lunedì 20 agosto 2012

I Mercenari 2 -Senza Mickey Rourke che piange che film è?


Il primo I Mercenari era uscito fuori una discreta figata. Un ottimo action movie che, con il vantaggio di non prendersi troppo sul serio e la grande idea di utilizzare gli effetti al computer solo se indispensabili, aveva virtualmente arruffato i capelli a tutti i ragazzini -ormai quasi trentenni- cresciuti a pane e Rambo. C'era poi quella storia del dream team: il pantheon degli Dei dell'action movie quasi al completo, ma bastava la scena in chiesa -più che simbolica- tra Stallone, Willis e Arnoldone nostro per mollare il rimpianto e goderselo com'era, quel film. Perché tutto sommato era pure costruito bene.
Due anni dopo, Stallone ci riprova: ci ficca dentro altre icone del genere, ci infila altre battutine metareferenziali e un mucchio di roba in più da far esplodere. Un mucchio. Ma per il resto? [...]


La scena iniziale di questo I Mercenari 2, da sola, presenta un livello di distruzione e un quantitativo di esplosioni che nemmeno sommando tutte quelle del primo capitolo. Lo spettatore è catapultato in questo assalto un po' Call of Duty mentre Sylvestro e compagnia cantante falciano mediorientali random. Tipo: oh, divertimose così. Che diventerà un po' il leitmotiv del film. Ignari si cerca di seguire con attenzione lo spreco di proiettili ed esplosioni. Tante esplosioni. Troppe esplosioni. I Mercenari 2 è un film ipertrofico fin dall'inizio, che vira d'un tratto regalando una scazzottata - magnifica - di Jet Li e poi scherzotta con le battute idiote. Insomma, c'è tutto, a quanto pare. Tutto quello che aveva reso grande il primo capitolo. Siamo salvi. Siamo salvi?
In realtà, a posteriori, sento di dover rispondere con uno di quei sì a mezza bocca che non significano niente. Un po' come tutto ciò che ciancica Stallone, inguardabile, con una bocca talmente storta che ormai gli arriva quasi alla nuca. Dio benedica i doppiatori.


La storia è un pretesto, come lo era anche nel primo, per lanciare questo ammasso di testosterone contro il nemico designato che questa volta è un Jean Claude Van Damme tiratissimo. Non nel senso di fisicato, però. Gli tocca portare gli occhiali da sole praticamente per tutto il film perché se gli parte un occhio, con quella pelle tirata a mo' di elastico, va a finire che fa male a qualcuno. È una reinterpretazione di Ciclope degli X-Men. Il suo personaggio è odioso, ma quell'odioso stereotipato che nei film d'azione è una manna dal cielo. C'è poi più spazio per Schwarzy e Willis, ma vengono sacrificati Jet Li (che scompare dopo la prima parte) e Mickey Rourke, che proprio non c'è. L'assenza dell'attore cinese comporta la cancellazione quasi spietata dei combattimenti corpo a corpo, fatta eccezione per lo splendido conflitto finale (splendido concettualmente, almeno); l'assenza del biondo tatuatore ci condanna alla mancanza dei meravigliosi monologhi raccontati tra le lacrime. Secondo me nel cambio ci abbiamo perso.
C'è poi Chuck Norris nel ruolo di Chuck Norris che ho trovato francamente insopportabile. Perfino il personaggio di Lundgren, che era il malvagio traditore del primo film, è stato completamente riscritto senza alcuna attenzione per la coerenza narrativa tra l'uno e l'altro capitolo. Oppure ha conseguito una laurea nel frattempo ed è diventato un timidissimo cuore di panna. Vallo a sapere.


Nonostante il proposito tutto stalloniano del: "facciamolo più grosso e poi più grosso ancora" sia perfettamente soddisfatto, I Mercenari 2, a mio modesto parere, rimane un film meno bello del prequel. Laddove nel primo si cercava di restituire l'idea di questa squadra di sacrificabili raccontando anche le vicende dei membri del gruppo, in questo secondo film viene tutto messo da parte, immolato al Dio Azione. Perfino i dialoghi che nel primo erano divertenti e costruivano comunque un senso di coerenza narrativa nelle vicende, sono stati eliminati in favore di frecciatine tutt'altro che velate ai lavori precedenti degli attori.
Insomma: un po' troppa consapevolezza finisce per rompere il giocattolo.
In questo senso I Mercenari 2 si conferma un buon film d'azione, ma rimane lontano da quel risultato tutto speciale archiviato col primo I Mercenari. Quella è magia, per davvero, e ha tutta la forza di diventare un cult; questo è il bis, quando ormai l'effetto del trucco è bello che passato.

5 commenti:

  1. Purtroppo è vero, hanno puntato più sull'azione di esplosivi, di smitragliate ovunque, di frecciatine insistenti sugli attori e via dicendo! Manca l'essenziale di un combattimento 1 vs 1 o 1 vs tanti, un film con van damme dove rifila due calci identici a distanza di 13 secondi e basta è veramente sprecatissimo, non ce lo mettete a sto punto! Peccato perchè, per essere un film d'azione, merita veramente, ma con un cast del genere dovevano sfruttare maggiormente le caratteristiche di ognuno di essi (forse hanno puntato di più su Statham)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, tra l'altro Statham, che per quanto sia un orco mono espressione nel primo era un personaggio con una sua storia, è stato completamente dimenticato. Pure la storiella della moglie nasce e muore in due secondi.

      Elimina
  2. Io nella sua esageratezza (esiste?) l'ho trovato un film davvero divertente. Resta solo l'amaro che se fosse uscito 10 anni fa sarebbe stato realmente incredibile. I vari Stallone e compagnia bella per quanto reggano non riescono a tenere il passo al tempo che trascorre... Un esempio e il buon Norris, che non sferra neanche un calcio rotante. In sala c'era gente che lo reclamava urlando XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, sì, a divertire diverte, ci mancherebbe. È che il primo era proprio magico, c'era tutta la storia dello Stallone pistolero contro Statham coi coltelli... mi piaceva troppo quella storia!
      Norris secondo me dovrebbe andare a pescare malattie nel Tevere.

      Elimina
  3. Ammetto che mi è mancata la scena strappa lacrime napuletane di Mickey ma a me questo seguito è piaciuto più del primo.
    Alla fine I Mercenari nasce come film action/trash allo stato puro, quindi più scazzottate e sparatorie ci sono meglio è X°°D
    E' vero che potevano approfondire alcune storie come nel primo, ma alla fine sti cavoli °-°

    RispondiElimina

Condividi!