venerdì 28 settembre 2012

Depressione post demo di Resident Evil 6


Io non lo volevo provare. L'avevo visto l'andazzo, brutto brutto. Lo sapevo che ne sarei rimasto scottato perché non ci avrei trovato dentro niente di Resident Evil se non una manciata di nomi senza significato lanciati così alla rinfusa.
Mai mi sarei potuto aspettare una cosa del genere, però. Perché a prescindere da tutto il discorso del "non è più Resident Evil" (in fin dei conti abbiamo avuto due capitoli per abituarci poi a questo salto nel buio: il bel Resident Evil 4 e il brutto Resident Evil 5, che dopo la prova di questo 6 riacquista immediatamente lo status di gioco accettabile), quello che questa demo mostra -e ripeto, parliamo della demo, magari il gioco completo sarà il titolo più bello dell'universo- non solo è un pessimo Resident Evil, ma cosa ancora più grave è un pessimo gioco. Sotto tutti i punti di vista. È la prostituzione videoludica per eccellenza, è la tradizione che piega la testa di fronte all acchiappo facile in una generazione di giochi di guerra. È la morte. È la fine della speranza. È innocenza deflorata. [...]


La demo permette di provare le tre campagne, tutte rigorosamente giocabili in cooperativa (la cosa è anche leggermente ridicola, ma dai ci si può stare), dei tre protagonisti principali: Leon, Chris e Jake.
Iniziamo dalla parte con Leon, la meno peggio, quella che potrebbe lontanamente passare come uno spin-off brutto della serie. Quella che a confronto il capitolo uscito su 3DS è un titolo ragionato.
Ci si accorge subito di come il ritmo di gioco sia stato completamente ripensato: Leon corre ed è possibile con la pressione di un tasto farlo correre ancora di più, raggiungendo velocità supersoniche. È tutto così veloce (il gioco non si ferma quando si raccolgono oggetti, basta passarci sopra e premere il tasto per risucchiarli; il gioco non si ferma quando si accede all'inventario; il gioco non si ferma nemmeno quando si mette pausa per ravanare nelle opzioni; il gioco non si ferma mai, come la morte implacabile) che viene quasi il mal di testa. Tanto veloce che Leon finisce per inciampare ogni tre passi sui cadaveri a terra. Ogni. Tre. Passi.
In generale però l'ambiente è scuro e tetro, potrebbe pure trarre in inganno e sembrare un posto appropriato dove ambientare un Resident Evil. Trarre in inganno, appunto, perché comunque non si fa che sparare a orde di zombie (zombie veri però, kudos per Leon), che si risvegliano da morte apparente. E non fosse che è tutto così stranamente rapido (e che un Dead Space qualsiasi si mangia l'atmosfera, lo schema controlli e TUTTO quello che viene mostrato in questa parte) potrebbe pure andare. Sarebbe un titolo loffio, ma graficamente è buono, il doppiaggio in italiano non è male e Helena, la coprotagonista, ha due bombe micidiali. La parte con Leon è la meno peggio.
Poi l'orrore.


La demo di Jake è, senza tanti giri di parole, una delle cose più brutte che mi sia mai capitato di giocare. Non negli ultimi anni, ma nella mia intera vita di giocatore. Sai quando non hai proprio voglia di continuare perché quello che vedi è ben oltre il tuo concetto di buon gusto?
Per darvi un'idea del gameplay con Jake: sono stato fucilato a morte un paio di volte da un plotone di zombie  col mitragliatore.
In questa sezione il gioco diventa un TPS brutto quando ormai i TPS li sanno fare pure i cani. Cerca di scimmiottare Gears of War ma non ci riesce perché elimina del tutto la componente strategica del ripararsi dietro le coperture. Insomma ci si trova in ua specie di inferno di fuoco incrociato, a combattere non contro i nemici ma contro lo schema controlli intuitivo come uno sputo in un occhio, mentre delle robe che sembrano uscite da Jurassic Park ti prendono a testate sulle gambe. E gli zombie ti sparano. E premendo le freccette del D-pad è possibile scorrere un arsenale più o meno infinito di fucili e armi da fuoco che comprendono, udite udite, le mani nude del protagonista perché può prendere gli avversari a cazzotti. È il delirio.


