martedì 11 giugno 2013

La conferenza Microsoft e la conferenza Sony viste dagli occhi di uno che deve investire i suoi ipotetici-quattrocento-euro


Come ogni anno l'E3 ci tira svegli fino all'alba. Quest'anno però le cose sono profondamente diverse: qualcuno deve spiegarmi su cosa investire i miei ipotetici-quattrocento-euro. È un momento molto delicato che presuppone rodimenti di culo gigatomici e, solitamente, delusioni esageratamente prese sul personale. Si tratta di stare a sentire per ore e ore una serie di giorgimastrota in giacca e cravatta (quando va bene, altrimenti in felpona che c'hanno mica per il cazzo di vestirsi bene per una conferenza in mondovisione, 'sti qua) che cercano di convincermi a comprare batterie di pentole e biciclette con cambio Shimano, che da anni cerco di capire che cazzo sia 'sto cambio Shimano e ancora niente. Preparazione per la serata: pizza a schifo, le solite goliardiche litigate con i presenti nella stanza fino ad arrivare alle mani in faccia, una lunga attesa fino a Sony, che diarrea li colga tutti. [...]


Microsoft inizia con Metal Gear Cinque come cinque sono le dita spiaccicate sul faccione dei seguaci di Sony quando vedono una delle IP più famose tra quelle nate su Playstation che apre la conferenza rivale. E mica un teaser da un minuto: una galoppata furiosa di diversi minuti con tanto di colonna sonora d'eccezione, presentazione dei personaggi e caldi abbracci baobab. Grande emozione del pubblico, che viene subito stemperata dall'annuncio dell'Xbox plus: vi regaliamo Halo 3 e Assassin's Creed II. Direttamente dal ceston... c'-è-sto-n-uovo servizio in esclusiva. Siate felici che non c'avete manco i soldi per compra' due giochi del 2005. Pezzenti schifosi.
A seguire Dark Souls 2, promesse di bestemmie di gran classe, e un gioco di romani di quel tipo di gioco in cui spingi i tasti e succedono cose bellissime. Con ipsilon tiri le pietre e distruggi le torri, con ics squarti un nemico e dai l'ordine per uccidergli la famiglia, con bi ti metti in formazione testuggine e fai uno specchio riflesso al mondo.
Tempo di Forza Motorsport 5 e Quantum Break, che si presentano in forma. In forma di teaser.
Considerate questo: sono più o meno le 18:36:14 ora nostrana. Io sono moderatamente impressionato ma ancora lontano dallo scegliere Microsoft come beneficiaria dei miei ipotetici-quattrocento-euro. Dead Rising 3 arriva come un coppino dietro la nuca. Quando meno te lo aspetti. A mano aperta. Con la rincorsa. E la pernacchia.
Adesso, considerando che Dead Rising è probabilmente ancora oggi il mio gioco preferito di questa generazione, e che Dead Rising 2 è stato una discreta delusione sulla quale ho passato però decine di ore, capite che Dead Rising 3 è un motivo più che valido per pensare che nell'immediato futuro bisognerà recarsi in un negozio di videogiochi e prenotare la simpatica console Microsoft. Soprattutto se poi subito dopo ti sfoderano un The Witcher 3 talmente attraente da sfiorare l'eccitamento sessuale. Eccitamento che poi viene stemperato con Spark, gioco colorato per bambini speciali, e Battlefield 4, gioco speciale per bambini colorati. Poi non lo so, ero ancora sotto l'effetto ipnotico di Dead Rising 3. Non riuscivo a uscirne: Dead Rising 3, Dead Rising 3, Dead Rising 3.
Micosoft si fregava le mani: e già che ci stai dacci un centone in più rispetto ai tuoi ipotetici-quattrocento-euro. E non puoi comprare gli usati. E ogni ventiquattro ore metti la firma o te ne torni ar gabbio. E ci paghi il live. E se sei fortunato ti regaliamo il primissimo Space Invaders. Zitto e pippa. Sei nostro.
Ma la serata era ben lungi dal finire.


