva rabbia.
Mentre il mondo va in malora, il giocatore prende controllo di Lee, simpatico afroamericano dal passato tutt'altro che piacevole (passato che il gioco racconta in modo un po' confuso, volutamente, svelando particolari senza spiattellarli in faccia al giocatore alla prima occasione), che all'inizio della sua avventura si trova subito a dover fare da angelo custode alla piccola Clementine, rimasta sola dopo la morte della babysitter. Loro due, protagonisti della vicenda, dovranno collaborare con gli altri sopravvissuti allo scopo, ovviamente, di salvare la pellaccia.


È qui che sta la forza del gioco. Un gioco Con gli zombie, e non un gioco Di zombie. Il punto fondamentale del titolo, utilizzando una struttura di gioco molto simile a quella cinematografica sdoganata da Heavy Rain, è creare rapporti con gli altri sopravvissuti, fare scelte (spesso cruciali) decidendo se salvare o spalleggiare questo o quell'altro personaggio, cercare di capire come poter aiutare i propri compagni di viaggio. Poi, certo, ci sono anche le parentesi splatter con i non morti, portate avanti con QTE tanto semplici quanto d'affetto, ma il cuore pulsante di TWD è, come nella serie a fumetti, tutto nelle reazioni umane dei comprimari. Proprio su questo è basato un sistema che, all'apparenza, è complesso e permette ai personaggi di "ricordare" scelte e comportamenti del giocatore e agire di conseguenza nell'immediato futuro o, come sta a testimoniare il trailer alla fine della premiere, addirittura negli episodi successivi, cambiando piccoli momenti di trama e dialoghi.


C'è qualche puttanata evidentissima, perlomeno a livello concettuale, con personaggi che architettano piani arzigogolati per darsela a gambe passando inosservati alle spalle di un gruppo di zombie e poi urlano come ossessi per comunicare tra loro, ma glielo si perdona col sorriso sulle labbra. Glielo si perdona perché, come detto in apertura, un autogol era scontato, e la sorpresa è stata grande. Sperando che non si replichi quanto fatto col telefilm nella prima stagione: una premiere coi controgatti e poi... la morte!

7 commenti:

  1. Sono contento che non ti abbia deluso, spero solo che il mio pc lo regga perchè non vedo l'ora di provarlo. Ma è in italiano?

    RispondiElimina
  2. No, tutto in inglese, perlomeno la copia review che abbiamo noi. Però il doppiaggio è ottimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che palle, spero solo non sia un inglese troppo complesso :(

      Elimina
    2. Tranquillo, niente di traumatizzante :)

      Elimina
  3. Io sono curioso di provarlo, poi quale amante della serie Walking Dead non posso lasciarmelo sfuggire

    RispondiElimina
  4. Non mi avevi detto che era basato su eventi che fanno parte della serie reale :O
    Pensavo fosse basato su un'idea totalmente inventata e infatti l'avevo scartato, ma ora che posso scoprire di più sulla trama lo recupererò per PC D:

    RispondiElimina

Condividi!