Prima dell'ultima parte, quella di Chris, mi rendo conto che nella schermata di selezione del personaggio tutti i protagonisti sono disperati, con le mani nei capelli e lo sguardo cupo. Ne hanno in effetti tutte le ragioni.
La parte con Chris è forse ancora più brutta di quella di Jake. Qua la natura TPS del titolo viene fuori con ancora più prepotenza e il gioco si trasforma in una guerra a campo aperto. Una specie di Call of Duty dei poveri dove però i nemici sono dei non morti che, spesso e volentieri, si lanciano contro il protagonista brandendo scudi ossei o armi bianche. Tra i controlli pessimi, la telecamera troppo ravvicinata al popò del protagonista e la difficoltà nel riconoscere i nemici rispetto agli amici, questa sezione è un incubo vero e proprio. Senza considerare il fatto che è possibile affrontarla (data la natura incerta del titolo) correndo all'impazzata e smitragliando in tutti gli angoli. Quando finalmente lo strazio è finito ho tirato un sospiro di sollievo.
Ora, queste sono impressioni del tutto personali sulla demo, spero per chi acquisterà il gioco all'uscita (e io non di certo, a questo punto!) che Capcom abbia scelto solo dei livelli sfigati da mostrare nella prova. Quand'ero più giovine, mio padre s'era chiuso talmente tanto su Resident Evil 4 per Game Cube da rigiocarlo in lungo e in largo per almeno una decina di volte. Non scherzo: si piazzava lì davanti, si studiava per bene l'inventario e le armi che si scarrozzava, e stava attento a ogni passo di non perdere nessun oggetto nascosto nello scenario.
Mentre giocavo con questo aborto di demo ho pensato che fortunatamente mio padre non era nei paraggi. Gli avrebbe spezzato il cuore.
Il mio l'ha frantumato.

25 commenti:

  1. La demo non l'ho provata, mi sono bastati i video di gameplay sparsi per la rete. L'avevo prenotato su x360..ma domani vado al negozio e con un bel gesto dell'ombrello verso capcom ritiro la prenotazione. Non vedo l'ora di sentirti parlare (offendere) di resix in uno dei tuoi podcast. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so. Dovrei riprendermi dalla botta, non sarà facile.
      Non vedo l'ora scada l'embargo per le recensioni (il primo ottobre), sono curioso di sapere cosa ne pensa la critica.

      Elimina
  2. Qualche giorno fà ho aperto un thread in un forum con una valutazione molto simile alla tua. Ti lascio immaginare i commenti che sono seguiti.
    Al di là di tutti gli aspetti negativi sul gioco, quel che prevale è il senso di totale sconcerto, di smarrimento. E' una cosa che ti toglie le certezze, come rivedere la ragazza figa del liceo diventata ora una chiattona con i capelli sporchi.
    Mi chiedo alla Capcom (dopo aver dichiarato di aver messo un esercito al lavoro sul titolo)cosa potevano fare di peggio per buttare nel cesso il loro più celebre brand, sputtanandolo in tutti i modi possibili, da ultimo con quella inutile e meschina operazione nostalgia di ORC.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma c'è gente a cui è piaciuta questa demo? Io sul gioco non pontifico, perché può darsi che sia sfigatissima la sezione che si è deciso di mostrare, ma la demo è indifendibile dai.

      Elimina
    2. No no il titolo è stato stroncato da tutti. Gli sto dando un occhio ora sulla diretta di M.it: senza arte ne parte, obbrobrio. Si tratta di una campagna di 24-25 ore in tre parti, sai che palle portarlo alla fine.

      Elimina
  3. I miei parenti Americani mi hanno spedito il gioco (XD), sono al capitolo 2 della campagna di Leon e fidati se ti dico che è molto simile a RE 4 dopo il punto della demo. Il vero difetto stà nel fatto di non poter mettere MAI il gioco in pausa, se ti chiama qualcuno al telefono (mi è capitato) sei rovinato. Ho comunque paura della parte con Chris e del suo amico gay XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facci sapere come continua, perché sulla demo la parte di Leon ancora ancora, ma poi...

      Elimina
    2. Ho iniziato il capitolo 2, che dire? L'ambientazione è bella (un cimitero), Helena non rompe quasi mai le balls (spesso rimane indietro a scoprire chissa quale magico anfratto del cimitero e sono costretto a richiamarla con il tasto B), la difficoltà andando avanti è ben equilibrata (a difficoltà media sono stato costretto più volte a piazzare trappole e usare il coltello, gli attacchi corpo a corpo sono indispensabili e spesso per risparmiare munizioni ho dovuto colpire gli zombie alle gambe per rallentarli e poi prenderli a calci). Che dire mi sta piacendo molto, rispetto a operation Raccoon city c'è un' oceano di differenza.