Sono le tre del mattino. Le mie difese mentali sono bassissime. So solo, con forte disperazione, che dovrò uscire cinque piotte e al più presto.
Sony, visto che tanto è presto, decide bene di ritardare un quarto d'ora. Nella stanza si respira un forte odore di Redbull. Qualcuno dorme sul divano, qualcun altro riempie di epiteti poco gratificanti la mamma di Gesù.
Quando gli fa comodo, Sony inizia la conferenza. Ci spara due pipponi su PS3, le solite statistiche che non sanno più come riproporre e una serie di trailer di giochi che usciranno tra quattro giorni e quindi si potevano risparmiare alla grande. Poi eccola, la console di cui tutti parlano, quella che salverà il valore estetico delle console di tutto il mondo contrastando l'orribile visione dell'essere partorito da Microsoft (?). PS4 è identica a XboxOne. Solo leggermente sfalsata. La gente in subbuglio: eccolo il futuro! Lo sfalsamento! Questa sì che è molto più bella! Evviva! Vengono liberate delle colombe bianche, la gente ride e si abbraccia. Se io posso cambiare, se voi potete cambiare, tutto il mondo può cambiare! Festa grande.
Entra un qualche CEO di Sony a cui hanno legato le scarpe troppo strette. Deve avere ingoiato una quantità di elio abbastanza generosa, e ci introduce a un paio di filmati di The Order, di Infamous Second Son, che è praticamente il reboot col personaggio ggggiovane Dante di DMC e poi The Dark Sorcerer che è... niente. Semplicemente niente, uno sketch di Striscia la Notizia per mangiarsi altri 5 minuti, che tanto sono solo le quattro passate, chi se ne frega. Ormai loro sono sfalsati quindi dobbiamo tutti adeguarci.
Carrellata sui giochi indie, carezzine al simpatico Diablo 3 (ricordiamo uscito più di un anno fa su PC) e poi stoccata di SquareEnix con Final Fantasy XIII versus (il The Last Guardian di Square... un attimo, ma The Last Guardian?) e poi l'annuncio di Kingdom Hearts 3, che ammetto mi ha provocato un brivido di piacere. Per mio figlio Paoletto che, quando il gioco uscirà, avrà sette anni e sarà stato istruito sui cartoni Disney e su come portare a termine una saga che suo padre ha iniziato quando aveva circa la sua età. Sperando di non fare la fine di Mufasa, che gli gnu mi stanno anche particolarmente sui coglioni.
Poi, tanto per fare una bella figura, un ennesimo gameplay di Assassin's Creed 4, questo con una feature in esclusiva su PS4: si blocca ogni cinque minuti. Pare sia uno stratagemma per dilatare ancora di più la longevità del gioco. O un'altra subquest: resisti ai blocchi. Poi, come i bambini grandi che per evitare di essere presi per il culo attaccano gli altri, parte una scanzonata -giustissima, ci tengo a sottolinearlo- ai danni di Microsoft e del suo sistema di sicurezza simil-Alcatraz. Con PS4 i giochi che compri sono tuoi. Pensa un po'. Capito che stronzi? E col Psplus ti regalano pure i giochi, e manco dal cestone. O almeno quelli sopra sopra, quelli appena aggiunti. Quelli che: "a partire da nove euro" invece stanno sempre almeno a quindici.
Finale in bellezza: Destiny che sembra un incrocio tra Halo e Borderlands e poi la bomba. La bomba che non ti fa dormire la notte: PS4 costa esattamente i tuoi ipotetici-quattrocento-euro. Non un soldo di più.
È la notte dei miracoli. Sono le sei del mattino. Fuori, la notte sfuma nel giorno. Dentro, l'idea di perdersi Dead Rising 3 è come il mare d'inverno: un concetto che la mente non considera.

5 commenti:

  1. Sony inizialmente mi ha delusissimo con la storia del Plus obbligatorio, però facciamoci due calcoli: l'Xbox Live costa 60€ l'anno, il Playstation Plus ne costa 50. L'Xbox Live ti permette di giocare online, mentre il Playstation Plus su Playstation 4 ti permette sì di giocare online, ma anche di scaricare giochi (e di certo non Assassin's Creed 2 e Halo 3, ma robe di gran lunga più recenti) e di comprare a prezzo scontato sul Playstation Store; praticamente si ripaga da solo, sto cazzo di abbonamento (restando comunque un'enorme minchiata renderlo obbligatorio). Poi, Icsbocsone ti viene a costare 500€, più 60€ l'anno per l'onlain, più 70€ a gioco, e nel caso un tuo amico ti voglio prestare un gioco non può neanche farlo; e se non logghi almeno una volta ogni 24 ore non puoi giocare. Perchénno. Alla fine Pleistescion for ti viene a costare 100€ in meno, ha esclusive migliori (perché diciamocelo, roba tipo Destiny o lo stesso inFAMOUS, o KH3, o gli FF che usciranno gli mangiano in capo a Titanfall, che è COD coi robottoni), e ti costa 50€ l'online, calcolando sempre che ti puoi scaricare aggratise i giochi col tuo bellissimo (?) abbonamento PS plus.

    Ah, e il design della Playstation 4 sembra un Panino al salame. PaninoSalame 4.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Design ispirato al blog.
      Ocio che Destiny non è in esclusiva.
      Il mio cruccio rimane Dead Rising, non ci fosse quello andrei tranquillissimo su PS4.

      Elimina
    2. Dead Rising penso che sarà multipiatta, non credo che passerà così a caso da Playstation a Xbox. Tra l'altro, ora non so se sia confermato, ma era uscito fuori che addirittura la Microsoft stava pagando gli sviluppatori di alcuni giochi per non menzionare la versione PaninoSalame 4; spero che non sia vero, ma se è veramente così, allora alcuni dei giochi che sembrano essere esclusive ScatolONE saranno anche su PaninoSalame 4. Tra l'altro anche Destiny inizialmente sembrava essere un'esclusiva PaninoSalame (e infatti ancora mi sbaglio) ma soltanto in trailer successivi è stata confermata la versione ScatolONE. Comunque, rimane il fatto che sia Sony che Microsoft si dovrebbero nascondere, avrebbero dovuto fare molto di meglio.

      Elimina
    3. Se non sbaglio, e spero vivamente di sbagliarmi, Dead Rising è stato confermato esclusiva Microsoft.

      Elimina
    4. Il potere dei soldi di casa Redmond.

      Elimina

Condividi!