martedì 29 novembre 2011

Senso di giustizia e tutine Kitsch: le biografie dei Supereroi realmente esistenti (Seconda puntata)


È un uccello? È un aereo? È qualcuno vestito in modo assolutamente ridicolo e spaventoso che, teoricamente, dovrebbe salvarmi dal crimine? Buona l'ultima. Seconda puntata della rubrica che racconta le storie strappala-crime dei supereroi realmente esistenti. Gente brutta e cattiva che, nonostante il nome da cannibale pluriomicida e la maschera da adoratore del demonio, ha deciso di combattere il male. Pensa un po' te.
Nella puntata di oggi: gente col senso dell'umorismo distorto, falsi guerci, neri enormi che picchiano persone e perdono il lavoro e simpatici ometti che di giorno visitano i bambini malati e di notte mandano gente all'ospedale. Tutti uniti da quel senso di giustizia made in Micheal Jackson di "make a better world". For you and for me and for eccecc. [...]


Nostrum

Cioè, tipo l'unico stronzo che non ha approfittato del solo vantaggio di vestirsi come un cretino: farsi le foto da mettere nel blog di myspace.
Nostrum è un tipo taciturno, che a differenza degli altri supereroi non ama rilasciare interviste. In una delle poche chiacchierate con la stampa ha rivelato che l'origine del suo nome deriva da una medicina in grado di guarire la società: diciamo pure una panacea. In realtà c'è voluto ben poco perché qualcuno si facesse avanti per raccontare che, in effetti, un Nostrum è una medicina che non viene considerata efficiente perché preparata da una persona non qualificata. Chi c'ha ragione? Non il nostro supereroe.
Di Nostrum girano tante leggende: dal fatto che abbia perso un occhio durante una rissa con un gruppo di criminali, alla vicenda zingara che avrebbe picchiato a morte un marito violento, lasciandolo in fin di vita e prendendogli a mozzichi un orecchio in tysoniana memoria (che poi ha il passamontagna...), o che abbia un pessimo, pessimo senso dell'umorismo.
Il simbolo che porta sul petto è estremamente simile a quello degli "squatter" che è un modo carino tutto americano per indicare gli occupanti abusivi di una casa.
Okay, ripassiamo: niente foto fighe, nome completamente toppato, odiato dalla comunità e con un simbolo tutt'altro che azzeccato. Ce l'ho io una proposta, caro Nostrum: cambia nome in Epicfailman.


Phoenix Jones

Qui passiamo a roba seria. Phoenix Jones, oltre a una schiera di foto fighissime che metà ne bastavano, è a capo di un gruppo di supereroi, ha un nome più o meno accettabile, un costume che non è nemmeno malaccio, una pagina facebook, una cazzo di voce su Wikipedia (con tanto di Jimmy Wales che chiede soldi) e, udite udite, un video di presentazione su Youtube. Prego agevolate il filmato:



Epico.
Ora veniamo alla parte triste. Perché il nostro Phoenix Jones, quando non è impegnato a vestirsi da minchione e girare per le strade gongolando con la sua camminata scialla, aiutava i bambini di nonsoqualehospital in nonsoqualetown, probabilmente perché è una brava persona, o semplicemente perché aiutare i bambini di giorno e mascherarsi di notte fa tanto Uomo Tigre (o papà travestito), comunque avrete notato il verbo al passato. Perché ultimamente ha deciso bene di intervenire per fermare, secondo lui, un tentativo di omicidio e le dinamiche del presunto incidente sono assolutamente ilari e sono più o meno descritte qui.
Praticamente il supereroe ha attaccato un gruppo di persone che lui sostiene stessero combattendo. Questo stesso gruppo, secondo la polizia di Seattle se la ballava allegramente. Per strada. Phoenix Jones, rinfrancato nel vigore dal suo spirito combattente, ha deciso bene di correre per dividere la rissa di persone (che quindi in realtà stavano ballando), e una donna, che non si sa bene come né perché si trovasse nei paragi, ha deciso bene di togliersi una scarpa e di darla forte sulla testa di Phoenix Jones. In tutta risposta l'intrepido Phoenix Jones ha estratto due bombolette di spray al peperoncino e l'ha spruzzato così, a pioggia. Eccheccazzo!
Bene, perché la polizia l'ha arrestato, dicendo che non è perché uno si veste da minchione che può andare in giro a fare i catzi suoi. E a quanto pare, dopo averlo smascherato in pubblico e aver confiscato l'armatura e tutto l'ambaradam ("tranquilli", ha detto il nostro eroe: "Ho dell'equipaggimento di riserva!") gli è stato chiesto coattivamente di tenersi lontano dai bambini di nonsoqualehospital. Ché mica vorrà spraypeperoncinare pure loro, no?
Dispiace. Dispiace molto. Specie per la signora che lo prendeva a scarpate in faccia. Il vero genio di tutta la storia.


Death’s Head Moth

Un tizio che, di sicuro, tra nome e aspetto ispira un sacco di fiducia. Un altra storia di quelle che "un giorno mi prende male e comincio a vestirmi con una tutina aderente che mette in risalto il mio pacco". Perché il nostro amico dal nome troppo lungo qui, di giorno, pure lui, ha a che fare con i bambini. Li aiuta, gli porta i giocattoli, gli racconta le storie e un sacco di cose belle che Phoenix Jones non può più fare. Di notte, invece, si infila questa maschera da cattivo dei film dell'orrore, la sua tutina attillatissima, e va a combattere il male. Ha iniziato quattro anni fa, dice. Come tutti, dopo aver visto i primi supereroi in costume ha pensato: "Questi finiranno ammazzati in qualche modo terribile", salvo poi vestirsi pure lui, il giorno dopo, e scorrazzare libero e felice per le strade, in cerca di una morte terribile.
Nella pagina in cui rilascia un'intervista sulla sua doppia personalità da Uomo Tigre, c'è uno spreco di lodi tra i commenti da fare impressione. Tutta gente che "io lo conosco" e "che bravo guaglione" e "è il migliore amico dell'uomo". Persone che, a quanto pare, c'hanno combattuto insieme. Ed è una cosa strana da leggere, ché ti sembra davvero che Batman e Robin abbiano imparato a usare internet. Anche perché qualcuno non lesina nel definirlo il vero Batman. Senza soldi, senza villa. Senza gadget. In pratica uno vestito di nero. Tra l'altro mi ritrovo a chiedermi: con la maschera e la maglia nera sugli occhi, ma questo di notte che cazzo vede?

Puntate precedenti:
Prima puntata


5 commenti:

  1. L'ultimo ha un aspetto cattivissimo °_° uno appena lo vede gli viene d'istinto scappare o ucciderlo altro che lasciarli aiutare XD Però Phoenix Jones è il migliore in assoluto, un video di presentazione dalle qualità grafiche inimitabili, una canzoncina che ispira potenza e virilità! Lui si che è un vero supereroe che ci difende dai gruppi ballerini di strada!

    RispondiElimina
  2. Che tristezza, cazzo mi vergogno per loro...

    RispondiElimina
  3. A scarpate in faccia! A scarpate in faccia!

    RispondiElimina
  4. A me mettono paura tutti e tre, se li vedessi cercherei io lo spray al peperoncino per difendermi °___°
    Nonostante tutto Phoenix Jones è un figo, il migliore dei tre..non che sia difficile..

    RispondiElimina
  5. Phoenix Jones ha perso tutta la sua figosità nel momento esatto in cui la signora random s'è tolta la scarpa.

    RispondiElimina

Condividi!