      Elimina
  4. Mouse_in_the_house28 settembre 2012 22:55

    Gli zombi.
    Con i mitragliatori.
    No, ma...
    Gli zombi.
    Con dei mitragliatori.
    Potrebbe essere l'idea più geniale mai partorita dal mondo videoludico....SBROTFL

    RispondiElimina
  5. Quoto Fabrizio, lo sto giocando per intero e a me sta piacendo parecchio in ogni punto di vista (tranne per il fatto che non c'è mai la pausa). Ambientazione adatta, si passa dalla città infestata fino al midollo al cimitero più cupo (fin'ora sono arrivato al capitolo 2). In modalità veterano ti ci devi impegnare per risparmiare munizioni e erbe perchè altrimenti sei letteralmente fottuto dagli zombie che ti si aggrappano anche se tenti di scappare o corrergli al fianco. Questa parte con Leon la reputo eccezionale e in linea con i RE migliori. La grafica è da sbavo e ci sono anche scene dove devi risolvere la situazione il prima possibile prima che ti devastano in ogni modo, quindi una buona dote di ansia e adrenalina. Certo la campagna con Jake mi preoccupa, manco tanto quella di Chris, ma saprò giudicare andando avanti. Fatto sta che prende tantissimo la campagna. Promosso (per ora)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La campagna con Leon a parte le meccaniche discutibili dei controlli, non la metto in discussione. A me la sua demo non ha fatto impazzire (nel senso che come dicevo sopra, un Dead Space è sviluppato in modo estremamente più curato), però è ancora ancora accostabile al nome del brand che porta.
      Sono curioso di sapere come evolveranno le cose con gli altri due... tenetemi aggiornato.

      Elimina
    2. Infatti guarda anche Dead Space che fine sta facendo col terzo capitolo, sparatorie a go go (da quello che il trailer fa apparire). Normale che più si va avanti e più tentano di rinnovare il gioco, altrimenti rimane ai livelli di staticità e la gente si lamenterebbe comunque! lol ti farò sapere andando avanti

      Elimina
  6. Non ci crederai, ma anche io ho spento la console provando la sezione di Jake! OSCENA!

    RispondiElimina
  7. la mia mente non riesce proprio a concepire un resident evil dove non ci si ferma a raccogliere le cose. Sembra una cretinata ma sono attaccata alle piccole coseXD
    Ma davvero non si può mettere in pausa? neanche se su ps3 premi il tasto home?XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati, non si piega nemmeno a raccoglierli. Li succhia nell'inventario.
      Per il tasto home\xbox360 non saprei dirti, temo di no però. Aspettiamo lumi da chi lo sta giocando.

      Elimina
    2. No non si può MAI mettere pausa e in NESSUN modo :(

      Elimina
    3. ricordo quante ore ho perso dietro a resident evil 4 ( preso per il mio compleanno) ora con l'arrivo del prossimo ho preso il 6.. che dire?! su 1000 ore di gioco 700 le passavi a guardare ogni angolo per trovare erbe munizioni e a non farti magnare da uno zombi chiuso nel cesso ( las plagas).. mia opinione fino ad ora? ( giocando con Leon).. non fa poi così schifo! anche nel 4 trovavi monaci con scudi e coltelli
      e addirittura alcuni anche con il vulcan!! ovvio voi direte non erano zombie e quindi non del tutto idioti.. ma vi immaginate 10 ore ad affrontare sempre gli stessi nemici sempre nello stesso modo ecc..? io no.
      Per quanto riguarda il non fermarsi mai potrebbe sembrare una scelta pessima ma in caso di apocalisse zombie nessuno avrebbe il tempo di fermarsi comodamente 10 minuti.. rende il tutto più realistico!
      quindi per ora non mi sto trovando male.. ovvio come il 4 nessuno!!!!!!!!

      Elimina
  8. La parte dei zombie col mitragliatore mi ha fatto piegare dalle risate, mi ha fatto ricordare qualcosa di ancora più comico X°°°D
    ps: il non poter mettere pausa è da denuncia proprio

    RispondiElimina
  9. io l'ho prenotato qualche mese fa e me ne sono pentito amaramente... concordo con tutte le critiche che avete fatto ma il fatto di mettere in pausa ragazzi... facciamo una class action alla capcom?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai, ne parlavamo qualche giorno fa, credo sia voluto per la componente multiplayer. Nel senso che da come ho capito è possibile che un giocatore si unisca alla tua partita in ogni momento, quindi tu non puoi mettere pausa per evitare di bloccare anche la sua partita.

      Elimina
    2. ma uno dovrebbe per forza giocare al multiplayer? a me piace molto di piu giocare da solo senza nessun giapponese o francese montato che deve fare vedere per forza che è il migliore al mondo.. io sono al secondo capitolo e premere start per saltare le scene filmate mi spezza il cuore... appena lo finisco lo porto indietro e prendo l'ultimo final fantasy...

      Elimina
  10. ho appena tolto resident evil 6 dopo una sessione di mercenari... mi è venuta voglia di resident evil 5... la testa degli zombie che si stacca è a dir poco ridicola....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cazzarola, un gioco che ti fa venire voglia di riprendere in mano RE5 è una roba ben grave.

      Elimina
  11. osceno.... meglio operation racoon city poi....
    cioè operation per lo meno era chiaro che era uno sparatutto in terza persona invece in re 6 vogliono camuffare (nonostante è smpre sparatutto in terza persona) dicendo che è un gioco horror -.-"...

    RispondiElimina

Condividi!